Immobili
Veicoli

LUCERNAMaltrattavano i loro animali, condannata una coppia di contadini

21.02.22 - 13:53
Venti mesi di reclusione, di cui sei da scontare, per il marito, e dieci sospesi per la moglie
Deposit
Fonte Ats
Maltrattavano i loro animali, condannata una coppia di contadini
Venti mesi di reclusione, di cui sei da scontare, per il marito, e dieci sospesi per la moglie
Il bestiame non veniva curato in maniera adeguato: diversi animali erano ammalati e zoppicavano.

WILLISAU - Il tribunale distrettuale di Willisau (LU) ha condannato una coppia di contadini per maltrattamento di animali. All'uomo sono stati inflitti venti mesi di reclusione, sei dei quali da scontare, mentre la pena per la moglie è di dieci mesi sospesi. Sono inoltre state decise multe per un totale di 55'000 franchi svizzeri.

Secondo quando indicato dal tribunale, nei confronti del contadino è stata fissata una pena pecuniaria di 2'400 franchi a cui si aggiunge una multa di 35'000 franchi. Per la donna la multa ammonta a 20'000 franchi. Le sentenze non sono definitive, gli imputati hanno infatti presentato un appello.

La coppia teneva il bestiame - tra i 460 e i 630 capi, prevalentemente manzi - in otto fattorie nel cantone di Lucerna. Impiegavano 14 persone provenienti dall'est, tutti - come i contadini stessi d'altronde - senza formazione agricola.

Nel corso di un'ispezione non annunciata condotta dal veterinario cantonale nel 2017, erano state riscontrate diverse mancanze. In verifiche successive sono emerse numerose carenze, inoltre è emerso che gli animali non venivano curati e seguiti a sufficienza: diversi erano malati e zoppicavano.

I due contadini non hanno seguito le raccomandazioni del veterinario cantonale, non hanno curato gli animali malati e non hanno ovviato alle mancanze. L'uomo ha pure cercato di eludere i controlli della polizia. Ha negato in blocco tutte le accuse, sostenendo che il veterinario cantonale avrebbe agito con eccesso di zelo e avrebbe fatto di tutto per tentare di rovinare la sua attività agricola.


 
 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA