Cerca e trova immobili

SVIZZERA/AUSTRIAViolenze sessuali su un bambino di 12 anni: nella bufera un coronascettico svizzero

31.01.23 - 20:16
L’uomo era un esponente di spicco dei Freiheitstrychler, gruppo che si è opposto fortemente alle restrizioni pandemiche.
Imago
Violenze sessuali su un bambino di 12 anni: nella bufera un coronascettico svizzero
L’uomo era un esponente di spicco dei Freiheitstrychler, gruppo che si è opposto fortemente alle restrizioni pandemiche.

BERNA/VIENNA - Dalle dimostrazioni in strada con i campanacci all’aula di tribunale. Uno dei più attivi esponenti dei Freiheitstrychler, un gruppo coronascettico della Svizzera centrale noto per le sue sfilate con rumorosi campanacci, è stato processato in Austria per aver abusato sessualmente di più bambini, il più giovane dei quali aveva 10 anni.

Lo riferisce il Tages Anzeiger. L’uomo è affetto da schizofrenia paranoica e non è perciò stato ritenuto penalmente imputabile. Dovrà però sottoporsi a una terapia psichiatrica.

Nel corso del 2021 lo svizzero ha preso parte a diverse manifestazioni dei Freiheitstrychler, ricostruisce il quotidiano zurighese, ed è diventato amico del fondatore del gruppo, Andy Benz. In autunno si è trasferito in Austria, dove i Freiheistrychler si stavano facendo strada: l’uomo è così diventato il rappresentante del movimento nel vicino Paese, guidando le dimostrazioni ed esprimendosi sul palco.

Dietro la facciata delle marce coronascettiche lo svizzero nascondeva però una seconda vita. Secondo quanto emerso in aula, tra novembre e dicembre 2021 l’uomo ha infatti più volte abusato sessualmente di un dodicenne in una camera d’albergo. Il coronascettico utilizzava inoltre i social media per convincere ragazzini a compiere atti sessuali e inviargli foto e video. All’epoca dei fatti una delle sue vittime aveva 10 anni.

Nel computer dell’uomo, che è stato arrestato a marzo 2022, sono inoltre stati ritrovati centinaia di contenuti pedopornografici.

Interpellato dal quotidiano zurighese, il fondatore del gruppo Andy Benz ha specificato che gli atti commessi dallo svizzero «non hanno nulla a che fare con i Freheitsrychler». 

Lo svizzero è stato condannato a una pena sospesa da scontare in un istituto per criminali con disturbi psichiatrici. Nel frattempo, per un periodo di prova di 10 anni, dovrà seguire una cura psichiatrica e dare prova di una regolare assunzione di farmaci. Non potrà inoltre mai più prendere parte ad attività professionali e extraprofessionali a contatto con bambini e adolescenti.

NOTIZIE PIÙ LETTE