Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
TURGOVIA
1 ora
Rifiuta la mascherina, si oppone alla multa e riceve un rimborso
L'uomo, che si trovava in treno, non si è fatto convincere nemmeno dalla Polizia ferroviaria.
BASILEA CAMPAGNA
3 ore
Minacciato di morte perché voleva offrire il caffè ai vaccinati
Il titolare di un ristorante aveva pensato di fare un regalo alla clientela immunizzata.
ZURIGO
5 ore
Canoista disperso nella Limmat: «L'abbiamo visto andare a fondo»
È entrato in acqua malgrado il divieto di navigazione e di balneazione. Lanciata una vasta ricerca.
SAN GALLO
6 ore
Ordigno inesplosa sulle rive del Sitter, era lì da cent'anni
La granata è stata rimossa oggi dagli specialisti dell'esercito. Proviene da un pezzo d'artiglieria svizzera.
SVIZZERA/GIAPPONE
7 ore
Panne all'aereo, Parmelin non ha potuto incontrare l'imperatore
Il jet del Consiglio federale ha avuto un problema tecnico che ha causato ritardi.
SVIZZERA
8 ore
La grandine presenta la "fattura" più pesante
Temporali e inondazioni. Tra giugno e luglio il maltempo si è fatto sentire in tutta la Svizzera.
SVIZZERA
8 ore
Roche truffata per 10 milioni di franchi da un ex dipendente
L'uomo, insieme a un complice, si era servito di alcune false fatture per frodare il colosso farmaceutico.
SVIZZERA
9 ore
Effetti avversi dopo il vaccino: le ultime cifre
I casi classificati come seri da SwissMedic sono 1537, ovvero il 35.6% del totale.
SVIZZERA
10 ore
In Svizzera 791 casi in un giorno
Nelle ultime 24 ore sono stati registrati anche due decessi e 13 ricoveri.
SVIZZERA
26.04.2021 - 21:270

Non è uno “stop” all'accordo quadro, ma servono soluzioni

La Commissione della politica estera invita il Consiglio federale a proseguire i negoziati

Il consigliere federale Ignazio Cassis: «La Svizzera ha fatto importanti compromessi. Ora è necessario un risultato equilibrato».

BERNA - «La Svizzera non firmerà l'accordo quadro se i tre argomenti principali non saranno tutti e tre risolti» (la protezione dei salari, la direttiva dell'Unione europea sulla cittadinanza e gli aiuti di Stato, ndr.). Così si è espresso questa sera, in conferenza stampa, il presidente della Confederazione Guy Parmelin, al termine dell'incontro del Consiglio federale con la Commissione della politica estera del Consiglio degli Stati. «È necessario un risultato equilibrato perché l'accordo sia accettato», ha aggiunto.

Nel pomeriggio la Commissione di politica estera del Consiglio nazionale, con 17 voti contro 8, aveva espresso la volontà di sostenere il Consiglio federale nei suoi sforzi volti a raggiungere un compromesso con Bruxelles. Anche l'omologa Commissione degli Stati ha votato contro l'interruzione dei negoziati, con due voti a favore, 9 contrari e un astenuto.

«L'Unione europea non è pronta a soddisfare le nostre richieste» ha dal canto suo aggiunto il ministro degli Esteri, Ignazio Cassis, titolare del dossier, che ha però pure aggiunto che il Consiglio federale terrà conto della richiesta della Commissione a continuare i negoziati. Inoltre, verrà pure sentito il parere dei Cantoni.

Parmelin ha incontrato l'altro ieri a Bruxelles la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. Alla fine delle discussioni, i due hanno riconosciuto che ci sono ancora grandi divergenze tra Berna e Bruxelles

Cassis ha spiegato questa sera che se la Svizzera intende la "libera circolazione delle persone" come la libera circolazione dei lavoratori e delle loro famiglie, per l'UE significa la libera circolazione di tutti i cittadini dell'Unione. «La seconda differenza sta nella diversa interpretazione delle misure del diritto del lavoro». Ma il nostro Paese all'UE «ha presentato proposte concrete».

Dopo aver consultato i Cantoni, il Consiglio federale passerà alla valutazione complessiva.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tato50 2 mesi fa su tio
L'importante che non diventi un "dare precedenza", visto che siamo in ambito di segnali stradali. Altrimenti siamo finiti, quindi meglio mandare tutto a ramengo che non cambia un tubo (lo ha detto Levrat Consigliere agli Stati ancora per poco dopo che la Sommaruga l'ha nominato Direttore della Posta ). Che caso, un Socialista ;-((
Tato50 2 mesi fa su tio
@Tato50 Pare che Levrat usa la lingua anche per i francobolli autoadesivi ;-) L'uomo giusto al posto giusto ;-)
M70 2 mesi fa su tio
la Svizzera è solo capace di fate compromessi...si ma sempre a suo svantaggio...
Didimon 2 mesi fa su tio
La Svizzera cioè voi che la gestite.. Tirate giù le braghe davanti a tutti.. Poi una volta serviti... Vi lamentate... I postriboli aspettano solo persone così...
MrBlack 2 mesi fa su tio
Dopo l’invasione dei frontalieri, prepariamoci all’invasione dei mantenuti. Scusate la franchezza e frase poco simpatica, ma è la paura del CF e sarà così se passa la versione UE.
seo56 2 mesi fa su tio
🤣🤣🤣🤣🤣🤣
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-07-24 00:15:34 | 91.208.130.86