keystone
ZURIGO
24.08.2020 - 08:020
Aggiornamento : 09:47

Gli svizzeri lasciano le città a causa del covid

Il settore immobiliare lontano dai centri cittadini è in forte espansione.

Molti svizzeri stanno cercando una casa in campagna per sfuggire allo stress e al sovrappopolamento.

ZURIGO - Negozi sovraffollati e tram pieni, questo crea incertezza ai tempi del coronavirus. Ecco perché sempre più svizzeri stanno cercando una casa lontano dalle città. Gli immobili in campagna sono improvvisamente più richiesti, come mostra un'analisi del portale immobiliare Homegate.

La ricerca di una nuova abitazione in paese di solito inizia su Internet. I portali immobiliari riportano in effetti un'impennata delle richieste. Da record. Immoscout24 ha registrato otto milioni di visite negli ultimi mesi: il 62 per cento in più rispetto all'anno precedente, come scrive il “SonntagsBlick”.

Più lontana, ma con più stanze - La riscoperta della vita rurale appare evidente soprattutto nei grandi centri: la città di Zurigo ha perso 275 abitanti nella prima metà del 2020. Berna conta 235 "inquilini" in meno rispetto all'inizio dell'anno.

Dopo il lockdown, la domanda di immobili in paese è aumentata, come conferma il CEO di Moneypark, Stefan Heitmann. «All'improvviso c'è anche richiesta di case più lontane dalla città, ma con più stanze», ammette, interpellato da 20 Minuten. Questa domanda, probabilmente, dipende dal fatto che molte persone, ora, possono lavorare da casa.

Sicurezza tra le proprie quattro mura - In passato, la durata del tragitto casa-lavoro era un criterio decisivo per l'acquisto di una proprietà. «Ora le persone sono pronte a fare un tragitto più lungo». «Cercano sicurezza, e dove ti senti più sicuro se non tra le tue quattro mura domestiche?», afferma Heitmann. Inoltre, molti hanno potuto risparmiare durante la crisi: «Ad esempio non andando in vacanza. Tutti soldi che ora possono essere investiti».

Una casa lontana dalla civiltà di solito non è richiesta: «In particolare sono richiesti immobili negli agglomerati con aree verdi o nei villaggi», spiega Heitmann. Questa tendenza continuerà a crescere. Dopo tutto, la fine della crisi non è ancora al'orizzonte.

Le case di lusso stanno diventando più economiche
Il coronavirus non sta solo allontanando gli svizzeri dai centri cittadini, ma sta anche modificando il valore degli immobili. Secondo Heitmann, le case di lusso sono quelle più toccate. «I venditori devono essere pronti a scendere a compromessi». La ragione? L'incertezza portata dalla pandemia. Ecco perché gli acquirenti non sono più disposti a pagare il prezzo intero: «Chiedono uno sconto coronavirus», spiega Heitmann. Ci sono, inoltre, anche meno acquirenti nel segmento del lusso.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-24 07:25:29 | 91.208.130.86