Immobili
Veicoli
20min/Michael Scherrer
ULTIME NOTIZIE Svizzera
GINEVRA
5 ore
Auto sulle bancarelle, «andava a 140 chilometri orari»
Una persona è rimasta gravemente ferita alla gamba, ma la sua vita non è in pericolo. Le testimonianze dei commercianti
GRIGIONI
8 ore
Incidente mortale sul Bernina
Tre motociclisti hanno perso la vita in uno scontro. Strada e ferrovia del trenino sono rimaste chiuse per tre ore
BERNA
10 ore
Schianto di un elicottero, stavano prelevando una mucca
Le due persone rimaste ferite nell'incidente sono due uomini di 49 e 26 anni. Un terzo pilota è invece rimasto illeso
SVIZZERA
12 ore
Gas russo. Sarà un inverno difficile anche in Svizzera?
Mosca potrebbe stringere ulteriormente i rubinetti. Questo potrebbe avere conseguenze anche per il nostro Paese?
BERNA
13 ore
Elicottero si schianta sul Wiriehorn
A bordo c'erano due persone, entrambe ferite. Una di loro sarebbe in gravi condizioni
SVIZZERA
13 ore
Croce Rossa, Barbara Schmid-Federer è la nuova presidente
L'ex consigliera nazionale resterà a disposizione per una rielezione alla presidenza fino al 2027
SVIZZERA
13 ore
Critiche al Governo, Cassis e Keller-Sutter con "l'estintore"
I due consiglieri federali, intervenuti all'assemblea dei delegati PLR, hanno smorzato le polemiche
SVIZZERA
15 ore
«Basta armi e guerra, Bruxelles deve negoziare con Putin»
In caso contrario, spiega la consigliera nazionale Magdalena Martullo-Blocher, il continente rischia una profonda crisi
SVIZZERA
15 ore
«Più cooperazione, anche con la NATO, per proteggere la Svizzera»
Il presidente del PLR Thierry Burkart favorevole anche all'acquisto di nuovi aerei da combattimento
GINEVRA
16 ore
Con l'auto tra le bancarelle del mercato, un ferito a Ginevra
Il conducente non era in condizioni tali da poter guidare. Si indaga per capire se aveva consumato alcol o droghe.
URI
18 ore
Europa, difesa e migrazione: il PLR ne discute a Andermatt
I delegati si riuniscono oggi in assemblea. Presenti anche i consiglieri federali Ignazio Cassis e Karin Keller-Sutter
SVIZZERA
19 ore
Benzina ancora a peso d'oro. Ecco perché
Senza piombo e Diesel restano ancora oltre i due franchi. A dispetto del prezzo del greggio in discesa. Perché?
SVIZZERA
1 gior
Sorveglianza dei cellulari, privacy a rischio
Le forze dell'ordine hanno aumentato l'utilizzo delle intercettazioni per svolgere le indagini. Qualcuno si preoccupa.
SVIZZERA
11.01.2022 - 10:300
Aggiornamento : 12:05

«Usiamo quei tre miliardi per ridurre i premi della cassa malati»

Secondo l'Unione sindacale svizzera (USS) non è il momento di prevedere sgravi fiscali per i grandi patrimoni

BERNA - Nell'attuale crisi del coronavirus sono quasi esclusivamente le economie domestiche con redditi bassi e medi a risentire di una perdita del potere d'acquisto. L'Unione sindacale svizzera (USS) si batterà quindi per una serie di referendum e iniziative contro l'impoverimento delle classi medio-basse.

«In questa situazione tesa la popolazione attiva dovrebbe essere sgravata. Tuttavia il Consiglio federale e il Parlamento stanno pianificando un totale di tre miliardi di franchi di sgravi fiscali per grandi patrimoni e alti redditi» ha deplorato l'USS nel corso della sua conferenza stampa annuale tenutasi oggi a Berna.

«Ingenuamente, alcuni pensavano che questa crisi avrebbe reso la nostra società più solidale. Era un'illusione o una menzogna. I potenti sanno sempre trarre profitto da una buona crisi. Il panico collettivo è sempre un vantaggio per loro» ha dichiarato ai media il presidente dell'USS Pierre-Yves Maillard.

