Cerca e trova immobili

SVIZZERAMigros, utile più che dimezzato: «Comunque forti, malgrado il contesto difficile»

26.03.24 - 10:27
Risultato d'esercizio nelle cifre nere, ma comunque non dolce per la grande M arancione. Ancora in negativo i negozi specializzati.
keystone-sda.ch (MICHAEL BUHOLZER)
Il direttore di Migros, Mario Irminger.
Il direttore di Migros, Mario Irminger.
Fonte Ats
Migros, utile più che dimezzato: «Comunque forti, malgrado il contesto difficile»
Risultato d'esercizio nelle cifre nere, ma comunque non dolce per la grande M arancione. Ancora in negativo i negozi specializzati.

ZURIGO - Utili in calo nel 2023 per Migros: il colosso del commercio al dettaglio ha visto il risultato operativo Ebit attestarsi a 286 milioni di franchi, a fronte dei 628 milioni dell'esercizio precedente, mentre i profitti netti sono scesi da 459 a 175 milioni.

Sui conti ha pesato l'aumento dei costi delle materie prime, dell'energia e degli imballaggi, spiega la dirigenza in un comunicato odierno. Si è inoltre resa necessaria una rettifica di valore di circa 500 milioni di franchi che riguarda gli immobili logistici, i progetti informatici e diverse altre voci patrimoniali: tutte poste che hanno un valore di bilancio inferiore a causa delle variazioni delle condizioni di mercato.

Il dato del fatturato - già noto da gennaio - è invece da record: le vendite complessive del gruppo hanno raggiunto 32,0 miliardi, con una progressione del 6,0% rispetto a un 2023 già da primato. «Migros dimostra così la sua forza e la sua capacità di adattamento in un contesto difficile» argomentano i vertici.

I manager giudicano buoni i risultati: la cooperativa ha ampliato la sua posizione di leader nel settore del commercio al dettaglio svizzero, sia per quanto riguarda il commercio stazionario che online. Tutti e quattro i pilastri strategici del gruppo Migros - Food, Non-Food, Servizi finanziari e Salute - hanno registrato una forte crescita.

Mentre sale il giro d'affari del commercio online (+10,2%), dei supermercati (+3,6%) e della ristorazione (+10,2%), grazie fra l'altro a un maggiore afflusso della clientela, le vendite nei negozi specializzati Migros sono nuovamente diminuite (-7,7%).

«Le mutate esigenze della clientela richiedono un riorientamento dei formati dei negozi specializzati e il prossimo passo in tal senso sarà costituito dalla vendita di Melectronics e di SportX», fa sapere la società, ribadendo quanto già annunciato a inizio febbraio.

Le aziende di Migros Industrie hanno aumentato il loro fatturato, raggiungendo i 6,0 miliardi di franchi (+3.9%): l'incremento è dovuto principalmente agli adeguamenti dei prezzi legati all'inflazione. Pure in progressione risultano i ricavi di Banca Migros (+17,7% a 828 milioni).

Migros è anche un importante datore di lavoro, il più grande in Svizzera in ambito privato: con una media di 99'175 collaboratori e collaboratrici in circa 90 aziende l'organico è aumentato di 1448 posti (+1,5%) rispetto all'esercizio precedente. I salari nominali sono saliti del 2,1%.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Equalizer 3 mesi fa su tio
Piccolo dettaglio, la Migros non è più esattamente quella di prima: Dal 1° gennaio 2024 l'attività dei supermercati Migros è gestita da una società indipendente e controllata a livello centrale al fine di fornire servizi efficaci lungo l'intera catena del valore aggiunto. Migros Supermercati SA

Talos63 3 mesi fa su tio
Risposta a Equalizer
… con la conseguenza che dovrà fare sempre più utili per poter accontentare gli azionisti (fregandosene degli statuti di cooperativa e dei dettami di Duttweiler)
NOTIZIE PIÙ LETTE