Tipress (foto d'archivio)
Secondo Cerny le riaperture in Svizzera avrebbero dovuto avvenire più lentamente.
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Ginevra
52 min
Covid, dopo i vaccini si punta ai rimedi da banco
Alcuni sono già raccomandati, altri in fase avanzata, mentre altri ancora sono già stati scartati
SVIZZERA
2 ore
Tonnellate di CO2 in meno... solo allungando la vita dei prodotti
Ha luogo oggi la seconda edizione del Secondhand Day, per sensibilizzare gli svizzeri sui propri consumi
ZURIGO
2 ore
«Non siamo no-vax, siamo contro le restrizioni»
Ha avuto luogo oggi pomeriggio una manifestazione autorizzata contro le misure anti Covid
Svitto
3 ore
Un contadino muore sotto il suo mezzo agricolo
Il veicolo si è capovolto mentre raccoglieva l'erba tagliata
TURGOVIA
3 ore
I cavolfiori finiscono sui binari
Un curioso incidente ha interrotto la linea ferroviaria tra Wil e Weinfelden, oggi pomeriggio
SVIZZERA
6 ore
Gratis o no: altre due settimane di litigi
Il governo ha rimandato al 10 ottobre la decisione. I partiti e la popolazione sono spaccati
SVIZZERA
8 ore
È esplosa la corsa ai test
La richiesta è raddoppiata con l'obbligo del certificato Covid. E il governo teme che non si arresterà
Lucerna
8 ore
Schianto frontale in moto, grave una 17enne
La collisione ha coinvolto altri due motociclisti che si trovavano sulla strada
SVIZZERA
10 ore
Oggi gratis, domani a 75 franchi?
Il test antigenico potrebbe diventare a pagamento dall'11 ottobre. Gli addetti ai lavori speculano sui possibili prezzi
ZURIGO
10 ore
Al rettore non piace il certificato
All'università di Zurigo l'accesso è vietato agli studenti senza pass. «Una scelta dolorosa» per Michael Schaepman
SVIZZERA
12 ore
Test in regalo da Maurer
Antigenici gratuiti fino alla revoca del certificato Covid: questa sarebbe la posizione del ministro UDC
SVIZZERA
27.06.2021 - 08:490

«Impariamo da quanto sta accadendo ora in Israele»

L'epidemiologo Andreas Cerny auspicava una riapertura più lenta in Svizzera.

L'esperto preoccupato dalla combinazione tra vacanze, misure più blande e la variante delta: «Un mix esplosivo».

BERNA - Israele è stato tra i paesi più veloci a vaccinare contro il Covid-19, ma il successivo allentamento delle misure di protezione è arrivato troppo presto. Lo sostiene l'epidemiologo Andreas Cerny in un'intervista pubblicata oggi dalla SonntagsZeitung. «Dovremmo imparare qualcosa da ciò», avverte.

«Le distensioni adottate da Israele erano troppo precoci e troppo ampie per una copertura vaccinale del 60%», secondo Cerny. Per quanto riguarda la Svizzera, l'epidemiologo avrebbe auspicato una riapertura più lenta di quella decisa dal Consiglio federale e che è entrata in vigore ieri.

Gli allentamenti, l'estate con le vacanze e altri eventi, come pure la diffusione della variante delta sono «un mix esplosivo», afferma con preoccupazione Cerny. Un aumento dei casi e una quarta ondata sono cosa praticamente sicura.

Le discussioni che hanno avuto luogo nell'estate e nell'autunno del 2020 sul rafforzamento delle misure sanitarie e sulle nuove chiusure ritorneranno. Se il numero di casi aumenterà di nuovo, si dovranno adottare provvedimenti mirati, assicura l'epidemiologo.

Se il numero di casi dovesse crescere senza controllo in autunno, anche con un tasso di vaccinazione del 70%, gli ospedali e le unità di terapia intensiva potrebbero essere nuovamente sovraccarichi, avverte Cerny. Un modo per limitare il rischio è quello di avere eventi a cui si può accedere solo con un certificato Covid, aggiunge.

Israele ha inasprito venerdì le misure sanitarie. L'obbligo di indossare una mascherina nei luoghi al chiuso - eliminato a metà mese - è tornato in vigore. Lunedì, per la prima volta da aprile, Israele ha registrato più di 100 nuovi casi in un giorno.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Nmemo 3 mesi fa su tio
In Ticino, certi esercizi pubblici sono sovraffollati per le partite degli europei. Quando gioca l’Italia il vociare per l’intera partita e dopo, è da curva da stadio. L’allentamento delle misure in materia di covid-19 su certe terrazze autorizzate per 16 posti, ma con 50 persone per di più sotto un tendone e circondato da muri come in una fossa, non lascia PRESAGIRE NIENTE DI BUONO. Inoltre l’autorità, considerato che le disposizioni covid-19 sono state abrogate, dovrebbe imporre i limiti di legge in rapporto alle unità autorizzate negli esercizi pubblici, utilizzando, come ora consentito, le unità autorizzate gli spazi interni.
Don Quijote 3 mesi fa su tio
Ma per quanto tempo dobbiamo sentire le paturnie di questi pseudo esperti del nulla. Le persone a rischio sono vaccinate, l'aumento dei casi attuali in Israele e in Regno Unito non comportano ospedalizzazioni perché si tratta di gente giovane, sana ed immune, come lo è il 95% della popolazione mondiale. Comincio a pensare che il virus abbia intaccato la già poca intelligenza e buon senso di una importante fetta di popolazione! I virus sono costretti a mutare quando incontrano resilienza nella popolazione ospite.
egi47 3 mesi fa su tio
Ci vuole molto per capire che se si vuole sconfiggere questo maledetto virus bisogna azzerare i contagi e quindi più restrizioni? E' molto difficile farlo capire con i cervelli di oggi.
Shion 3 mesi fa su tio
Infatti l'uomo merita punizioni di magnitudine molto più grandi e magari anche così non cambierà le sue scelte di vita, perché non comprende il significato di responsabilità individuale.
Viperus 3 mesi fa su tio
Basta terrorizzare la gente adesso...ormai non vi crede piú nessuno....
Ste56 3 mesi fa su tio
Ha perfetamente ragiono il Dott. Cerny. La copertura vaccinale per essere efficace contro la prossima ondata dovrebbe essere molto più alta di quanto è ora e purtroppo anche di quanto lo sarà nel prossimo autunno. Chi per varie ragioni rifiuta di farsi vaccinare ora sarà suo malgrado corresponsabile dei danni, materiali e umani, che la pandemia farà prossimamente. Sostenere l'idea un po' complottista e dogmatica e che il vaccino sia dannoso non tiene per niente conto delle sofferenze che questa attitudine causerà. Dopo due secoli di pratica vaccinale non abbiamo imparato niente.
pillola rossa 3 mesi fa su tio
@Ste56 Mai state così tante trombo-embolie nei giovani e in età media, ma poco importa. Perdere un figlio a 18 anni fa parte del senso di responsabilità verso la società. Che poi i giovani muoiano più di effetti collaterali che di malattia stessa e che la loro fertilità è distrutta è un dettaglio trascurabile.
loreen 3 mesi fa su tio
in realtà in Svizzera non sono mai state rispettate le misure anti covid; siamo partiti tardi negando l'evidenza dei fatti che stavano accadendo in tutto il mondo e invece di obbligare tutte le categorie a contatto con il pubblico (forze dell'ordine e operatori sanitari) si è preferito mettere a rischio tutti indistintamente e poi si è optato per mettere le forze dell'ordine fuori dalle strutture sanitarie come a voler far credere che gli untori potessimo essere tutti noi. Dopo aver fatto dilagare senza controllo la pandemia e aver fatto vaccinare tutti; ci si chiede se gli allentamenti fossero giusti o sbagliati. Bastava vietare gli spostamenti fuori Nazione per almeno altri 2/3 mesi e il problema poteva essere meglio gestito e invece .... esattamente come il telelavoro; viene tra l'altro da chiedersi per quale motivo non vi sia l'obbligo fisso di lavorare da casa per alcune categorie che sinceramente non hanno davvero motivo di mettersi in coda ogni giorno per lavorare in ufficio esattamente come non si comprende il motivo di tenere aperti negozi d'abbigliamento e centri commerciali che da sempre sono vettori di virus e sinceramente guardando cosa succede altrove con Amazon che ti consegna tutto sulla porta di casa in 24 ore è chiaro che dobbiamo rivalutare il nostro sistema economico tanto obsoleto invece di continuare a navigare inutilmente controcorrente
Ro 3 mesi fa su tio
Qualcuno che ragiona c’è ancora. Comunque ora che i buoi sono fuori dalla stalla …. Probabilmente l’autunno/inverno non sarà che la ripetizione del 2020.
Blobloblo 3 mesi fa su tio
Strano, non era la salvezza il vaccino??? E invece.... Money money!!! Ennesima fregatura!!! Bravi!!!
Blobloblo 3 mesi fa su tio
Strano, non era la salvezza il vaccino??? E invece.... Money money!!! Ennesima fregatura!!! Bravi!!!
Gio58 3 mesi fa su tio
Questi "esperti" non sanno un cippa!! Farebbero meglio a state zitti.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-25 20:53:05 | 91.208.130.89