Cerca e trova immobili

SVIZZERASpesa imprevista di 2'500 franchi? Un quinto degli svizzeri non riesce a sostenerla

02.05.23 - 11:20
È uno dei dati che emerge dall'ultima indagine sui redditi e sulle condizioni di vita effettuata dall'UST
Foto Deposit
Spesa imprevista di 2'500 franchi? Un quinto degli svizzeri non riesce a sostenerla
È uno dei dati che emerge dall'ultima indagine sui redditi e sulle condizioni di vita effettuata dall'UST

NEUCHÂTEL - In Svizzera, nel 2021, quasi un quinto della popolazione (18,9%) viveva in un'economia domestica che non riusciva a sostenere una spesa imprevista di 2'500 franchi. Per ragioni finanziarie, il 7,9% della popolazione ha dovuto rinunciare a svolgere regolarmente un'attività a pagamento nel tempo libero, il 3,5% non è riuscito a comprarsi vestiti nuovi di tanto in tanto e il 3,0% non ha potuto permettersi di incontrarsi almeno una volta al mese con la famiglia o gli amici per bere o mangiare qualcosa. Sono alcuni risultati che emergono dall'indagine 2021 sui redditi e sulle condizioni di vita (SILC) stilata dall'Ufficio federale di statistica (UST).

Il tasso di deprivazione sociale: Svizzera, dopo l'Austria, con la percentuale più bassa - Tutto questo fa quello che nel gergo delle statistiche viene definito "tasso di deprivazione materiale e sociale" e descrive la quota di persone costrette a rinunciare a importanti beni, servizi e attività sociali per ragioni finanziarie. Nel 2021 in Svizzera tale tasso era pari al 5,2% della popolazione (ca. 448 000 persone), significativamente al di sotto della media europea (11,9%). Solo l'Austria presentava un tasso più basso (4,4%). Nettamente superiori invece quelli di Germania (9,0%), Italia (11,3%) e Francia (11,4%). Il tasso di deprivazione materiale e sociale più alto era quello della Romania (34,5%), mentre quello più basso era quello svedese (3,5%).

Tenore di vita fra i più elevati in Europa - Il tenore di vita generale in Svizzera, comunque, continua a essere uno dei più elevati d'Europa ed é 2,7 volte superiore a quello greco, 1,5 volte superiore a quello italiano, 1,3 volte superiore a quello francese e 1,1 volte superiore a quello di Germania e Austria. Sono alcuni risultati che emergono dall'indagine 2021 sui redditi e sulle condizioni di vita (SILC) stilata dall'Ufficio federale di statistica (UST).

Il tasso di povertà - Nel 2021 (redditi del 2020) in Svizzera, l'8,7% della popolazione (ossia ca. 745 000 persone) era colpito da povertà reddituale. Il tasso di povertà era quindi quasi al livello di prima della pandemia di COVID-19 (2020: 8,5%; 2019: 8,7%). Come negli anni precedenti, le persone più frequentemente colpite da povertà reddituale sono quelle straniere, quelle che vivono sole o in economie domestiche monoparentali, quelle senza formazione post obbligatoria e quelle che vivono in economie domestiche che non partecipano al mercato del lavoro.

Dal 2019 il tasso di povertà della popolazione occupata è stabile al 4,2%. Quindi nel 2021 circa 157 000 persone non hanno percepito un reddito superiore alla soglia di povertà nonostante esercitassero un'attività lavorativa.

 

COMMENTI
 

Voilà 10 mesi fa su tio
E tutto questo malgrado l'UDC avanzi in tutta la Svizzera!

Jocaalje 10 mesi fa su tio
È arrivato il momento di ridistribuire la ricchezza tassando maggiormente le aziende farmaceutiche, tecnologiche… poi andare a chiedere più contributi tassando le persone benestanti… poi il premio obbligatorio della cassa malattia deve ora essere in proporzione al reddito. ORA DEVE CAMBIARE IL SISTEMA ALTRIMENTI IL BENESTANTE DIVENTERÀ SEMPRE PIÙ RICCO E IL POVERO SEMPRE PIÙ POVERO.

Eritos 10 mesi fa su tio
Risposta a Jocaalje
Beh, finché a votare ci vanno sempre e solo i soliti 4 gatti… difficilmente si cambia la cosa, purtroppo solo lamentarsi non serve più. 😅

Mattiatr 10 mesi fa su tio
Risposta a Jocaalje
Sempre colpa degli altri, ci si ricorda delle responsabilità solamente quando fa comodo. Ovviamente a nessuno viene il pensiero che forse alcune spese sono degli sprechi assoluti, eppure guai a guardarsi il proprio borsino, sempre guardare prima nelle tasche degli altri.

Milite Ignoto 10 mesi fa su tio
Risposta a Jocaalje
Giusto così…. È il mondo…. Su le manichine e pedala

Elisa_S 10 mesi fa su tio
Risposta a Jocaalje
Io sto perfortuna bene a livello finanziario e sono a favore di pagare in proporzione al reddito i costi che piu spennano le famiglie, come CM, energia ...ma però alla condizione che poi chi non paga niente non ne approfitta (CM). Quindi andrebbero fatte delle regole rigide e molti controlli. E le famiglie con poco reddito devono avere gratuitamente a disposizione un servizio comunale per potere accudire i figli e permettere una maggiore flessibilità per lavorare. La domanda da porsi e: quanti ricchi e benestanti taccagni ci sono in Svizzera, che non sarebbero mai disposti a rinunciare a una misera percentuale del proprio reddito a favore dei meno Fortunati ? Questa a mio avviso definisce la vera forza di un paese.

vulpus 10 mesi fa su tio
Risposta a Mattiatr
Condivido, ma non condivido chi continua a parlare solo di tassare, tassare , tassare. L'ente pubblico, è il più ricco di tutti e continua a mungere i cittadini. Il peggio è che poi le risorse non sono utilizzate , ma troppo spesso sprecate.

Emib5 10 mesi fa su tio
Risposta a vulpus
Forse si dovrebbe capire che i nostri governi esprimono le idee e gli obiettivi che derivano dalle maggioranze che gli elettori hanno scelto. Non piace ciò che fanno? Scegliete diversamente alle prossime elezioni.

Wwww 10 mesi fa su tio
Per o telefonino ultimo grido e macchinoni a leasing….ci sono sempre i solti….società ita…lian style puffffffat

leopold 10 mesi fa su tio
Risposta a Wwww
e dov'è il problema? gli italiani che dettano lo stile, oppure gli svizzeri che emulano? non ne farei una questione di origine, piuttosto di cultura. per Wwww un concetto forse troppo complesso...

Blobloblo 10 mesi fa su tio
Risposta a Wwww
Non per tutti è così!! Dove vivi? Poi c’è scritto 1 su 5, certo che se guardi gli altri 4…

Blobloblo 10 mesi fa su tio
E in Ticino? Mi piacerebbe sapere le percentuali, e non solo io credo

Barbiere 10 mesi fa su tio
Risposta a Blobloblo
4 su 5
NOTIZIE PIÙ LETTE