Ralph Hirt portavoce della polizia cantonale di Zurigo
ZURIGO
17.08.2020 - 11:330
Aggiornamento : 15:35

Due 15enni morti: «Non escludiamo il delitto, ma non è la prima ipotesi»

Trovati morti in casa: si tratta di un ragazzino e una ragazzina di 15 anni

ZURIGO - «Non escludiamo la possibilità di un delitto, anche se non è l’ipotesi principale». Si è espresso così Ralph Hirt portavoce della polizia cantonale di Zurigo in merito al ritrovamento di due quindicenni in un appartamento a Zollikerberg, nel canton Zurigo. Nel corso della mattinata si è appreso che si tratta di un ragazzino e di una ragazzina di 15 anni. A lanciare l’allarme è stato un amico che viveva nello stesso appartamento, un ragazzo di 18 anni. 

«Ci ha chiamato alla centrale di polizia e ci ha raccontato che si trovava in casa assieme ai due amici, e che entrambi erano privi di vita» ha spiegato Ralph Hirt ai microfoni di 20 Minuten.

Immediatamente è partita una pattuglia della polizia, e una volta che gli agenti sono entrati nell’appartamento non hanno potuto far altro che confermare il decesso dei due giovani.

Cosa abbia causato la morte non è ancora noto. Gli inquirenti non escludono nessuna tesi, neanche quella dell’uso di sostanze stupefacenti, e nemmeno la tesi di un omicidio, anche se al momento questa non sembra essere la pista più probabile. «Stiamo valutando tutte le ipotesi, ma al momento non possiamo stabilire con esattezza cosa sia successo. Stiamo raccogliendo tutti gli indizi, contattando amici, conoscenti per poter stabilire con esattezza la causa della morte dei due ragazzini».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-23 10:28:44 | 91.208.130.87