Raccolto quasi un milione di mozziconi in due sole settimane
keystone-sda.ch (ANTHONY ANEX)
+12
ULTIME NOTIZIE Svizzera
FRIBURGO
1 ora
Ritorna l'obbligo di mascherina nelle scuole medie
Il provvedimento scatterà lunedì e sarà in vigore fino alle vacanze di Natale
SVIZZERA
5 ore
Swiss congela i voli per Hong Kong
La decisione è stata presa a causa delle rigide misure di quarantena previste per i membri dell'equipaggio
SVIZZERA
6 ore
Venti tempestosi a nord delle Alpi
Sono quelli della tempesta Frank, che questo fine settimana interesserà Svizzera tedesca e Svizzera francese
SVIZZERA
6 ore
Unia: «Si riduca l'orario di lavoro per tutti, referendum se aumenta l'età pensionabile»
Ecco cosa è emerso dall'assemblea dei delegati del sindacato, oggi a Berna
SVIZZERA
8 ore
«Misure tardive, andiamo verso una catastrofe»
L'infettivologo Andreas Widmer, presidente di Swissnoso: «Servono più restrizioni per i non vaccinati»
SVIZZERA
9 ore
Allergene non dichiarato, Migros ritira un lotto di funghi secchi
Il prodotto era in vendita nella Svizzera tedesca, nei supermercati Alnatura bio
VAUD
9 ore
Il CHUV corre ai ripari: «L'ospedale è pieno»
Travolto dai casi di Covid, il Centro ospedaliero vodese potenzierà la prossima settimana le terapie intensive
SVIZZERA
9 ore
«Senza una proposta della Svizzera, non ci sarà mai un piano B»
Un pacchetto bilaterale con l'Ue? Parla l'esperto Nicolas Levrat: «Berna sa che esistono alternative all'accordo quadro»
SVIZZERA
10 ore
«Diffondono il virus senza rendersene conto»
L'epidemiologa Susi Kriemler suggerisce la via dei test regolari per tracciare e contenere i contagi tra i giovanissimi
SVIZZERA
10 ore
Doppio test per l'ingresso in Svizzera: ecco cosa cambia
Da oggi è revocato l'obbligo di quarantena per chi arriva dai paesi a rischio. Ma scatta la strategia dei test
SVIZZERA
19 ore
Messi in quarantena per sbaglio
Viaggiatori che non provenivano da paesi a rischio hanno ricevuto un messaggio d'isolarsi ed evitare contatti
Vallese
20 ore
Incendio sul tetto dell'ospedale
Non ci sono feriti, ma 59 pazienti sono stati evacuati dal piano superiore
SVIZZERA
1 gior
«La gente rischia di perdere la fiducia»
Ospedali al limite, trasporto pubblico in difficoltà. I sociologi sono preoccupati per l'impatto sull'opinione pubblica
SVIZZERA
1 gior
Cassis riceve a Berna il ministro degli esteri del Marocco
La visita di Nasser Bourita segna il centenario della presenza diplomatica elvetica nel paese africano
SVIZZERA
1 gior
Svizzera rimproverata per la discriminazione razziale
Un rapporto del Comitato delle Nazioni Unite esprime preoccupazione per la crescente emarginazione di minoranze etniche
SVIZZERA
30.03.2021 - 16:000
Aggiornamento : 18:08

Raccolto quasi un milione di mozziconi in due sole settimane

Obiettivo mancato di poco, ma la campagna stop2drop ha evitato l'inquinamento di oltre 38 milioni di litri d'acqua.

Ora si sta valutando di organizzare una mostra itinerante per aumentare la consapevolezza della problematica nella popolazione

BERNA - Classi scolastiche di tutta la Svizzera e del Liechtenstein hanno raccolto 958.181 mozziconi di sigarette in due settimane nell'ambito della campagna stop2drop. Si è così evitato l'inquinamento di 38,3 milioni di litri d'acqua, l'equivalente di 31 piscine di 50 metri, ha annunciato l'Associazione svizzera per la prevenzione del tabagismo.

Alla piscina Marzili di Berna, più di 1.350 bottiglie PET sono allineate su un grande scaffale. Sono tutte colme di mozziconi di sigarette, che fino a pochi giorni fa giacevano a terra.

Numerose classi e altri volontari hanno partecipato alla raccolta che si è svolta dal 7 al 22 marzo e hanno poi inviato i mozziconi di sigaretta per posta o come foto digitali. In due settimane, quasi un milione di mozziconi sono stati rimossi dall'ambiente.

«Il nostro obiettivo era di raccogliere un milione di mozziconi e non l'abbiamo raggiunto. Ma sono molto soddisfatto del risultato», ha detto il responsabile del progetto Markus Dick alla presentazione dei risultati a Berna.

