Keystone
BERNA
04.06.2021 - 14:120

Qualcuno spiffera le misure anti Covid ai media: il Dipartimento federale dell'interno sporge denuncia

Il Ministero pubblico della Confederazione ha aperto un procedimento penale, per ora contro ignoti.

BERNA - Da mesi alcuni media elvetici vengono a conoscenza delle misure anti Covid decise dal Consiglio federale prima che il governo le annunci. Il Dipartimento federale dell'interno (DFI), diretto dal consigliere federale Alain Berset, ha pertanto sporto denuncia penale contro ignoti per violazione del segreto d'ufficio.

Già a gennaio il DFI ha presentato una denuncia penale presso il Ministero pubblico della Confederazione (MPC), ha indicato oggi all'agenzia Keystone-ATS il portavoce del dipartimento Peter Lauener, confermando quanto scritto in un articolo del "Blick" online. Lo scorso 8 marzo l'MPC ha aperto un procedimento penale, ancora in corso, contro ignoti per sospetta violazione del segreto d'ufficio, ha spiegato la procura federale a Keystone-ATS, senza tuttavia fornire ulteriori informazioni.

Le fughe di notizie dai dipartimenti federali e pubblicate sui media sono già oggetto d'inchieste: sabato scorso è stato reso noto che il Consiglio federale ha sporto denuncia per le indiscrezioni relative all'abbandono delle trattative per un accordo istituzionale con l'Unione europea. Nella fase finale dei negoziati, alcuni media avevano diffuso i contenuti di documenti interni. Anche in quel caso l'MPC ha confermato l'apertura di un procedimento contro ignoti per sospetta violazione del segreto d'ufficio.
 
 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-17 03:28:08 | 91.208.130.89