Cerca e trova immobili

SVIZZERA«Mancano i farmaci e gli animali rischiano di morire»

07.07.23 - 09:54
L’allarme arriva dalla Società dei veterinari svizzeri (SVS). E non s'intravede un miglioramento nel breve periodo
Deposit
«Mancano i farmaci e gli animali rischiano di morire»
L’allarme arriva dalla Società dei veterinari svizzeri (SVS). E non s'intravede un miglioramento nel breve periodo

BERNA - «La situazione non credo sia mai stata così grave». Le parole di Patrizia Andina, società dei veterinari svizzeri (SVS) ben descrivono la grave carenza di farmaci destinati agli animali.
Come riporta la SRF, attualmente, la scarsità di medicamenti si sta aggravando, rendendo sempre più precaria la medicina veterinaria, con le inevitabili conseguenze per gli animali, sia da allevamento sia da compagnia.
Le cause della mancanza? Sono simili sia per gli esseri umani che per gli animali. Viene prodotta una quantità insufficiente di principi attivi e le catene di approvvigionamento bloccate aggravano ulteriormente la situazione.

La carenza può portare alla morte degli animali

A partire da questa settimana, per esempio, in alcune zone della Svizzera non sono più disponibili le soluzioni di calcio per le mucche, di solito somministrate al momento del parto.
Il rischio è il manifestarsi di paralisi muscolari. «Il cuore può persino smettere di battere - continua Andina - se non viene somministrato il medicamento entro poche ore, potrebbero morire».

Senza vaccinazione, aumenta l'uso di antibiotici

Mancano anche i vaccini. Per portare in viaggio all’estero cani, gatti e furetti è necessaria almeno una somministrazione antirabbica valida. «Inoltre - precisa Andina - se non vaccinati contro determinate malattie, possono semplicemente ammalarsi e, quindi, diventa necessario trattarli con antibiotici».

La ricerca di alternative è complicata

Per i veterinari, ottenere prodotti sostitutivi è difficile perché ci sono limitazioni nell'importazione di farmaci dall'estero. «Giorno dopo giorno ci troviamo di fronte a medicamenti che non riusciamo più a ottenere - conclude Andina - Questo comporta una perdita incredibile di tempo nella ricerca di alternative». E non sembra esserci un miglioramento in vista nel breve termine.

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

ElleElle62 9 mesi fa su tio
Con i farmaci per uso umano siamo forse messi meglio?

Tracy 9 mesi fa su tio
Leggo certi commenti che fanno pensare che molti di voi non hanno capito che mancano medicinali anche per gli esseri umani in tutto il mondo. Questo problema non è da ieri ma è notevolmente peggiorato con la pandemia di Covid dovuta dalle interruzioni della produzione causate dai blocchi, soprattutto in Cina . Una tale carenza, unita a una forte ondata di contaminazione, fa sì che l'offerta non sia più sufficiente a coprire la domanda, anche in Svizzera già dall’anno scorso. La penuria di antibiotici a livello internazionale, causata dalla pandemia di COVID-19 e dalle strozzature nella produzione dei principi attivi dovute ai lockdown ancora una volta e soprattutto in Cina. Inoltre c’è una forte mancanza di trasparenza ovunque, lo dice Kostas Selviaridis, esperto della catena di rifornimento presso la Lancaster University Management School. "È un enorme problema di fondo. Non conosciamo la catena di approvvigionamento per un articolo specifico", ha affermato. Si sa molto poco su dove venga fabbricato un prodotto e su quanti fornitori siano coinvolti nel processo. "Se sai che vi è una sola fabbrica che produce la materia prima, sai anche che occorre diversificare. Ma le compagnie che fabbricano i medicinali ritengono che questa informazione sia confidenziale, un segreto commerciale….?!!! E’ evidente che c’è qualcosa che non va!

ctu67 9 mesi fa su tio
mens first pls

Maurizio61 9 mesi fa su tio
perché ci sono limitazioni nell'importazione di farmaci dall'estero? Interessi economici?

Testaingiù 9 mesi fa su tio
Sé vuoi i farmaci li puoi produrre anche in Svizzera, ma sé mancano i principi attivi ti attacchi comunque...

Gus 9 mesi fa su tio
Sarebbe peggio se a morire fossero gli umani

Sassi Patrizia 9 mesi fa su tio
Risposta a Gus
Questo è solo l’inizio dopo toccherà agli umani ☹️

PincoPalla 9 mesi fa su tio
Chissà se tra tutte le iniziative che i politici sostengono, ci sarà anche un'iniziativa per la produzione in Svizzera di farmaci poco interessanti per l'industria farmaceutica...direi che l'esigenza, tra farmaci per essere umani e veterinari, è piuttosto allarmante.

ElleElle62 9 mesi fa su tio
Risposta a PincoPalla
👏🏻👏🏻👏🏻

rosi 9 mesi fa su tio
amo gli animali ma per me non devono diventare dei "figli", parlo dei cani che ora sembrano dei bambini, curati all'eccesso. Un animale è felice quando lo si tratta da animale e non quando lo si vuole simile a noi. Quanti sono i costi per tenere un cane? Cibo, visite al veterinario, ecc. Purtroppo anche i gatti stanno facendo la stessa fine.

luganikos 9 mesi fa su tio
Risposta a rosi
E cosa c'entrano le sue affermazioni per l'articolo?

Johnnybravo 9 mesi fa su tio
Risposta a rosi
Che ragionamento è?? A parte che qui si parla di tutti gli animali, poi l'arrivolo parla di mancanza e carenza di medicamenti SALVAVITA!! Non di accessori per cani , tipo ridicoli pullover, ecc...

correttezza 9 mesi fa su tio
Risposta a rosi
è decisamente uscita dal seminato!

collo 9 mesi fa su tio
Risposta a rosi
Se prendi un animale lo tieni, lo curi bene e lo porti anche dal VET e si sa dall'inizio che ci sono dei costi.

pegis 9 mesi fa su tio
Risposta a rosi
Hai perfettamente ragione ROSI, la penso esattamente come te. Il problema é che quando vedo in strada gruppetti di 4-5-6 persone con i cani e sento qualche loro commento, sono convinto che effettivamente i cani sono molto più intelligenti di loro.

Tracy 9 mesi fa su tio
Risposta a rosi
Rosi, sono d'accordo co te che gli animali non devono essere trattati come se fossero i nostri figli ma devono essere rispettati e soprattutto considerarli come compagni meravigliosi . Per via dei medicamenti siamo tutti nella stessa barca per quanto riguarda la penuria dei medicamenti, animali come umani.

fil C73 9 mesi fa su tio
Risposta a pegis
sicuramente più di lei in quanto ad intelligenza

Johnnybravo 9 mesi fa su tio
Risposta a Johnnybravo
Volevo dire: L'articolo 🙂

rosi 9 mesi fa su tio
Risposta a luganikos
é tutto collegato, se ci fossero meno animali, cani, gatti, animali tipo canarini, ecc. anche le spese per l'acquisto di farmaci diminuirebbe. Non parlo degli animali tipo mucche, capre, maiali, pecore.

ctu67 9 mesi fa su tio
r

Dylan Dog 9 mesi fa su tio
In carenza di principi attivi, è giusto che questi siano riservati in primis per i medicamenti rivolti agli esseri umani.

Tracy 9 mesi fa su tio
Risposta a Dylan Dog
I medicamenti mancano anche per gli essere umani.
NOTIZIE PIÙ LETTE