Cerca e trova immobili

SVIZZERA Il Consiglio federale promuove i farmaci generici

08.12.23 - 14:03
Per l'associazione Curafutura si tratta di «un miglioramento del sistema»
Depositphotos (motorolka)
Fonte Curafutura
Il Consiglio federale promuove i farmaci generici
Per l'associazione Curafutura si tratta di «un miglioramento del sistema»

BERNA - Il Consiglio federale ha accettato l’adeguamento dei margini di distribuzione dei medicamenti con obbligo di prescrizione, aprendo la strada a un maggiore utilizzo dei generici. Lo annuncia l'associazione Curafutura in un comunicato odierno.

Stando alla stessa, l’adeguamento indurrà «un risparmio immediato di 60 milioni di franchi» e a lungo termine permetterà «un’ulteriore riduzione dei costi per diverse centinaia di milioni di franchi».

Si tratta dunque di «un significativo miglioramento del sistema», in particolare perché «viene meno l’incentivo controproducente che spinge medici, farmacisti e servizi ospedalieri ambulatoriali a prescrivere o dispensare medicamenti originali che assicurano un guadagno maggiore».

La soluzione è il frutto della collaborazione tra Curafutura, FMH/APA, H+, pharmaSuisse da un lato e il Dipartimento federale dell’interno (DFI) dall’altro.

COMMENTI
 

littli 2 mesi fa su tio
Neanche se me li regalano li accetto solo quelli originali o niente.

Emib5 2 mesi fa su tio
Risposta a littli
Little Sei male informato, un generico, per essere chiamato tale, deve essere bioequivalente e il principio attivo lo stesso, quindi anche l'effetto sarà lo stesso. Non è come la cioccolata economica che trovi nei supermercati e che non è lo stesso che consumare un buon cioccolato di marca

Galfetti 2 mesi fa su tio
Se c'è più consumo di medicamenti generici, ci sarà anche la riduzione dei premi cassa malati? oppure è tutta una farsa e i premi aumenteranno ancora?

Voilà 2 mesi fa su tio
Da quando si promuovono i generici il loro prezzo è aumentato...

Tirasass 2 mesi fa su tio
Bene ora ora, ma non basta! Il costo dei farmaci è solo uno dei tanti aspetti. Sotto anche col resto, maggiori controlli. E quel "a lungo termine " dell'articolo mi piace poco. Servono decisioni drastiche anche se limitano i guadagni della farmaceutica
NOTIZIE PIÙ LETTE