20 min / Mattias Spicher
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
5 ore
Omicron: primo caso sospetto in Svizzera
L'Ufsp sta svolgendo accertamenti su una persona rientrata dal Sudafrica una settimana fa
SVIZZERA
9 ore
Più di 200 pazienti già in terapia intensiva
La nuova variante Omicron non è ancora stata rilevata in Svizzera
SVIZZERA
9 ore
Predatori, inquilini, stranieri: le votazioni negli altri cantoni
In 10 cantoni i cittadini si sono espressi su oggetti locali. Ecco i risultati
SVIZZERA
9 ore
«L'odio e la rabbia non appartengono alla Svizzera»
Quello della Legge Covid «è il miglior risultato mai raggiunto da una legge posta sotto referendum», così Berset.
ZUGO
11 ore
L'albero di natale in macchina, la multa all'autista
L'appello della polizia: «Bisogna fare attenzione che il carico non ostruisca la visuale»
VALLESE
13 ore
Il Vallese dice sì all'iniziativa per l'abbattimento facilitato dei grandi predatori
L'esito dello scrutinio non ha riservato sorprese, ma il margine di manovra del cantone è risicato
SVIZZERA
14 ore
Camici in aria, approvata l'iniziativa sulle cure infermieristiche
Il risultato è apparso chiaro sin dai primi risultati: è un trionfo dei favorevoli.
SVIZZERA
14 ore
Sorteggio per eleggere i giudici? Niente da fare
Il 68,1% dei cittadini svizzeri ha deciso di mantenere il sistema attuale
SVIZZERA
14 ore
Fine dei giochi, la Legge Covid trionfa con un netto sì
Il 62% degli svizzeri ha approvato il testo. Alto tasso di consensi anche in Ticino.
FOTO
SVIZZERA
14 ore
Palazzo federale blindato per il voto
Misure di protezione mai viste a Berna in vista del voto odierno sulla Legge Covid-19.
SVIZZERA
16 ore
«La nuova variante si diffonderà presto o tardi anche in Svizzera»
Al momento Tanja Stadler non si sbilancia su un'eventuale maggior pericolosità di Omicron.
SVIZZERA
17 ore
In attesa del voto, «basta con le ostilità»
Grande successo per l'appello lanciato dalla Società svizzera di utilità pubblica settimana scorsa.
SVIZZERA
17 ore
«Venga introdotta la regola del 2G»
Nel giorno della votazione sulla Legge Covid-19, sale la pressione sulle persone non vaccinate.
SVIZZERA
19 ore
Vaccino dai cinque anni in su: «Siamo in ritardo»
In Svizzera, contrariamente all'UE, i bambini sotto i 12 anni non possono ancora vaccinarsi.
SVITTO
1 gior
Auto nel pendio, un morto
Grave incidente ieri pomeriggio a Muotathal. Due feriti e un decesso
SVIZZERA
1 gior
Noto attivista Corona-scettico finisce in cure intense con il virus
Il 66enne François de Siebenthal si è opposto pubblicamente alle disposizioni sanitarie decise dal Governo federale.
GRIGIONI
1 gior
Non ce l'ha fatta il parapendista caduto ad Arosa
Il 75enne è spirato ieri in ospedale a causa delle serie ferite riportate nell'incidente di domenica scorsa.
FOTO
SVIZZERA
1 gior
«Tutte le persone presenti su quell'aereo devono testarsi»
L'UFSP ha scritto un SMS a tutti i passeggeri del volo atterrato questa mattina a Zurigo e proveniente da Johannesburg.
SVIZZERA
1 gior
Cassis ha sentito il ministro degli esteri cinese al telefono
Dopo il guasto che lo ha lasciato a piedi, il consigliere federale ha avuto un «buon colloquio» con Wang Yi.
SVIZZERA
1 gior
Nuove Covid-restrizioni a Neuchâtel e San Gallo
Nel cantone romando scatta l'obbligo di mascherina in musei, cinema e chiese. Fortemente raccomandato il telelavoro.
SVIZZERA
27.06.2021 - 14:150
Aggiornamento : 19:54

Ci troveremo ad affrontare una nuova ondata in autunno?

