Immobili
Veicoli

SVIZZERACoronavirus, le persone positive sono 15'475

30.03.20 - 12:38
Rispetto a ieri si tratta di 1'201 malati in più. I decessi legati al Covid-19 sono invece quasi 300
Keystone
SVIZZERA
30.03.20 - 12:38
Coronavirus, le persone positive sono 15'475
Rispetto a ieri si tratta di 1'201 malati in più. I decessi legati al Covid-19 sono invece quasi 300

BERNA - I casi di coronavirus in Svizzera sono in rapido aumento. Secondo i dati pubblicati oggi dall'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) sono ora 15'475, ovvero 1'201 in più rispetto a 24 ore fa. Almeno 295 persone sono morte.

Centomila e più tamponi - La Svizzera rimane tra i Paesi che fa più tamponi al mondo. «Abbiamo eseguito circa 116'700 test», precisano le autorità. «Circa il 13% di essi sono risultati positivi».

Ticino triste capolista - La situazione più critica rimane quella in Ticino, con 1'962 persone positive al virus e 105 morti. Nelle ultime 24 ore i nuovi contagi sono stati 125 e i decessi dodici. L'incidenza della malattia (casi per 100'000 abitanti) nel nostro cantone ha quindi raggiunto il dato di 551,3. Il Ticino è seguito da Vaud (418,6), Basilea Città (372,2) e Ginevra (367,4).

Ospedalizzazioni e decessi - Negli ospedali svizzeri sono ricoverate 1'445 persone. La loro fascia di età va da 0 a 101 anni e l'età mediana è di 70. I ricoveri concernono uomini per il 59% dei casi. Anche la maggior parte dei decessi (il 60%) riguarda persone di sesso maschile. Gli uomini morti sono infatti 178, le donne decedute sono invece 117. L'età delle vittime varia dai 32 anni di una paziente ginevrina - che già soffriva di varie gravi patologie - ai 101 di una donna di Basilea Città. L'età mediana dei decessi è di 82 anni.

Ripartizione della malattia - Il rapporto sulla situazione epidemiologia dell'UFSP mostra altri dati che concernono la diffusione del virus. La malattia ha colpito persone che rientrano tra 0 e 102 anni. L'età mediana è di 52 anni (il 50% sono più giovani, l'altro 50% sono più vecchi). Il 48% delle persone finora colpite sono uomini, il 52% donne. Gli adulti sono notevolmente più inclini alla malattia rispetto ai bambini e sopra i 60 anni gli uomini si ammalano di più delle donne, mentre negli adulti sotto i 50 anni le donne più degli uomini.

 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA