Ti Press
VAUD
25.06.2019 - 13:070

Portale per lavoratori del sesso, primo bilancio positivo

Il sito di annunci e di prevenzione www.callmetoplay.ch verrà esteso l'anno prossimo anche in Ticino

LOSANNA - Lanciato sette mesi fa, il sito di annunci e di prevenzione per lavoratori e lavoratrici del sesso nella Svizzera romanda stila un primo bilancio positivo. Il progetto si estenderà alla Svizzera tedesca e al Ticino l'anno prossimo.

Sette mesi dopo il suo lancio il sito di annunci erotici (www.callmetoplay.ch) conta oltre 250 profili registrati e nuove richieste sono inoltrate ogni giorno, hanno spiegato oggi le due associazioni Aspasie (Ginevra) e Fleur de Pavé (Losanna). Circa 300 utenti consultano quotidianamente la piattaforma.

I lavoratori e le lavoratrici del sesso hanno accolto con favore la possibilità di disporre di un sito di annunci affidabile e gratuito. Apprezzano anche il fatto di poter aver accesso a informazioni utili e spazi di discussione, precisano le due associazioni.

Fotografo professionista - Il sito propone inoltre un nuovo servizio per i lavoratori e le lavoratrici del sesso iscritti: un fotografo professionista può realizzare immagini «in un contesto rispettoso«. Tale iniziativa consente pure di garantire l'autenticità delle foto.

La piattaforma si rivolge a ogni lavoratrice e lavoratore del sesso, indipendentemente dalla sua identità di genere e al suo orientamento sessuale. È anche destinato ai proprietari di saloni e ai clienti altrimenti difficilmente raggiungibili.

Promosso nel 2016, il progetto si è concretizzato grazie al finanziamento dell'Ufficio federale della sanità pubblica, di fedpol e di CoRom, il coordinamento romando delle antenne Aids. Il suo costo ammonta a circa 90'000 franchi.

Nella recente sessione estiva delle Camere federali la parlamentare Marianne Streiff (PEV/BE) aveva criticato il portale "Callmetoplay", che a suo dire consente di scegliere un'ampia gamma di pratiche sessuali. Streiff si chiedeva come ciò possa essere compatibile con lo scopo del finanziamento, ossia la prevenzione dell'HIV e di altre malattie sessualmente trasmissibili tra le prostitute.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-13 06:49:32 | 91.208.130.86