Diversi esperti prevedono un «mix esplosivo» provocato da vacanze estive, variante Delta e restrizioni più blande.

Andreas Cerny: «L'avvento di una quarta ondata è inevitabile». Volker Thiel: «Il 30% di non vaccinati è sufficiente per far aumentare il numero di casi, soprattutto vista la maggior contagiosità della variante Delta».

Fonte Bettina Zanni / 20 Minuten
elaborata da Adriano De Neri
Giornalista

BERNA - Da sabato 26 giugno la Svizzera respira una nuova normalità. Ma sugli allentamenti decisi dal Consiglio federale a seguito dell'evoluzione favorevole della pandemia aleggia lo spettro della variante Delta.

La mutazione, scoperta per la prima volta in India, sta infatti avanzando in tutto il Vecchio Continente e diventerà predominante entro fine agosto. «Bisogna tenere alta la guardia», aveva avvertito il ministro della sanità Alain Berset, ricordando che «tutti entreremo in contatto con il virus, o attraverso il vaccino o per contagio». Berset si aspetta un'altra ondata nelle persone non vaccinate quest'autunno. «La variante Delta è di gran lunga quella che ci preoccupa di più al momento», ha invece spiegato Patrick Mathys, capo della sezione gestione delle crisi dell'Ufsp. Vi è preoccupazione anche nelle parole del presidente dei direttori cantonali della sanità Lukas Engelberger che ha ricordato come la Svizzera si fosse dimostrata ottimista anche un anno fa. «E in autunno vi fu il brusco risveglio. Non può succedere una seconda volta».

Quarta ondata già in agenda - È ancora più esplicito l'epidemiologo ticinese Andreas Cerny che in un'intervista alla SonntagsZeitung vede un solo scenario possibile con questi allentamenti, ovvero l'avvento di una quarta ondata. L'esperto cita poi l'esempio di Israele, da cui la Svizzera dovrebbe «imparare qualcosa». «Le distensioni adottate da Israele erano troppo precoci e troppo ampie per una copertura vaccinale del 60%», ricorda Cerny che avrebbe auspicato una riapertura più lenta anche nel nostro Paese.

Mix esplosivo - Gli allentamenti, le vacanze estive e il diffondersi della variante Delta sono per Cerny «un mix esplosivo» che porteranno a una nuova, inevitabile, ondata di contagi. «Se il numero di casi dovesse aumentare di nuovo, si dovranno adottare provvedimenti mirati», assicura l'epidemiologo, avvertendo che anche con un tasso di vaccinazione del 70%, gli ospedali e i reparti di cure intense potrebbero riempirsi di nuovo in autunno se il numero di casi dovesse crescere senza controllo. Tesi che viene avvalorata anche dal virologo e membro della Task Force elvetica Volker Thiel. «Il 30% di non vaccinati è sufficiente per far aumentare il numero di casi, soprattutto vista la maggior contagiosità della variante Delta». Anche per questo la Confederazione ha deciso di rivedere al rialzo l'obiettivo della campagna vaccinale, puntando all'80% di vaccinati.

Bimbi a rischio - I bambini, in particolare, saranno indifesi contro il virus, visto che difficilmente verranno vaccinati entro l'autunno. Ecco perché il virologo raccomanda ai genitori di trattare il tema della vaccinazione con i propri figli. «Secondo me - conclude l'esperto - i rischi dovuti all'infezione nei bambini sono maggiori rispetto a quelli di una vaccinazione.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
SteveC 5 mesi fa su tio
Avanti tutta con il terrorismo mediatico :-(
Don Quijote 5 mesi fa su tio
L'unica ondata probabile in autunno è quella della fobia corona virus!
lollo68 5 mesi fa su tio
Ma quando c'è stata la terza ondata?😇🤭
Wunder-Baum 5 mesi fa su tio
speriamo di no. quest'anno, malgrado la vaccinazione rimango in Svizzera. Vedo però che tanta gente va all'estero, non so veramente cosa dire.
Meck1970 5 mesi fa su tio
sicuro che in autunno aumenteranno nuovamente le cifre. Ce troppa gente che se ne frega su tutto quello che è successo. ci sono troppi raggruppamenti. Eppure i morti ci sono stati ....
Meck1970 5 mesi fa su tio
spero di no, ma come si sta liberando tutto, ho paura che sarà peggio di prima. Troppe ammucchiate e troppa gente che se ne frega di tutto quello che è successo
Wunder-Baum 5 mesi fa su tio
bene, pazienza zero, le vacanze son prioritarie
egi47 5 mesi fa su tio
Ci stiamo suicidando. Abbiamo perso completamente la testa per salvare dei settori dove si muore normalmente già più che in altri posti, tipo (discoteche).
pillola rossa 5 mesi fa su tio
la Confederazione ha deciso di rivedere al rialzo l'obiettivo della campagna vaccinale, puntando all'80% di vaccinati... Il vaccino favorisce l'insorgere di varianti, analogamente allo sviluppo dei batteri resistenti agli antibiotici
MrBlack 5 mesi fa su tio
@pillola rossa …vero…e mi auguro che visto che lo dici…sai anche perché…e quindi capisci benissimo che non usare i vaccini non è una alternativa per debellare il virus. E sai anche che i vaccini non favoriscono la “nascita” delle varianti…perché si creano comunque…ma solamente la loro proliferazione. Magari importante che lo dici perché da quello che scrivi si capisce ben altro.
spit 5 mesi fa su tio
@pillola rossa Veramente il vaccino prevenirne le varianti. Più il virus circola più può mutare, più muta più alta la possibilità di trovarsi con una variante “tosta”. Il vaccino impedisce/limita la diffusione del virus; meno il virus circola, meno muta e più bassa la probabilità di varianti pericolose. Tu confondi virus con batteri: il primo si cura con antivirali, il secondo con antibiotici (cui i batteri possono sviluppare resistenza)
Ste56 5 mesi fa su tio
@pillola rossa Immagino tu sia uno dei più esperti virologhi del mondo...
pillola rossa 5 mesi fa su tio
@Ste56 Osservo
mastermi 5 mesi fa su tio
@Ste56 osservando che da mesi pubblicizzano di avere gia' comperato per il 2022 oltre 7 milioni di dosi di vaccino credo che sia inevitabile la nuova ondata.....o la nuova variante etc
Ro 5 mesi fa su tio
Non bisogna essere degli esperti per capire che in autunno 2021 ci sarà un’altra ondata. Basta guardare cosa è accaduto in Gran Bretagna, in Australia e ora in Israele. Qui o tutti si fanno una regolata per davvero o finiamo a richiudere e ad avere anni durissimi. Anche se non sono mai stato d’accordo credo che se tutti non si vaccinano la situazione non potrà migliorare. Se poi pensò che potrebbe insorgere una variante più potente ….. . Ho scritto quello che pensò arrivati a questo punto anche se a malincuore. Mah !
Ro 5 mesi fa su tio
Non bisogna essere degli esperti per capire che in autunno 2021 ci sarà un’altra ondata. Basta guardare cosa è accaduto in Gran Bretagna, in Australia e ora in Israele. Qui o tutti si fanno una regolata per davvero o finiamo a richiudere e ad avere anni durissimi. Anche se non sono mai stato d’accordo credo che se tutti non si cacciano la situazione non potrà migliorare. Se poi pensò che potrebbe insorgere una variante più potente ….. . Ho scritto quello che pensò arrivati a questo punto anche se a malincuore. Mah !
Tio1949 5 mesi fa su tio
Si si,fate bene. Portatevi avanti,bravi!!
seo56 5 mesi fa su tio
Visto gli ignoranti che ci sono in giro é poco ma sicuro..
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-11-29 03:01:32 | 91.208.130.89