Imago
SVIZZERA
10.08.2021 - 16:360

Contadini in allarme per il lupo

L'USC chiede che le domande di abbattimento siano evase più rapidamente

BERNA - Le domande concernenti abbattimenti di lupi vanno approvate rapidamente e senza abusi amministrativi. È quanto esige l'Unione svizzera dei contadini (USC), secondo cui devono inoltre essere trovate nuove soluzioni per arrestare la crescita della popolazione di questo predatore.

Alcuni animali da reddito in Vallese e nei Grigioni sono già stati riportati a valle, in quanto la loro sicurezza non poteva essere garantita nemmeno con misure di protezione, spiega l'USC in un comunicato odierno. Queste ultime sono peraltro sia costose sia talvolta inefficaci.

I recenti attacchi avvenuti a opera di lupi, nel Giura e nei Grigioni, mettono in luce la minaccia rappresentata dall'aumento degli esemplari e dei branchi per l'economia alpestre, prosegue l'organizzazione. Anche greggi e mandrie protette si sono viste aggredite dall'animale.

Per di più, il ricorso a cani da guardia e il comportamento più timoroso delle mucche da latte costituiscono dei pericoli per gli escursionisti. L'USC si attende dunque che Parlamento e Confederazione elaborino nuove disposizioni legali per regolare le popolazioni di lupi in maniera mirata e sostenere gli allevatori colpiti.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-25 19:33:34 | 91.208.130.89