«Sostegno enorme» - «La campagna di raccolta ha ricevuto un enorme sostegno. Hanno partecipato allievi da tutte le parti della Svizzera e del Liechtenstein. Abbiamo anche ricevuto pacchi e foto da famiglie con bambini, persone, gruppi ambientalisti locali, organizzazioni per la prevenzione del fumo e molti altri», ha detto Dick. «Questo dimostra che il pubblico vede davvero i mozziconi di sigaretta abbandonati sulle strade pubbliche come un problema importante che deve essere finalmente affrontato».

Effetti devastanti - Molti fumatori non sono consapevoli dell'impatto devastante di questi rifiuti sulla natura. Le sostanze tossiche contenute nei filtri vengono trasportate dall'acqua piovana e inquinano l'ambiente. Un solo mozzicone di sigaretta avvelena più di 40 litri d'acqua nelle falde acquifere e contamina anche gli animali e i microrganismi che ci vivono.

Inoltre, gli animali ingeriscono i filtri. È anche importante sapere che un filtro impiega più di 15 anni per disintegrarsi e si trasforma in minuscole particelle che poi inquinano la natura sotto forma di microplastica.

«I mozziconi di sigaretta raccolti sono solo una piccola frazione dei miliardi che ancora sporcano il terreno», ha detto Dick. «È imperativo che l'industria del tabacco e i politici reagiscano a questo enorme problema ambientale».

«Solo una piccola parte delle sostanze tossiche viene trattenuta dal filtro e può inquinare la natura. Il resto del fumo entra nei polmoni», ha detto Dick. «La campagna stop2drop vuole anche far riflettere su questo. Il nostro obiettivo è convincere i giovani a non iniziare a fumare».

L'azione forse continua - L'azione potrebbe continuare. Il futuro della raccolta dei mozziconi di sigaretta sarà deciso nelle prossime settimane. Si sta valutando la possibilità di organizzare una mostra itinerante per presentarla in diverse città e aumentare la consapevolezza del pubblico.

Organizzata dall'Associazione svizzera per la prevenzione del tabagismo, la campagna stop2drop è sostenuta da diversi centri cantonali di prevenzione e associazioni di protezione dell'ambiente.

keystone-sda.ch (ANTHONY ANEX)
Guarda tutte le 16 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tato50 8 mesi fa su tio
Certo che a contarli tutti è stato un gran lavoro ;-))
Ro 8 mesi fa su tio
Potevate venire anche a raccogliere le migliaia di mozziconi ai bordi della ciclabile sulla tirata presso l’aeroporto di Locarno. Tenete presente per la prossima raccolta.
ciapp 8 mesi fa su tio
si potrebbe organizzare un bel apero e inserirli nel menu di tutti questi maleducati , oppure scaricarli nei loro giardini
Shion 8 mesi fa su tio
Farveli mangiare tutti tossicomani inutili
Shion 8 mesi fa su tio
Schifosi junkies, meritate tutti di morire.
ceresade36@gmail.com 8 mesi fa su tio
Quello che manca in Svizzera è l'educazione Scuolle da picolli ci sinsegna anche i genitori a curar il pianena Ma tutto comincia per casa da picolli vanno pre grandi che vergogna
Tato50 8 mesi fa su tio
@ceresade36@gmail.com Infatti, dopo l'italiano, insegnare subito la salvaguardia dell'habitat
Shion 8 mesi fa su tio
@ceresade36@gmail.com Non serve se i genitori non sono l'esempio.
Nmemo 8 mesi fa su tio
I giovani che frequentano la scuola professionale di arti sanitarie di Giubiasco e qualche adulto maleducato, nelle cunette di un posteggio pubblico fanno l’inverso. I mozziconi non sono scopati nemmeno dalla solerte nettezza urbana di Bellinzona, benché sollecitata a fare pulizie, stanno in bella mostra a mucchi. Poi, come l’anno scorso in campagna elettorale, passerà il sindaco con il Paglia di turno a esibire come si raccattano le cicche della Città.
Um999 8 mesi fa su tio
Che schifo
Booble63 8 mesi fa su tio
Beh.. onore e complimenti a chi si è dato da fare e biasimo a vilirò che ancora gettano i mozziconi a terra ma queste cifre sono un po’ ridicole, basta pensare che i “ben 38 milioni di litri d’acqua” corrispondono a quanto versa il fiume Ticino nel lago maggiore in un minuto e 50 secondi. E i mozziconi raccolti corrispondono a quanto si fuma in Svizzera in meno di un’ora. Una goccia nel mare. Ciò non toglie nulla all’iniziativa e alla sensibilizzazione sull’inciviltà di buona parte dei fumatori.
rexlex 8 mesi fa su tio
quanta rabbia vederli gettare per terra! che se li buttino a casa propria o dentro la propria auto!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-04 18:57:44 | 91.208.130.86