Immobili
Veicoli

ZURIGO«A causa dei nudisti, non osiamo più andare al fiume da sole»

03.08.22 - 22:00
È boom di naturalisti sulle rive del fiume Thur. E alcuni stanno disturbando la quiete pubblica.
20min/dk
Fonte 20Minuten/Daniel Krähenbühl
«A causa dei nudisti, non osiamo più andare al fiume da sole»
È boom di naturalisti sulle rive del fiume Thur. E alcuni stanno disturbando la quiete pubblica.
«Quando passiamo veniamo fissate, molestate e ci arrivano tonnellate di commenti stupidi», così due giovani donne.

ANDELFINGEN - I nudisti, ad Andelfingen (ZH), non sono una novità. Da anni nel paese è infatti attiva una comunità di naturisti che si gode il sole sulle rive del fiume Thur. Un fenomeno, questo, che non ha mai infastidito Patricia* e Selina*, due 25enni che vengono nell’area a cavalcare. Ma da inizio pandemia le cose sono cambiate: il luogo è stato pubblicizzato su siti ambigui e attraverso alcune recensioni su Google, attirando l'attenzione del popolo del web.

Sul sito di incontri sessuali “Poppen.de” qualcuno ha ad esempio indicato che sul posto ci sono «nicchie tranquille tra i cespugli per divertirsi da soli o insieme». 

Per questo motivo il luogo è ora frequentato da un numero maggiore di nudisti, che invece di occupare, come in precedenza, solo la parte bassa del fiume, ora prendono posto su tutto il tratto.

Per Selina e Patricia, che da diversi anni cavalcano nella zona, la situazione è ormai diventata «insopportabile». Al loro passaggio, raccontano, gli uomini si alzano senza vergogna e si presentano. «Veniamo fissate», spiegano, «e molestate sessualmente. Arrivano tonnellate di commenti stupidi». Per questo motivo «non osiamo più andare al fiume sole». 

Rinunciare del tutto a frequentare la zona non è però nei loro piani: «I nostri animali amano l'acqua, non vogliamo portargliela via», spiega Selina, specificando che «visto che non possiamo arrivare in ogni punto del fiume con i cavalli, ci resta solo la sezione dei nudisti». 

Le giovani, nel frattempo, hanno già sporto denuncia in polizia. Tuttavia, racconta Selina, «ci è stato detto che non si poteva fare nulla, a meno che gli uomini non ci avessero afferrato tra le gambe».

Le due 25enni non sarebbero però le uniche ad avere problemi con il comportamento di alcune persone della comunità naturista. «Recentemente, due uomini completamente nudi si sono avvicinati a un’altra cavallerizza e le hanno chiesto se potevano comprarla» Queste persone, sottolinea Selina, stanno diventando più audaci, e la domanda sorge spontanea: «Deve sempre succedere qualcosa prima di intervenire?» 

Preoccupati anche i residenti di Andelfingen: «Non lascio più i miei figli da soli sul fiume», dichiara uno di loro ai colleghi di 20Minuten. «In passato molte famiglie andavano a nuotare nella Thur. Dall'inizio della pandemia, tuttavia, ci sono molti più nudisti. Si sono sparsi per tutta la riva e vedono il luogo come un parco giochi personale».

Le lamentele, per una coppia di naturisti locali, sono comprensibili. «Ci sono stati problemi solo negli ultimi due anni, da quando Google e alcuni portali online hanno indicato il sito come naturista», afferma l'uomo (56). 

«Da quando la polizia ha effettuato controlli più frequenti sull’isolotto del Werdinsel, lungo la Limmat, queste persone sono venute qui, divertendosi tra i cespugli e presentandosi  sfacciatamente», dice l'uomo. Per questo motivo sarebbero nate discussioni tra i naturisti di lunga data e i nuovi nudisti. «Noi vogliamo solo nuotare in pace e prendere il sole. Per gli altri, si tratta di conoscere intimamente altre persone». La sua compagna (43) si dice d'accordo: «A differenza di prima, non vengo più qui da sola». 

Nel canton Zurigo, specifica la Polizia cantonale, non vige il divieto di fare il bagno nudi. Anche il comune di Andelfingen non ha emesso tale divieto, afferma il portavoce Marc Besson: «Tuttavia, se qualcuno si sente violato nella sua integrità personale, la polizia agisce».

* Nomi reali conosciuti alla redazione

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA