tipress
SVIZZERA
13.05.2021 - 18:040

La spesa oltre confine? Sì, ma in Germania

Il governo tedesco ha aperto le porte al turismo di giornata (e dello shopping). Quello italiano invece temporeggia

I frontalieri del carrello ticinesi dovranno aspettare ancora qualche settimana. A meno che non vogliano attraversare la Svizzera e puntare a nord

BERNA - Via libera al turismo mordi-e-fuggi. Ai confini della Svizzera si allentano le restrizioni alla circolazione delle persone, e gli amanti dello shopping oltre frontiera possono - dopo mesi - dare libero sfogo ai propri istinti. La notizia non riguarda il Ticino (per ora) ma la Svizzera tedesca, dove sta rimbalzando sulle prime pagine dei principali media.

Mentre ieri il Consiglio federale annunciava le proposte di allentamento per fine maggio, un altro governo federale, quello tedesco, ha preso una decisione importante per gli svizzeri residenti nella fascia di confine nord: potranno recarsi in Germania senza tampone e senza quarantena, per soggiorni inferiori alle 24 ore. 

Berlino ha modificato le regole d'ingresso, mantenendo l'obbligo di tampone unicamente per le persone provenienti da paesi a rischio (la Svizzera non è fra questi) e per i soggiorni lunghi. 

Anche il ministro della Sanità del Baden-Württemberg, Manne Lucha, ha preannunciato che «nel traffico frontaliero con la Francia o la Svizzera ci sarà di nuovo un po' più di normalità». La disposizione federale parla chiaro: nei soggiorni inferiori a 24 ore «si può presumere che la probabilità di infezione sia bassa» per cui gli svizzeri possono entrare in Germania per motivi turistici, senza restrizioni.  

Per quanto riguarda il fronte italiano, la situazione appare più incerta. Oggi il presidente del consiglio Mario Draghi, in un incontro con i partiti, ha frenato sulla possibilità di estendere a breve il coprifuoco alle 23 (attualmente è alle 22). Stando al Corriere della Sera, i centri commerciali dovrebbero potere riaprire nei weekend a partire dalla fine di maggio nella vicina Penisola. 

Ma per poterne usufruire i clienti ticinesi devono armarsi di pazienza. Il nuovo decreto che - stando a indiscrezioni - dovrebbe revocare le attuali limitazioni ai movimenti con l'estero, arriverà non prima del 24 maggio. Draghi oggi ha ribadito che «far ripartire il turismo resta assolutamente una priorità».  

 

 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-08-04 18:20:01 | 91.208.130.89