ARGOVIA«Esplosioni estremamente forti» e un grosso incendio a Spreitenbach

29.05.22 - 19:13
Le fiammate e il fumo hanno raggiunto diversi metri d'altezza. Almeno sette gli intossicati.
lettore 20 minuten
«Esplosioni estremamente forti» e un grosso incendio a Spreitenbach
Le fiammate e il fumo hanno raggiunto diversi metri d'altezza. Almeno sette gli intossicati.
Il rogo ha lambito l'autostrada. L'edificio in cui è scoppiato è collassato e altre tre sono rimasti danneggiati. 

SPREITENBACH - Un violento incendio è divampato nel pomeriggio in un deposito di bitume - un materiale altamente infiammabile - situato nella zona industriale di Spreitenbach (AG). Le immagini mostrano un'enorme nuvola di fumo nero alzarsi in cielo per diversi metri d'altezza. Testimoni riferiscono anche di «esplosioni estremamente forti». Resta al momento da chiarire l'origine dell'incidente.

Contattata da 20 Minuten, la polizia cantonale argoviese conferma: «C'è molto fumo e i pompieri stanno combattendo per spegnere l'incendio». All'agenzia Keystone-ATS, il portavoce Adrian Bieri ha aggiunto che l'edificio in cui è scoppiato il rogo è collassato e altre tre sono rimasti danneggiati.  Sette persone sono state soccorse per intossicazione da fumo, quattro delle quali sarebbero state ospedalizzate in via precauzionale.

Essendo scoppiato nei pressi dell'autostrada, anche il TCS ne dà notizia sul suo sito web e su Twitter, segnalando «tra la stazione di servizio di Würenlos e Dietikon, in entrambe le direzioni, pericolo a causa di un grosso incendio». Secondo Bieri della polizia cantonale, il denso fumo sta creando problemi di visibilità e sta valutando di chiudere completamente il tratto interessato, dopo che è già stata bloccata l'entrata autostradale.

Le operazioni di spegnimento - cui partecipano i pompieri di Spreitenbach e di diversi comuni vicini quali Baden (AG), Wettingen (AG), Dietikon (ZH) e Würenlos (AG) - sono ancora in pieno svolgimento e sono rese difficoltose dal vento. Di conseguenza, la polizia ha invitato la popolazione a tenere chiuse le finestre e di non toccare in alcun caso il materiale che viene ritrovato anche a chilometri di distanza.

 

NOTIZIE PIÙ LETTE