Cerca e trova immobili

LAGO DI COSTANZANon c'è due senza tre.. Terzo tentativo di recuperare il "Säntis"

08.06.24 - 14:00
Su iniziativa della popolazione, l'associazione di salvataggio del battello effettuerà un altro tentativo. Lanciata una raccolta fondi.
Schiffsbergeverein
Fonte ats
Non c'è due senza tre.. Terzo tentativo di recuperare il "Säntis"
Su iniziativa della popolazione, l'associazione di salvataggio del battello effettuerà un altro tentativo. Lanciata una raccolta fondi.

FRAUENFELD - Il battello a vapore "Säntis", il cui relitto giace sul fondo del lago di Costanza dal 1933, sarà oggetto di un terzo tentativo di recupero. Su iniziativa della popolazione, l'associazione di salvataggio del battello ha deciso di rimettersi al lavoro.

Dopo i due primi tentativi infruttuosi, di cui l'ultimo a fine maggio, l'associazione aveva stimato che costi e rischi erano troppo elevati e che era meglio gettare la spugna.

Una quindicina di giorni fa, i freni di un argano a cavo che avrebbe dovuto calare una piattaforma di salvataggio sulla barca a 210 m di profondità si sono rotti. La piattaforma è affondata sul fondo del lago, urtando il relitto.

In una nota odierna, l'associazione rileva che visto «l'eco impressionante presso la popolazione dei tre Paesi che si affacciano sul lago», ha deciso di fare una terza prova.

Raccolta fondi . L'associazione farà appello questa volta anche a professionisti, oltre che ai volontari.

È stata lanciata una raccolta fondi tramite "crowdfunding" e in collaborazione con la banca Raiffeisen, per poter acquisire una miglior attrezzatura tecnica. Questa durerà fino a gennaio 2025. Per i primi due tentativi di recupero erano stati raccolti 250'000 franchi.

Il "Säntis" è stato fatto affondare nel 1933, perché non era più atto alla navigazione. All'epoca la rottamazione era stata esclusa perché troppo costosa. Il relitto si trova nel mezzo del lago di Costanza, tra Romanshorn (TG) e Langenargen (Germania). La nave, lunga 49 metri, navigava sul lago dal 1892 e poteva trasportare 400 passeggeri.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Pinolegnodipinocchio 1 mese fa su tio
Come spendere i soldi inutilmente, perché invece non lo si lascia in acqua

Andy 82 1 mese fa su tio
Risposta a Pinolegnodipinocchio
appunto almeno là sotto serve per l'ecosistema. A terra sarebbe inutile e dispendioso..
NOTIZIE PIÙ LETTE