Cerca e trova immobili

NEUCHÂTELEcco il parco solare più grande della Svizzera

08.09.23 - 16:11
È entrato in funzione oggi a Cressier: i suoi 19'000 pannelli producono l'elettricità necessaria a circa duemila famiglie.
Varo Energy
I pannelli si estendono su 47'000 metri quadrati.
I pannelli si estendono su 47'000 metri quadrati.
Fonte ats
Ecco il parco solare più grande della Svizzera
È entrato in funzione oggi a Cressier: i suoi 19'000 pannelli producono l'elettricità necessaria a circa duemila famiglie.

NEUCHÂTEL - È entrato oggi in funzione a Cressier (NE) il più grande parco solare della Svizzera: 19'000 pannelli, che si estendono su 47'000 metri quadrati, producono l'elettricità necessaria a circa 2000 famiglie.

Con una capacità installata di 7,8 MW, la produzione è stimata a 8,4 GWh all'anno, si legge in un comunicato diffuso oggi da Varo Energy, società energetica attiva a livello europeo e con sede a Zugo, che ha operato in collaborazione con l'azienda elettrica romanda Groupe E e con CSEM, il centro svizzero di elettronica e di micro-tecnica di Neuchâtel.

Contemporaneamente al lancio degli impianti solari, Groupe E sta mettendo in funzione una rete di teleriscaldamento che raccoglie il calore di scarto delle attività della raffineria di Cressier per rifornire i comuni vicini.

«Siamo orgogliosi di inaugurare questi due importanti progetti di energia sostenibile», afferma il Ceo di Varo Energy DevSanyal, citato nella nota. «Sono in linea con la nostra strategia a lungo termine per accelerare la transizione energetica, riducendo al contempo le emissioni».

Il parco solare di Cressier e il sistema di recupero del calore residuo contribuiscono in modo significativo agli obiettivi ambientali del canton Neuchâtel e aumentano la produzione di energia locale e rinnovabile, gli fa eco il presidente della direzione di Groupe E Jacques Mauron, pure in dichiarazioni scritte. «Si tratta di un segnale importante per la Svizzera, che deve agire subito per prendere in mano il proprio destino energetico e ridurre la dipendenza dalle importazioni».

«Testare le nostre tecnologie di nuova generazione direttamente in un contesto di produzione industriale è una grande opportunità per il CSEM», afferma da parte sua Matthieu Despeisse, responsabile moduli solari presso l'entità neocastellana, a sua volta citato nel comunicato. «Queste analisi, effettuate a pochi chilometri dai laboratori di ricerca, ci permettono di ottenere dati precisi sulle prestazioni ottenute dalle varie innovazioni che proponiamo, in modo da poterne valutare gli sviluppi».
 
 

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Peter Parker 10 mesi fa su tio
Fino alla prossima grandinata.

Lukas82 10 mesi fa su tio
Ecco altri problemi sulla rete elettrica....

UtenteTio 10 mesi fa su tio
Mo vedremo se sul Mte Tamaro si faranno e lo spero vivamente, visto che a Bosco Gürin si è preferito affossare il progetto! Poi sono tutti bravi a fare gli ecologisti basta che l'ecologia non vada a deturpare il paesaggio, e scommetto che chi farà ricorso sarà il solito personaggio che non è mai andato sul Mte Tamaro o Bosco.

CHGordola 10 mesi fa su tio
Bella l'immagine tutta sgranata, i lettori capiscono bene cosa stanno guardando

UtenteTio 10 mesi fa su tio
Risposta a CHGordola
Meglio lasciar perdere, queste notizie in 2 ore scompaiono, perché investire tempo? Da quando usano la foto d'apertura come banner che è inguardabile, TIO ha perso di qualità.

daniele77 10 mesi fa su tio
Risposta a UtenteTio
Non può aver perso qualità, non puoi perdere qualcosa che non hai mai avuto.
NOTIZIE PIÙ LETTE