Immobili
Veicoli

ARGOVIANato in Svizzera, un turco sarà espulso dopo 44 anni

05.02.18 - 12:29
L'uomo sarà rinviato nel suo Paese d'origine per aver commesso una ventina di reati nel corso degli anni
Archivio Keystone
Nato in Svizzera, un turco sarà espulso dopo 44 anni
L'uomo sarà rinviato nel suo Paese d'origine per aver commesso una ventina di reati nel corso degli anni

AARAU - Un criminale plurirecidivo dovrà abbandonare la Svizzera. Espulso per aver commesso una ventina di reati nel corso degli anni. Lo ha deciso il Tribunale federale secondo quanto riferisce oggi l'"Aargauer Zeitung".

Secondo il giornale d'Oltralpe, l'uomo di origini turche è nato nel nostro Paese nel 1973. Qui ha frequentato le scuole dell'obbligo. E qui, fin dalla tenera età, ha iniziato a delinquere. All'età di 22 anni arriva il primo avvertimento da parte dell'ufficio migratorio argoviese. Altri ancora ne arriveranno nel maggio del 2001 e nell'agosto del 2006. Il contenuto di questi scritti? Le autorità consigliavano all'uomo di «comportarsi bene in futuro» se non voleva rischiare di essere rispedito nel suo Paese d'origine.

Una condanna di troppo - I moniti dell'ufficio migratorio sembrano però caduti nel vuoto, visto che il cittadino turco ha dovuto nuovamente comparire davanti a un giudice nell'agosto del 2014. Il tribunale cantonale argoviese lo ha condannato a due anni e mezzo di carcere (di cui sei mesi da espiare) per furto e rapina. Per l'ufficio della migrazione questa condanna è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Le autorità cantonali hanno quindi deciso per l'espulsione dal Paese del cittadino turco.

20 reati - La decisione, confermata dal Tribunale amministrativo cantonale (TRAM), è stata portata successivamente al Tribunale federale di Losanna. Qui il 44enne ha spiegato di ritenere la sanzione «sproporzionata». Ma la Corte vodese non è stata dello stesso avviso, ricordando all'uomo i 20 reati da lui commessi, compresi le minacce con un'arma, lesioni corporali semplici e traffico di droga. Il Tribunale federale ha pure ricordato che i furti commessi con diversi connazionali nel 2014 gli hanno permesso di intascare quasi mezzo milione di franchi. Al momento non è ancora nota la data del suo rimpatrio.

Caso simile - Questo caso ricorda molto quello di uno spagnolo 55enne - nato e cresciuto in Svizzera - minacciato di espulsione dal Canton Friburgo. L'uomo, dopo oltre 50 anni trascorsi nel nostro Paese e vari reati, è ora considerato una minaccia per l'ordine pubblico.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA