Keystone
SVIZZERA
16.02.2018 - 07:260

Tutti contro il metà-prezzo: «Alza il costo dei biglietti»

Uno degli abbonamenti più popolari in Svizzera sarebbe in realtà... svantaggioso per i clienti? C'è chi ne è convinto e pure le Ffs ci stanno pensando.

ABBONAMENTO FFS

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

ZURIGO - L'abbonamento metà-prezzo è una piccola grande istituzione in Svizzera, si calcola che ce l'abbiano più o meno 2,5 milioni di persone. Il successo di questa formula però avrebbe anche una controindicazione: renderebbe i biglietti a tariffa standard più costosi.

«È troppo popolare» - Questo è un bel problema secondo Ueli Stückelberger, direttore dell'Unione dei trasporti pubblici (Utp): «La soglia d'accesso ai servizi di trasporto pubblico è particolarmente alta se non si possiede una riduzione», conferma a 20 Minuten. Una soluzione potrebbe essere quella di abolire il metà-prezzo e ridurre piuttosto il costo di tutti i biglietti, magari pure della metà: «Ora come ora è troppo popolare, i clienti ci guadagnerebbero».

«Aiuterebbe a semplificare il caos» - È un'idea, questa, che piace pure all'associazione degli utenti Pro Bahn: «Sarebbe davvero gradita», ha confermato la presidente Karin Blätter. Tutti i costi legati all'abbonamento potrebbero essere eliminati e i benefici trasferiti direttamente sui viaggiatori. In questo modo «si semplificherebbe anche il colossale caos tariffario che abbiamo qui in Svizzera».

Anche le Ffs ci pensano - L'idea, a quanto pare, non dispiace nemmeno a Toni Häne, nuovo responsabile del trasporto passeggeri delle Ffs: «Potrei pensarci», ha dichiarato in una recente intervista con la Nzz. Ovviamente prima che questa modifica possa diventare realtà, sarà necessario un accordo fra tutte le parti in causa.

Qualche cifra - L'anno scorso la vendita degli abbonamenti metà-prezzo ha generato ricavi per 385 milioni di franchi, come confermano i dati ufficiali. Due biglietti ogni tre vengono acquistati a tariffa ridotta. Per quanto riguarda gli abbonamenti generali, invece, si parla di più o meno 1 miliardo di franchi. Il giro d'affari totale di tutti i trasporti pubblici si attesta attorno ai 6 miliardi di franchi. 

Commenti
 
Silvano D'Alessandro 1 anno fa su fb
Ma stiamo scherzando??? Ma che discorsi sono? Il metà prezzo è una delle soluzioni più utili e accessibili. Evidentemente si vuole trovare il modo di OBBLIGARE la gente a investire cifre scandalose per gli abbonamenti a zone e/o generali, soluzioni molto ma molto più dispendiose.
tartux 1 anno fa su tio
Ma scherziamo? Inanzitutto il metà prezzo lo é solo di nome infatti la riduzione sui biglietti spesso non é del 50%. Secodnariamente le FFS hanno aumentato a sproposito il prezzo dei biglietti e per questo che la gente prende il metà prezzo non il contrario. Oltre che voglio togliermi un paio di sassolini dalla scarpa: Le FFS sono un SERVIZIO pubblico il vostro obbiettivo non é fare soldi, cominciate a risolvere i problemi di ritardi etch e magari poi potete parlare di aumentare il prezzo con l'aumento della qualità e non il calo che stiamo vivendo
Mike Henzi 1 anno fa su fb
Ma che c***o, io col meta prezzo e il biglietto risparmio pagavo meno che il GA di adesso. Ci guadagni e come. Per una volta che costa poco qualcosa delle ffs lo vogliono togliere?... mah
GI 1 anno fa su tio
Mi par di capire che siamo arrivati alla "soglia del dolore" dove, chi ha l'abbonamento può approfittare di condizioni vantaggiose, per coloro che non ne fanno uso.....i prezzi non possono essere ritoccati....sa po mia vèg la michèta e 'l cinc ghei....
Luca Civelli 1 anno fa su fb
Si potrebbe pure mantenere il metà prezzo aumentandone il prezzo in modo da renderlo conveniente solo per chi lo usa molto.
SosPettOso 1 anno fa su tio
Chi prende una via nuova sa cosa lascia ma non quel che trova... Sembra un cambiamento innocuo, addirittura benefico, come quando sostituirono la lira con l'euro. Solo che tra un arrotondamento ed un aggiustamento tutto è venuto a costare di più. L'idea è ottima ma non credo che la messa in pratica sarebbe ottimale, dunque meglio restare al danno minore.
Mattiatr 1 anno fa su tio
@SosPettOso Immagino che tolgono il metà prezzo e lasciano i prezzi dei biglietti invariati. Oppure se si sentono altruisti abbassano il prezzo di una cifra così irrisoria da essere insignificante.
andrea28 1 anno fa su tio
L'abbonamento metà prezzo viene acquistato da chi usa spesso il treno, cioè la stragrande maggioranza dei viaggiatori. Questo fa si che gli altri utenti debbano pagare il mancato introito. La stessa cosa succede con le casse malati: i soldi che non vengono incassati da chi ha la franchigia alta (cioè i giovani sani che comunque non vanno dal medico) devono essere recuperati sui premi in generale. È il cane che si morde la coda...
francox 1 anno fa su tio
Tutti i dipendenti della Swisscom ricevono l'abbonamento gratuitamente, anche se non lo utilizzano. Buon per loro, sono trattati bene. Se però sono gli altri a farne doppiamente le spese, forse sarebbe cosa da rivedere!
Equalizer 1 anno fa su tio
L'abbonamento metà prezzo cosa meno di 50 centesimi al giorno quindi quelli che reclamano farebbero bene ad acquistarne uno piuttosto che reclamare. Probabilmente userebbero di più i mezzi pubblici e non avrebbero da dire sui prezzi.
Andrea Pascoal 1 anno fa su fb
??
Ivano Bettinsoli 1 anno fa su fb
Basta che poi non gli diamo più sussidi però
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-05-20 11:17:49 | 91.208.130.86