20min/Marvin Ancian
SVIZZERA
04.09.2021 - 08:000
Aggiornamento : 11:33

Ecco quanto sono efficaci i vari trattamenti anti-Covid

La taskforce scientifica nazionale fa il punto sui farmaci disponibili. Il desametasone riduce la mortalità

BERNA - Non esiste ancora la cura definitiva per i malati di Covid-19. Ma sono stati condotti o sono in corso migliaia di studi clinici per stabilire l'efficacia di decine di trattamenti. Nel frattempo è confermato che il desametasone (è il trattamento standard in Svizzera per le persone ricoverate) riduce la mortalità, con una diminuzione fino al 34% per i casi critici. Lo si evince un recente resoconto della taskforce scientifica nazionale, che fa il punto sull'efficacia dei principali farmaci.

Il Remdesivir sembra invece ridurre la durata di convalescenza e di ospedalizzazione nei pazienti affetti da Covid-19, senza avere però effetti sulla mortalità. Tale farmaco - lo sottolinea ancora la task force - non è usato sistematicamente in Svizzera.

Studi recenti indicano una riduzione significativa della mortalità, stimata al 15%, per il tocilizumab.  Nei casi in cui un paziente con insufficienza respiratoria non risponde rapidamente al desametasone, l'Organizzazione mondiale della santià (OMS) ne raccomanda l'impiego.

Altri trattamenti non hanno mostrato un chiaro miglioramento in generale, ma potrebbero essere presi in considerazione in alcune situazioni, soprattutto in base all’imminente pubblicazione dei risultati degli studi. Gli anticoagulanti non hanno dimostrato di essere efficaci nei casi gravi di Covid-19, ma gli studi suggeriscono un possibile effetto positivo sulle forme lievi. La trasfusione di plasma prelevato da persone guarite sembra poter avere un effetto positivo soltanto se eseguita precocemente e in pazienti con basse difese immunitarie.

Gli anticorpi monoclonali sono utili quando, subito dopo la diagnosi, si sospetta un decorso grave della malattia in pazienti particolarmente fragili. Potrebbe essere un vantaggio prescrivere questi farmaci biologici ai pazienti ospedalizzati quando non hanno avuto il tempo di sviluppare le proprie difese, secondo la taskforce.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Luganese 1 mese fa su tio
Perché non avete pubblicato il mio commento?
tommaso.guariglia 1 mese fa su tio
Ivermectina no?
Giuggiola83 1 mese fa su tio
Zyesami/Aviptadil , prodotto svizzero . Cura negli USA e qua manco viene preso in considerazione!! Per la questione casa anziani: mi spiace dirlo ma fanno il lavaggio il cervello, come possono stabilire sia stato un dipendente non vaccinato? Potrebbe invece essere un vaccinato che come al solito crede d essere immune e non rispetta le regole!! Ho chiamato un anziana che sta lì, che ovviamente non legge ecc e mi ha detto “dicono sia stato un non vaccinato” . Vorrei davvero sapere su che basi vengono diffuse queste informazioni …. Questo dimostra che viene sempre diffuso ciò che fa più comodo. Io mi sono ammalato di COVID nonostante attenzioni quasi maniacali, quasi non uscendo di casa e non so come L ho preso. Li invece lo sanno? No comment .
Elisa_S 1 mese fa su tio
...meglio il vaccino...
Gus 1 mese fa su tio
Purtroppo certi medici di famiglia non si aggiornano su questo tema. Eviteremmo diversi decessi
Fkevin 1 mese fa su tio
Nessuno. A quanto pare pure l'OMS ha cancellato qualche articolo che il sistema immunitario e gli anticorpi non funzionano. Ci vogliono solo vaccini e basta, ma tutti gli anni di scienza, di virologia ecc....buttati nel gabinetto. Le nozioni di base su come il nostro corpo reagisce ai virus non esistono più. l'OMS ha fatto un bel lavoro con il vaiolo, ma poi se per interessi economici o chi lo sa, siamo tutti in balia a livello politico/economico e neanche più scientifico. Ancora a credere che i vaccini aiutano quando pure Fauci inizia ad avere dubbi (vedi covid usa). Non c'è niente da fare, ci fidiamo delle big pharma e della politica. Tutto il resto (il nostro sistema immunitario ecc), buttiamoli nel crematorio.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-25 17:46:45 | 91.208.130.87