Brk News
SVIZZERA
27.08.2021 - 17:130
Aggiornamento : 18:23

Terminate le operazioni di evacuazione in Afghanistan ma nel Paese restano 11 svizzeri

Sono state messe in sicurezza 387 persone, il Dfae: «Una delle più grandi operazioni nella storia della Svizzera»

BERNA - Nella giornata di oggi la Svizzera ha completato le operazioni di evacuazione in Afghanistan.

La conferma arriva direttamente dal Dfae che conferma come 387 persone siano state riportate in Svizzera. «È una delle più grandi campagne di evacuazione della storia Svizzera», ha ribadito il Dipartimento in un comunicato. 

Al momento, sul suolo afghano restano ancora 11 cittadini svizzeri, in costante contatto con il Dfae. Si tratta di un numero lievemente inferiore a quello riferito in mattinata dal consigliere federale Ignazio Cassis che aveva parlato di 15 persone.

Dei 387 partiti per la Svizzera via aereo solo una piccola parte hanno il passaporto rossocrociato (34) la stragrande maggioranza hanno passaporto straniero.

In particolare 218 di questi sono afghani dipendenti locali dell'agenzia Sviluppo e cooperazione, come confermato dal Dfae, verranno presi in consegna dai Centri federali d'asilo (Cfa) e verranno poi ridistribuiti in diversi cantoni.

Per quanto riguarda gli 11 svizzeri ancora in Afghanistan, alcuni di questi si trovano ancora lì per motivi umanitari e collaborano con diverse Ong. Il contatto con queste persone, così come con altre 16 straniere ma con il permesso di residenza nella Confederazione, verrà gestito attraverso l'ambasciata svizzera a Islamabad, in Pakistan.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-09 05:09:05 | 91.208.130.86