Cerca e trova immobili

NAZIONALE«I 38 convocati di Yakin? Scelta difficile da capire»

18.05.24 - 16:47
Valon Behrami si è espresso in merito alla decisione del ct della Nazionale svizzera di convocare decisamente troppi giocatori.
20min
«I 38 convocati di Yakin? Scelta difficile da capire»
Valon Behrami si è espresso in merito alla decisione del ct della Nazionale svizzera di convocare decisamente troppi giocatori.
Il ticinese: «Dal mio punto di vista questa scelta porta molta confusione in seno al gruppo».
SPORT: Risultati e classifiche

BERNA - In occasione del suo primo contributo - in qualità di opinionista esclusivo di tio.ch e 20minuti/20minuten/20 minutes, a Euro 2024 - Valon Behrami ha commentato la lista dei pre-convocati di Murat Yakin. Il ct rossocrociato ha infatti chiamato la bellezza di 38 giocatori, troppi secondo il 39enne ticinese che l'ha definita una scelta "esotica".

Di seguito le parole di Valon Behrami:

«Qual è lo scopo di questa convocazione?», ho pensato subito venerdì mattina, quando il ct Murat Yakin ha annunciato la sua squadra. Non ci sono grandi sorprese nella lista dei convocati, ma ciò che mi stupisce è il numero dei giocatori: 38. Questa è l'unica vera sorpresa. Perché la Svizzera deve intraprendere una strada così esotica rispetto a tutte le altre nazioni?

Introdurre i giovani nel giro della Nazionale di modo che possano scoprire i meccanismi interni? La loro convocazione avrebbe avuto più senso contro alcuni avversari affrontati durante le qualificazioni agli Europei, come Bielorussia o Andorra. Perché Murat Yakin e il suo staff hanno deciso di non farlo? Perché i giovani talenti vengono chiamati adesso, proprio prima dell'Europeo? Tempo a disposizione ce ne è stato tanto durante tutto l'anno, nel corso della stagione ci sarebbe infatti stata la possibilità di osservare, analizzare e testare.

Dal mio punto di vista questa decisione porta molta confusione in seno al gruppo. Non sarebbe stato più sensato puntare sulla qualità piuttosto che sulla quantità? I giocatori cardine della Nazionale si chiederanno sicuramente come potrà essere possibile costruire uno spirito di squadra, sapendo che metà dei giocatori dovrà andarsene senza disputare gli Europei tedeschi...

Le tempistiche sono sbagliate. Bisogna concentrarsi sul torneo, sviluppare delle tattiche di gioco, metterle in pratica e trovare l'affiatamento ideale nel gruppo. Non è il momento di fare dei regali, permettendo a qualche giocatore di respirare un po' di aria della Nazionale. Per raggiungere quale scopo? Per mandarli a casa fra qualche giorno?

Ancora una volta è difficile comprendere le ragioni e la mentalità dietro alle decisioni di Murat Yakin. Eppure è lui l'allenatore e bisogna accettare le sue scelte, speriamo che questa mega squadra possa dare i suoi frutti...


Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Porinum 1 mese fa su tio
Saliranno poi tutti sull'aereo? Secondo me ci sarà ancora un ripensamento ed un ulteriore selezione

Maverik 1 mese fa su tio
Risposta a Porinum
Credo che possono portarne 23 o 24 se non sbaglio quindi… Però non mi sento di dare torto a Behrami.. non é tempo per gli esperimenti.. bisogna solo affinare il lavoro fatto finora .. a un mese dall’Europeo

Blobloblo 1 mese fa su tio
Risposta a Porinum
Fenomeno, certo che 38 non può portarli!!! Il succo del discorso è quello!

MioPensiero 1 mese fa su tio
già polemiche ancora prima di iniziare, lasciamoli lavorare
NOTIZIE PIÙ LETTE