Immobili
Veicoli
Un noir made in Ticino da gustare "Liscio on the Rocks"
MARCO CAPODIECI
È il giorno del secondo episodio di "Liscio on the Rocks".
ULTIME NOTIZIE People
STATI UNITI
1 ora
Tra i vincitori del Sundance c'è anche Navalny
Assegnati trentadue premi al festival del cinema indipendente tenutosi in forma virtuale.
ITALIA
2 ore
Ferragnez in crisi? Loro smentiscono con un video
Un settimanale parla di un terzo incomodo, la coppia replica con una story romantica
AUSTRALIA
3 ore
Dopo Djokovic, tocca a Kanye West
L'Australia ha avvertito la star: se vuole tenere un tour nel paese, deve dimostrare di essere vaccinato
STATI UNITI
19 ore
Evangeline Lilly: «Io sto con Kennedy Jr.»
L'attrice di “Lost” e “Ant-Man” ritorna (e agguerrita) sulle sue posizioni di scettica, questa volta per i vaccini Covid
ITALIA
1 gior
Elodie: «Marracash è famiglia, ma ho bisogno di stare sola»
La cantante ha parlato dei motivi della fine della relazione con il rapper
CINA / TIBET
1 gior
Il boicottaggio cinese di Keanu Reeves, a causa di un concerto
La partecipazione dell'attore ad una serata a favore del Tibet ha provocato controversie in Cina
ITALIA
1 gior
Eros, mano tesa a Michelle Hunziker: «Per lei ci sarò sempre»
Il cantante smentisce un ritorno di fiamma, ma dice: «Le sono vicino»
SVIZZERA
2 gior
Soletta, meno pubblico del previsto
Bilancio in deficit per le Giornate cinematografiche, bisognerà ricorrere alle riserve
STATI UNITI
2 gior
C'è un motivo se su Spotify non trovate più la musica di Neil Young
Ed è legato al podcast del presentatore americano Joe Rogan che avrebbe diffuso fake news sui vaccini
STREAMING E VIDEO
STATI UNITI
2 gior
10 anni di "Born To Die", che ha fatto nascere una stella
Snobbato da parecchi all'epoca, oggi è la prima dimostrazione del talento di Lana Del Rey
CANTONE
02.09.2020 - 06:300
Aggiornamento : 03.09.2020 - 10:16

Un noir made in Ticino da gustare "Liscio on the Rocks"

Oggi è il giorno della pubblicazione del secondo episodio della serie ideata e diretta da Marco Capodieci

di Redazione

BALERNA - È in programma oggi, mercoledì, la pubblicazione del secondo episodio di "Liscio on the Rocks", la nuovissima serie web indipendente in stile noir made in Ticino, della quale vi avevamo già parlato qualche tempo fa.

Dopo aver visto il debutto, abbiamo chiesto a Marco Capodieci, che ne è ideatore e regista, di parlarcene.

Una serie web prodotta e finanziata dalla gente. Perché il pubblico avrebbe dovuto sostenervi?
«Il pubblico mi ha sostenuto perché si è fidato del mio talento e della mia creatività. Soprattutto dopo tutti questi anni di attività artistica e dopo il successo della serie web "40ena tra amici... 40enni". Sapeva inoltre che avrei portato sul piccolo schermo un prodotto professionale e di qualità».

Buona la prima comunque. Il personaggio principale è inquietante. Come lo avete partorito?
«L'inquietudine è una percezione soggettiva. Steve, il personaggio di "Liscio on the Rocks", interpretato magistralmente da Alessandro Collovà, ha invece il suo fascino e il suo "enigmatico" perché. Rispecchia il disequilibrio di questa nostra società e di questo lungo periodo incerto. Vivendo tutto ciò sulla nostra pelle, l'ispirazione è venuta da sé. Inoltre, l'idea di questo ruolo a tinte anni '40 è dello stesso Alessandro. Io ho costruito il resto».

Avete scelto il bianco e nero. Perché?
«È stata una scelta artistica per rendere ancora più originale l'intera idea. Il non-sense e il bianco e nero rendono questa serie, nel 2020, unica nel suo genere».

Due puntate a settimana. Una serie da guardare dal cellulare o dal PC. Questo format ha un futuro, o si tratta solo di un ripiego in attesa che il mercato torni a girare dopo i travagli legati al Covid?
«La voglia di creare, lavorare e progettare è tanta e ho quindi continuato con questa modalità che sembra difatti funzionare. E poi credo che non sia il futuro, bensì è già il presente. Penso però che andare al cinema avrà sempre la sua forza emotiva... E anche io sogno di poter proporre l'intera serie in una sala cinematografica e tornare a sentire l'affetto del pubblico».

Avete girato l'intera serie con uno smartphone. Ci sono state difficoltà particolari?
«No, anzi, solo vantaggi e flessibilità, senza perdere di qualità. Le nuove tecnologie permettono di fare cose straordinarie. Per esempio, ho cercato di usare i tre obiettivi incorporati nello smartphone al meglio delle mie capacità».

Come hanno vissuto i tuoi compagni di avventura questa esperienza low budget?
«Ho avuto l'onore di dirigere dei bravissimi interpreti, che si sono affidati al 100% alle mie direttive registiche. Creatività e bravura si sono ben amalgamate alle mie visioni oniriche e d'insieme. Nonostante fosse un progetto low budget, non è mancata la voglia di lavorare in modo professionale e preciso. È stata un'esperienza magnifica, dalla scrittura alla realizzazione vera e propria, e spero possa continuare con una seconda stagione o con altri progetti. Idee e soggetti non ci mancano».

MARCO CAPODIECI
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-29 14:08:08 | 91.208.130.86