Cerca e trova immobili

UDC SVIZZERAPrezzi dell'elettricità: le politiche irresponsabili del centro-sinistra stanno costando caro alla popolazione

02.09.23 - 15:00
UDC Svizzera
Depositphotos (zhengzaishuru)
Prezzi dell'elettricità: le politiche irresponsabili del centro-sinistra stanno costando caro alla popolazione
UDC Svizzera

Sta accadendo quello che l'UDC aveva previsto: i prezzi dell'elettricità stanno aumentando in modo massiccio in tutta la Svizzera. Si tratta di una conseguenza diretta della politica energetica ideologica e della politica irresponsabile sull'immigrazione dell'attuale maggioranza di centro-sinistra.  Con la nuova legge sul clima e la legge sull'energia, il centro-sinistra sta inoltre ingannando la popolazione facendole credere che il fabbisogno energetico della Svizzera, in forte aumento, possa essere soddisfatto solo dalle energie rinnovabili, ad esempio con l'obbligo d'installare pannelli solari su tutti i tetti. In occasione della riunione di Estavayer-le-Lac (FR), il gruppo parlamentare dell'UDC ha deciso di respingere l'estensione di tale obbligo.

La politica energetica ideologica dell'attuale maggioranza di centro-sinistra in Parlamento sta avendo un impatto sempre maggiore sul portafoglio della popolazione: già nel 2023, i prezzi dell'elettricità sono aumentati in media del 27% (+6 centesimi/kWh). Per una famiglia di quattro persone, la bolletta dell'elettricità è aumentata di 261 Franchi, arrivando a 1'215 Franchi. Per il 2024, la popolazione svizzera dovrà probabilmente aspettarsi ulteriori aumenti dei prezzi. Si prevede un rincaro del 12% (+3 centesimi/kWh) o 135 Franchi. Complessivamente, ogni economia domestica dovrà affrontare aumenti per circa 400 franchi all'anno.

La causa è la fallimentare Strategia energetica 2050 del centro-sinistra e l'insensata dismissione dell'energia nucleare. Il risultato: abbiamo troppa poca elettricità ed è troppo costosa. La nuova legge sul clima contribuisce ad aggravare la situazione, in quanto la guida e il riscaldamento saranno possibili solo elettricamente nel medio termine - il che porterà a una domanda di elettricità ancora più elevata e a costi ancora più alti. A ciò si aggiunge l'immigrazione di massa: solo nel 2022, oltre 180.000 persone in più sono arrivate in Svizzera, un numero pari a quello degli abitanti della città di Basilea.

Stiamo andando incontro a un'enorme penuria di energia elettrica. Soprattutto nei mesi invernali, disporremo di troppo poca elettricità. Non si può fare affidamento sulle importazioni. I Paesi limitrofi hanno a loro volta troppo poca elettricità e, ai fini della stabilità della rete, non è possibile superare l'importazione annuale di 5 terawattora (TWh).

Con l'accattivante denominazione di "Legge federale per un approvvigionamento elettrico sicuro con le energie rinnovabili", la maggioranza di centro-sinistra sta cercando di ingannare la popolazione facendole credere che la crescente domanda di elettricità possa essere soddisfatta esclusivamente dal sole, dal vento e dall'acqua - ad esempio, introducendo un obbligo d'installazione di pannelli fotovoltaici su tutti i tetti in Svizzera. È vero che il gruppo dell'UDC in seno al Parlamento federale sostiene in linea di principio una formulazione pragmatica della legge federale. Tuttavia, è del tutto ingenuo credere che il crescente fabbisogno energetico della Svizzera possa essere soddisfatto solo attraverso l'espansione delle energie rinnovabili. Secondo l'UDC, la massiccia estensione dell'obbligo d'installazione di pannelli solari prevista dalla legge non è necessaria e non consente di raggiungere gli obiettivi prefissati. Se il Consiglio Nazionale manterrà tale obbligo recentemente adottato, l'UDC respingerà la legge.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

vulpus 10 mesi fa su tio
grazie Sommaruga, grazie verdi ed ecologisti da strapazzo. La cecità nella pianificatione per la produzione di energia, ha portato a chiudere le nostre fonti sicure, e ad arrampicarsi sui vetri per crearne delle altre che poi ecologiche non sono. Anche l'idroelettrico seppur affidabile ,non sarà mai in grado di produrre energia sufficente per tutti. Ma il peggior scandalo è che invece di promuovere il risparmio nel consumo , si continua a promuovere un incremento scellerato nell'utilizzo di energia elettrica, spacciandola per operazione ecologica.