Giovani e anziani - Grazie alla riduzione dell'orario di lavoro e altre garanzie salariali si è evitato un disastro e la disoccupazione è in calo da alcuni mesi, ha sostenuto l'organizzazione sindacale. Eppure sono rimaste tracce dolorose, soprattutto per i dipendenti con redditi più bassi nonché i giovani e gli anziani.

Secondo l'USS, la ripresa non è percettibile tra gli ultrasessantenni. Di questi si contano ancora più disoccupati rispetto a prima della crisi. D'altro canto, circa 25'000 persone di età compresa tra i 15 e i 24 anni sono meno retribuite rispetto al periodo precedente la pandemia di coronavirus. La ripresa ha generato molti posti a rischio. Ad esempio, il numero di dipendenti temporanei è aumentato di oltre il 10% lo scorso anno.

Proroga del lavoro ridotto - Stando all'USS, l'onere dei premi delle casse malattie è diventato insopportabile per molti. In termini reali, dal 2016 al 2022, i salari sono cresciuti soltanto dello 0,2% all'anno e sono in ritardo rispetto allo sviluppo economico. Sono necessari aumenti salariali generali e una tredicesima mensilità per tutti. A causa della variante Omicron del Covid-19, il Consiglio federale dovrebbe estendere le garanzie salariali e prorogare il lavoro ridotto.

Nella politica in materia di redditi e fiscale occorrono miglioramenti per le economie domestiche con redditi medio-bassi anziché sgravi fiscali per la classe superiore, ha sostenuto l'USS. A suo avviso, i quasi tre miliardi di riduzioni fiscali previsti dovrebbero confluire in riduzioni dei premi delle casse malati.

Necessità di agire in fatto di pensioni - L'USS vede pure la necessità di agire nell'ambito della previdenza per la vecchiaia. Con l'introduzione del modello dei tre pilastri 50 anni or sono venivano erogate rendite AVS che garantivano un'esistenza dignitosa, nonché casse pensioni con chiare garanzie di rendimento e una compensazione dell'inflazione. Le rendite delle casse pensioni dovrebbero consentire il mantenimento dell'attuale tenore di vita.

Ma oggi si è sempre più lontani da questo obiettivo costituzionale. L'AVS, secondo l'USS, non assicura più il sostentamento e le rendite delle casse pensioni continuano a diminuire. I futuri pensionati avranno sempre di meno di cui poter vivere.

«Il 2022 sarà pertanto l'anno della democrazia diretta e della mobilitazione» ha affermato Pierre-Yves Maillard. «Questa è la sola risposta possibile a ciò che sta capitando davanti a noi. Cercheremo, con i cittadini svizzeri, di ridare buon senso al Parlamento e di convincere i partiti di destra a negoziare e a cercare delle soluzioni equilibrate».

Menù sostanzioso - L'USS lancia dunque un referendum contro l'aumento dell'età pensionabile delle donne e combatterà i progetti di portare a 66 anni e più l'età della pensione per tutti. L'organizzazione sindacale sostiene pure il referendum contro l'abolizione della tassa di bollo sull'emissione di capitale proprio, su cui si voterà il 13 di febbraio.

L'organizzazione appoggia inoltre il referendum contro il progetto che mira ad abolire l'imposta preventiva (35%) sugli interessi svizzeri, accettato dal Parlamento durante la sessione invernale. Oltre a ciò, l'Unione sindacale svizzera lancerà un'iniziativa per trasferire una parte dei benefici non distribuiti della Banca nazionale verso l'AVS.

La sinistra e i sindacati si batteranno pure in Parlamento e davanti al popolo in favore dell'iniziativa popolare del PS “Al massimo il 10 per cento del reddito per i premi delle casse malati (Iniziativa per premi meno onerosi)”. Infine, l'USS prepara la sua campagna per una tredicesima AVS e contro la revisione perenne delle rendite.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-06-26 03:39:43 | 91.208.130.89