Polizia cantonale Vallese
VALLESE
20.02.2019 - 16:270

Valanga a Crans-Montana: dimessi due dei feriti

La polizia ha concluso i rilievi sul posto. Revocato il divieto di volo sull'area interessata e nei dintorni. Una persona resta ricoverata in ospedale

CRANS-MONTANA - La polizia cantonale vallesana ha comunicato questo pomeriggio di avere completato le indagini sulla zona investita ieri dalla valanga sopra Crans-Montana. Il divieto totale di volo sull'area interessata e negli immediati dintorni è stato pertanto revocato.

La responsabilità per il funzionamento dell'area sciistica torna quindi in mano alla società degli impianti di risalita CMA SA, mentre l'inchiesta per chiarire le circostanze dell'accaduto continua sotto l'autorità del Ministero pubblico vallesano.

Le autorità cantonali comunicano inoltre che due dei feriti sono stati dimessi dall'ospedale, mentre il terzo rimane ricoverato. 


Polizia cantonale Vallese

La valanga - lo ricordiamo - si è staccata verso le 14.15 di martedì sulla pista nera Kandahar che scende dalla cima Pointe de la Plaine Morte (2926 m). La massa di neve, con un fronte largo 100 metri, si è distesa su 840 metri, di cui circa 400 sulla pista nella zona detta Passage du Major, a circa 2500 metri d'altitudine.

Nelle prime ore di oggi è morto all'ospedale di Sion un uomo che era stato ricoverato in gravi condizioni. La vittima è un francese di 34 anni che lavorava come pattugliatore sulle piste del comprensorio sciistico. L'uomo stava soccorrendo un ferito quando è scesa la valanga. La CMA ha confermato che era un suo dipendente, assunto a stagione dal 2010, mentre d'estate era soccorritore in montagna. Il francese era sposato e padre di due bambini.

Sono due le ipotesi attualmente all'esame degli inquirenti: la valanga è stata causata da sciatori oppure è stato un evento spontaneo dovuto alle condizioni meteorologiche.

La direzione dell'azienda ha organizzato uno spazio di raccoglimento alla stazione di partenza della funivia. Domani sarà osservata una giornata di lutto su tutto il comprensorio sciistico, con un minuto di silenzio alle 14.23. La disgrazia non comprometterà per contro il programma delle gare di coppa del mondo di sci previste da domani a domenica. D'intesa con la Federazione internazionale di sci (FIS) anche le discese di allenamento sono mantenute, indica una nota del comitato organizzatore.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-09 07:18:47 | 91.208.130.87