Voilà 10 mesi fa su tio
Il nucleare non c'entra, la responsabile è la speculazione. la Francia, sulla scia degli altri paesi europei, ha registrato un aumento esponenziale dei prezzi all'ingrosso dell'elettricità per il 2023: oltre 1.000 euro per megawattora (MWh) contro circa 85 euro/MWh lo scorso anno.

falco8 10 mesi fa su tio
l'UDC dovrebbe precisare che l'inflazione generale é dovuta ai governi europei e quello CH che hanno voluto giocare alla guerra con uno dei più grossi produttori di materie prime, quello che ha permesso il miracolo economico in germania e quindi in tutta europa ; e se non sbaglio l'UDC é il partito maggiore in CH e non ha fatto assolutamente nulla (!!) per bloccare il nostro governo dal prendere folli decisioni. il 'libero mercato' é stato affossato e i prezzi a buon mercato sono un ricordo ormai. benvenuti nel nuovo (dis)ordine mondiale!

tbq 10 mesi fa su tio
Risposta a falco8
"Non ha fatto nulla"? Spero tu abbia in chiaro il rapporto delle forze nell'Assemblea Federale, e di come all'UDC manchino decine di seggi per raggiungere la maggioranza necessaria per prendere DA SOLO le decisioni politiche, vero? :D

falco8 10 mesi fa su tio
Risposta a tbq
premetto, per me i moralisti fanatici ed ingenui come i socialisti ed i verdi sono un reale pericolo in questi tempi di instabilità, sono pronti a sacrificare tutto e tutti in nome della loro religione. per ciò che concerne l'UDC, io vedo un partito che ha ben DUE persone in CF, persone che non fanno nulla, che non hanno mai, neanche minimamente rappresentato il loro partito (!!!) eccezione unica per blocher, sono pedine senza valore del business politico e delle lobby, personaggi inutili, burocrati contabili! a questo punto che dia¦volo serve essere il peso massimo al governo se si gesticola molto con pochi risultati? tanto vale ritirarsi completamente e fare pura opposizione con tutti i mezzi anche quelli a cui non siamo abituati. invece no, si scolpano dicendo appunto che non hanno la maggioranza assoluta.... ma cambierebbe veramente qualcosa? ne ho i dubbi, alla fine sono solo dei PLR nazionalisti, nulla di più.

tbq 10 mesi fa su tio
Risposta a falco8
Anche la composizione del CF è un problema, quando quest'ultimo è chiamato a prendere decisioni a maggioranza e gli altri cinque cono socialisti (pro UE), liberali (pro affari con l'UE) e ex PPD (pro non si sa cosa, per cui seguono chi li chiama). Ma capisco il punto. :) Riguardo alla qualità dei Consiglieri Federali... oramai anche qui, finché l'UDC non avrà la forza di eleggerseli da solo dovrà presentare delle personalità che vadano bene agli altri partiti. Non vale il contrario, dato che gli altri partiti di governo se li eleggono tra di loro anche senza i voti dell'UDC. Come sentivo dire altrove, "il più grande partito della Svizzera non è l'UDC, ma i suoi avversari coalizzati". E questo crea ogni sorta di problema.

Mat78 10 mesi fa su tio
Se volevamo un costo dell'energia elettrica competitivo per la nostra industria e più economico per le famiglia bisognava iniziare a pianificare la costruzione dei nuove centrali nucleari nel 2000. Ma non siamo stati lungimiranti come i nostri nonni, anzi abbiamo dormito sugli allori e dilapidato il vantaggio industriale che avevamo. E ora ne paghiamo le conseguenze, accentuate da politiche ideologiche ed economicamente non sostenibili della sinistra. Si alle rinnovabili, ma con intelligenza e puntando sul nucleare fino a che la transizione dai combustibili fossili non sia avvenuta. Non è troppo tardi, ma bisogna cambiare ideologia subito. I francesi producono quasi solo con l'atomo ed hanno decine di reattori dietro casa nostra. La smettiamo di farci del male per nulla?

tbq 10 mesi fa su tio
Risposta a Mat78
Esatto.

Voilà 10 mesi fa su tio
Risposta a tbq
Con il costo dell'energia elettrica se la passano male anche i francesi, il prezzo dell'energia elettrica è indicizzato a quello del gas, oltre a questo al momento la speculazione sta facendo fare utili da capogiro alle aziende che commerciano energia elettrica, ma anche a quelli che commerciano gas e petrolio.

Hammer 10 mesi fa su tio
Pro saccoccia e va tüt ben.....

Hammer 10 mesi fa su tio
La lungimiranza è fuori dalle conoscenze degli attuali politici

tbq 10 mesi fa su tio
Un po' di vecchia saggezza avrebbe portato PRIMA ad avere sufficiente energia da fonti rinnovabili diverse dall'idroelettrico (forse è il caso di ricordarlo: l'energia idroelettrica È energia rinnovabile), e DOPO a smantellare gradualmente le centrali nucleari; se necessario, costruendone altre nel frattempo. Ma temo che fosse troppo sensato per le menti eccelse che hanno gestito la nostra politica energetica, probabilmente più interessate a renderci ancora più dipendenti dall'UE che a gestire in modo sensato la nostra produzione energetica. Per decenni siamo stati esportatori di eletticità, ma a costoro sono loro bastati pochi anni per renderci importatori. E nel momento sbagliato, oltretutto.

Gimmi 10 mesi fa su tio
Tutti bravi a dare la colpa a destra e a sinistra ,ma alla fine ,non si arriva a conclusioni concrete per la gente!!Avanti così,che emigreremo !!!

nec 10 mesi fa su tio
Si a nuove centrali nucleari!

Mat78 10 mesi fa su tio
Risposta a nec
assolutamente d'accordo

Nmemo 10 mesi fa su tio
Le decisioni politiche squilibrate sono state adottate quando alla direzione dell’energia c’erano le due signore: una PS l’altra la figlia di un UDC. Il mercato dell’energia ha fatto il resto.

Nmemo 10 mesi fa su tio
Risposta a Nmemo
errata corrige: ... una CVP, la signora Doris, ...

Voilà 10 mesi fa su tio
L'UDC mi sa dire chi è responsabile dell'aumento del gas, della benzina e della nafta?

Voilà 10 mesi fa su tio
La centrale di Müleberg, in funzione da 45 anni, non produce più elettricità dal 2019. La BKW FMB Energie SA ha deciso di smantellarla a causa degli alti costi di funzionamento. Inoltre il sistema di raffreddamento d'emergenza presentava delle criticità. L'attuale aumento del costo dell'energia è dovuto unicamente alla speculazione. A peggiorare la situazione è arrivato anche l'aumento delle tariffe di trasporto dell'energia di Swissgrid e la nuova tassa per la «Riserva di energia elettrica".

Hammer 10 mesi fa su tio
suggerisco un allevamento intensivo di lamprede, tanto per avere la luce nel piatto della cena....

Meck1970 10 mesi fa su tio
Fallimentare come la cassa malati e tutto il resto... Una volta i nostri politici hanno costruito una Svizzera forte, mentre i politici di oggi la stanno distruggendo. I ricchi diventano sempre più ricchi e il resto della gente deve solo pagare... Hanno privatizzato tutto ciò che è redditizio

franco1956 10 mesi fa su tio
i nodi rosso verdi,vengono al pettine.Continuate a votarli vi svuoteranno la cassaforte.

Emib5 10 mesi fa su tio
Risposta a franco1956
Mentre i nodi delle politiche liberiste della destra, a favore solo di pochi, vengono al pettine e hanno svuotato le tasche del ceto medio. Continuate a votarli e ci ritroveremo poveri.

franco1956 10 mesi fa su tio
Risposta a Emib5
sarebbe bello sapere quanta elettricità producono i pannelli solari installati nel Locarnese,dopo la tempesta.Frutto delle politiche rosso-verdi.

Hannoveraner 10 mesi fa su tio
Continuate a votare centro-sinistra e i risultati sono questi

Lux Von Alchemy 10 mesi fa su tio
Le strategie, indipendentemente dalle bagarre politiche, possono essere giuste o meno. Devono certamente favorire una gran quantità di fattori. Ma i veri speculatori che “ritoccano” i prezzi sono i rivenditori di energia. I nomi in Ticino?… (gas, elettricità, benzina…)

Killian12 10 mesi fa su tio
Risposta a Lux Von Alchemy
Con i prezzi del gas e delle altre materie prima in discesa rispetto allo scorso anno, mi aspetto che le società elettriche giustifichino ogni singolo centesimo di aumento, assolutamente ingiustificabile, così come è ingiustificabile che il CF non muova un dito per mitigare i prezzi di elettricità e casse malati!! Prezzi in mano a speculatori folli. Inoltre l’UDC farebbe meglio a tacere invece di blaterare giustificazioni solo per apparire incolpevole in tutta questa speculazione !
NOTIZIE PIÙ LETTE