Cerca e trova immobili

ITALIAEsselunga e “La Pesca”, se lo spot è un cortometraggio

26.09.23 - 17:20
La nuova campagna del dettagliante italiano flirta con i linguaggi visivi per raccontare la piccola grande importanza di ogni spesa.
Esselunga
Esselunga e “La Pesca”, se lo spot è un cortometraggio
La nuova campagna del dettagliante italiano flirta con i linguaggi visivi per raccontare la piccola grande importanza di ogni spesa.

MILANO - Esselunga torna in televisione e presenta una nuova campagna, una nuova narrazione che vuole emozionare, ponendo l’attenzione sulle persone, sull’unicità e semplicità del quotidiano.

«Non c'è una spesa che non sia importante»: è questo il messaggio intorno al quale è costruito il racconto che, nella forma di un cortometraggio dal titolo "La pesca", trasmesso per la prima volta dal 25 settembre sulle principali reti televisive italiane.

Che sia la spesa per il pranzo della domenica o i biscotti per la prima colazione, gli ingredienti per preparare una torta, la frutta fresca o la foglia di basilico, dietro ogni prodotto acquistato c’è una storia.

«La campagna vuole mettere in luce l’importanza della spesa che non è solo un atto d’acquisto, ma ha un valore simbolico molto più ampio – spiega Roberto Selva, Chief Marketing & Customer Officer di Esselunga – Per ogni prodotto che mettiamo nel carrello c’è un significato più profondo di quello che siamo abituati a pensare. Esselunga, che è sinonimo di qualità e convenienza, lo sa: non c’è una spesa che non sia importante. Ed è per questo che ci impegniamo ogni giorno a offrire sempre il meglio ai nostri clienti».

 “La pesca” non è uno spot tradizionale, ma un cortometraggio che si appropria di un linguaggio cinematografico. «Il soggetto è ispirato a una spesa vista attraverso gli occhi e il vissuto di una bambina: un gesto, fatto con la semplicità e allo stesso tempo con l’ingegno tipico dei bambini, svelerà, istante dopo istante, una storia densa di tenerezza che arriva al cuore e commuove con delicatezza», spiega il dettagliante in comunicato.

Il film sarà disponibile in televisione, nelle sale cinematografiche e sui canali digitali.


Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE