Keystone (archivio)
TURGOVIA
18.09.2020 - 11:350

Omicidio di Frauenfeld, il ragazzo soffriva di gravi problemi psichici

Il ministero pubblico ha dunque chiesto una terapia stazionaria e l'espulsione dalla Svizzera.

Il 21enne nel 2018 aveva ucciso e poi decapitato sua nonna.

FRAUENFELD - La Procura del canton Turgovia ha promosso l'accusa contro il 21enne che nell'ottobre del 2018 ha ucciso e poi decapitato sua nonna a Frauenfeld. L'autore soffre di gravi turbe mentali.

Il Pubblico ministero ha quindi giudicato che il carcere non sarebbe la soluzione giusta e ha chiesto una terapia stazionaria e un'espulsione dalla Svizzera per 15 anni.

Il cittadino italiano, all'epoca dei fatti 19enne, ha strangolato la nonna 74enne fino a farla svenire, per poi ucciderla con una pugnalata al petto e in seguito decapitarla, allontanandosi con la testa in uno zaino. È stato fermato a Kloten (ZH) e ha subito ammesso i fati.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-28 07:12:12 | 91.208.130.85