Immobili
Veicoli
20 Minuten
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
52 min
Benzina ancora a peso d'oro. Ecco perché
Senza piombo e Diesel restano ancora oltre i due franchi. A dispetto del prezzo del greggio in discesa. Perché?
SVIZZERA
9 ore
Sorveglianza dei cellulari, privacy a rischio
Le forze dell'ordine hanno aumentato l'utilizzo delle intercettazioni per svolgere le indagini. Qualcuno si preoccupa.
SCIAFFUSA
10 ore
Esce di strada e piomba sulla scalinata del centro commerciale
Il conducente, un 35enne, ha avuto un malore.
SVIZZERA
11 ore
Graziati dopo una truffa milionaria alle FFS
Tre dipendenti, con un loro complice esterno, hanno ottenuto una riduzione della pena grazie all’ammissione di colpa.
BELLINZONA
15 ore
FIFA, condannato l'ex segretario generale
L'ex dirigente Jérôme Valcke è stato incriminato a Bellinzona per falsità in documenti e ripetuta corruzione passiva.
SVIZZERA
15 ore
«Berna deve continuare a pagare i test»
La Commissione della sanità del Nazionale ritiene che questo sia un «pilastro fondamentale» nella lotta al Covid-19.
VAUD
16 ore
Quel duello socialista che potrebbe non esserci
Secondo indiscrezioni di stampa, Pierre-Yves Maillard e Roger Nordmann avrebbero trovato un compromesso.
FOTO
BERNA
16 ore
La Torre del Moron perde pezzi: «Fa male al cuore»
Inaugurata 18 anni fa, l'opera di Mario Botta ha subito gravi danni tra martedì e mercoledì: «Diversi scalini divelti».
VALLESE
17 ore
Operaio muore travolto da alcuni massi
L'infortunio sul lavoro è avvenuto questa mattina in un cantiere di Verbier. Nulla da fare per un 47enne portoghese.
SVIZZERA
27.02.2022 - 09:560
Aggiornamento : 13:28

«La Russia manipola la nostra opinione pubblica»

Per Viola Amherd, non tutti i commenti filorussi che circolano sul web provengono dai cittadini comuni.

«Probabilmente sono pilotati», sostiene la ministra della difesa. Il fenomeno viene monitorato da vicino dai servizi segreti.

BERNA - La Russia sta apparentemente cercando di influenzare l'opinione pubblica in Svizzera, secondo la ministra della difesa Viola Amherd. I servizi segreti stanno monitorando da vicino questo fenomeno, ha spiegato in un'intervista alla "NZZ am Sonntag".

Attualmente si vedono molti commenti filorussi su Twitter, Facebook e nei blog dei giornali online, ha detto Amherd. «Non tutti provengono dalle penne di cittadini comuni, probabilmente sono stati pilotati». «Le azioni» sono aumentate nelle ultime settimane, ha spiegato la consigliera federale. «È un pericolo per la formazione delle opinioni».

Le autorità vogliono agire contro le possibili manipolazioni «informando correttamente» e rettificando la disinformazione. «E se ci sono effettivamente dei bot al lavoro che pubblicano automaticamente commenti in rete, bisogna cancellare quei commenti», ha aggiunto.

Secondo la ministra, gli attacchi nello spazio virtuale sono il pericolo più evidente per la Confederazione in questo momento. «Nell'attuale situazione di crisi, è prioritario che la Svizzera si protegga dai ciberattacchi». Contemporaneamente le forze aeree controllano lo spazio aereo e garantiscono il rispetto della neutralità.

La Russia è stata accusata di manipolazione dagli stati occidentali diverse volte nel recente passato. Agli occhi degli americani, Mosca è responsabile di attacchi informatici negli Stati Uniti e di interferenza nelle elezioni americane.

Assicurare la sicurezza - La Svizzera, come paese neutrale, deve garantire la propria sicurezza, ha anche affermato Amherd. «In certe circostanze, la Svizzera dipenderebbe dalla solidarietà» di altri paesi, ha detto nell'intervista pubblicata oggi dalla NZZ am Sonntag. Proprio per questo è importante che la Svizzera fornisca il proprio contributo e protegga il proprio spazio aereo con mezzi autonomi.

La responsabile del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS) ritiene che se la guerra dovesse estendersi a ovest dell'Ucraina occidentale, «la situazione cambierebbe notevolmente», poiché la Russia attaccherebbe un membro della NATO. «Saremmo allora vicini a una guerra mondiale. Ma anche in questo caso, considero improbabile l'uso di armi nucleari», afferma.

Amherd è convinta che il conflitto porterà a una rimilitarizzazione dell'Europa. «La Russia si è già riarmata». Nei paesi europei membri della NATO, la discussione sull'aumento del budget per gli armamenti è in corso da tempo.

La guerra in Ucraina porterà a una maggiore consapevolezza che gli Stati devono essere in grado di difendersi militarmente da un attacco, aggiunge nell'intervista.

È la consigliera federale dell'Alleanza del Centro che ha elaborato il messaggio al parlamento sull'esercito per l'anno in corso. Il Consiglio federale lo ha licenziato il 16 febbraio. Gli aspetti principali sono un credito d'impegno di 6,035 miliardi per l'acquisto di 36 nuovi jet modello F-35A - che dovranno sostituire 55 vecchi aerei da combattimento - e uno di 1,987 miliardi per un sistema di difesa terra-aria a lunga gittata del tipo Patriot.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-06-25 09:03:11 | 91.208.130.86