Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
53 min
I centri commerciali hanno perso un miliardo a causa della pandemia
Nei quasi 200 "paradisi dello shopping" svizzeri la flessione del fatturato nel 2020 è stata in media del 5,8%.
BERNA
2 ore
Coronavirus: task force ottimista
L'incidenza di varianti più preoccupanti, come la Delta, continua a essere molto contenuta e i numeri calano.
BELLINZONA
4 ore
Estremisti islamici, la difesa chiede l'assoluzione
Queste le parole di uno degli imputati: «Ero pronto a morire e a commettere attentati, ma quella è storia antica».
GRIGIONI
5 ore
L'home office arriva fino alla gola della Viamala
Nei Grigioni un'iniziativa per andare incontro ai turisti-lavoratori
ZURIGO
5 ore
Uccise una donna a martellate, in terapia psichiatrica
Al momento della tragedia il 35enne molestava la sua vittima già da anni.
SONDAGGIO
SVIZZERA
6 ore
Se il datore di lavoro ti chiede se sei vaccinato
Ai collaboratori di una filiale Raiffeisen di Zurigo è stato chiesto anche il relativo attestato
SVIZZERA
7 ore
Alain Berset vola a Berlino per parlare di sanità
Il Consigliere federale incontrerà lunedì il ministro della salute tedesco Jens Spahn.
SCIAFFUSA
8 ore
Investita sulle strisce, morta una 70enne
L'anziana è stata urtata da una motocicletta ieri pomeriggio a Sciaffusa.
SVIZZERA
8 ore
Coronavirus in Svizzera: 194 casi e 7 decessi
Sempre più basso il tasso di positività, oggi allo 0,92%
SVIZZERA
9 ore
La situazione rimane "particolare"
Respinta la mozione di Marco Chiesa, che chiedeva alle Camere federali di tornare alla normalità parlamentare
SVIZZERA
10 ore
Certificato Covid, spunta la versione "light"
Conterrà solo i dati strettamente necessari e dovrebbe garantirne una maggiore protezione.
SVIZZERA
07.05.2021 - 00:010

Sospendere i brevetti? La Svizzera è contraria

Per la SECO la sospensione non garantirà un accesso «equo e rapido» a vaccini e ad altre tecnologie contro la pandemia.

Da parte sua Guy Parmelin difende i brevetti: «Sono necessari e permettono l'innovazione». Gli fa eco l'ambasciatore svizzero presso l'OMC: «Le aziende farmaceutiche non dovrebbero essere scoraggiate a investire nella ricerca».

BERNA - Per la Svizzera sospendere la proprietà intellettuale sui vaccini non è la soluzione giusta. Tuttavia, in seguito all'apertura sul tema da parte degli Stati Uniti, la Confederazione valuterà «la nuova posizione» di Washington. Aumenta infatti la pressione all'interno dell'Organizzazione mondiale del commercio (OMC).

Nessuna garanzia - In una dichiarazione trasmessa all'agenzia Keystone-ATS, la Segreteria di Stato dell'economia (SECO) ritiene «significativo» l'annuncio di ieri della rappresentante Usa per il commercio Katherine Tai, la quale ha reso noto che gli Stati Uniti sono a favore della revoca delle protezioni della proprietà intellettuale per i vaccini anti-Covid, per accelerare la produzione e la distribuzione delle dosi nel mondo. Per la SECO, tuttavia, questa sospensione temporanea non garantirà un accesso «equo, economico e rapido» ai vaccini e ad altre tecnologie contro la pandemia. Per la Confederazione non esiste infatti una soluzione semplice, poiché ci sono numerosi elementi da considerare.

Brevetti necessari per l'innovazione - Il presidente della Confederazione Guy Parmelin, intervistato oggi alla SRF, ha difeso le protezioni sui brevetti. Secondo il capo del Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR), ciò è «necessario» per l'innovazione. Didier Chambovey, ambasciatore elvetico presso l'OMC, ha dal canto suo ribadito a più riprese che le aziende farmaceutiche non dovrebbero essere dissuase o scoraggiate dall'investire nell'innovazione e nella ricerca di nuovi farmaci. La decisione potrebbe anche portare a problemi in future pandemie, ha avvisato invece Felix Addor, sostituto direttore dell'Istituto Federale della Proprietà Intellettuale (IPI). È infatti da chiedersi quale possa essere il contributo di alcuni attori in gioco se poi le regole vengono sospese in corsa.

Berna criticata - La Svizzera - che sulla questione ha ricevuto critiche a livello nazionale e internazionale - si è tuttavia detta «pronta» a continuare le discussioni avviate all'interno dell'OMC. La Confederazione si è poi difesa ricordando il sostegno di Berna a diverse iniziative volte ad aumentare le capacità di produzione dei vaccini e una loro equa distribuzione. Citando il programma Covax e i milioni di franchi - in totale 700 - destinati a varie iniziative internazionali (fra le quali, con 300 milioni, l'"Access to COVID-19 Tools Accelerator") per frenare la pandemia, le autorità elvetiche hanno segnalato diversi problemi riscontrati a livello globale che vanno dalla fornitura di dosi all'attuazione delle campagne di vaccinazione nei vari Paesi.

Contrarie (ovviamente) le case farmaceutiche - La tematica della rimozione dei brevetti sta incontrando consensi crescenti tra i leader politici, ma non piace per nulla alle aziende che sarebbero interessate dal provvedimento. L'amministratore delegato di Pfizer ha espresso tutta la sua contrarietà dicendosi «per nulla» favorevole a questa idea. Da BioNTech, il laboratorio tedesco che ha elaborato il vaccino insieme al colosso statunitense, hanno invece spiegato che non sono i brevetti «il fattore limitante della produzione e dell'approvvigionamento del nostro vaccino». Tra i contrari troviamo anche la Germania, una delle poche voci fuori dal coro della politica europea. «La protezione della proprietà intellettuale - precisa la Cancelliera Angela Merkel - è una fonte d'innovazione e deve rimanere tale anche in futuro».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-17 22:38:38 | 91.208.130.85