Archivio Tipress
SVIZZERA
21.04.2020 - 13:430

Oltre ventimila camion con irregolarità

Nel 2019 la polizia ha ritirato 5'387 permessi di circolare. La principale infrazione è l'eccedenza di dimensioni e peso

BERNA - Quasi 5'400 permessi di circolare (per la precisione: 5'387) sono stati ritirati lo scorso anno a camion, autobus e furgoni. È il bilancio dei controlli del traffico pesante effettuati dalla polizia, come riferisce oggi l'Ufficio federale delle strade (Ustra).

Complessivamente sono stati ispezionati 92'481 mezzi pesanti, 2'022 in più rispetto al 2018. Le irregolarità riscontrate sono state 20'652, tenendo conto dei casi di pluralità d'infrazioni.

Nei sette centri di controllo del traffico pesante sono stati esaminati 31'192 veicoli (+2'509). Altri 61'289 mezzi (-487) sono incappati in controlli mobili su strada. Nei centri è stato disposto il divieto di circolazione per circa il 10% dei mezzi controllati: 326 svizzeri e 2'927 esteri. I controlli mobili ne hanno bloccati 2'134 : 1'344 elvetici e 790 di provenienza estera.

L'eccedenza di dimensioni e peso è stata la prima causa d'infrazione (9'550), seguita da anomalie di tipo tecnico (6'589), e inosservanza dei tempi di lavoro e riposo (4'319).

Sono aumentate le violazioni per eccesso di velocità (da 389 nel 2018 a 440 nel 2019) e documenti non in regola (da 999 a 1'085), in calo invece quelle per consumo di alcol (da 127 a 110) e trasporto non conforme di merci pericolose (da 238 a 214).

L'Ustra investe circa 27 milioni di franchi all'anno nei controlli intensificati del traffico pesante.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-05 02:53:07 | 91.208.130.86