Immobili
Veicoli

STATI UNITINessuno vuole lavorare da Amazon

23.06.22 - 00:04
Entro il 2024 l'e-commerce potrebbe esaurire tutte le sue possibili risorse lavorative americane
Keystone
STATI UNITI
23.06.22 - 00:04
Nessuno vuole lavorare da Amazon
Entro il 2024 l'e-commerce potrebbe esaurire tutte le sue possibili risorse lavorative americane

NEW YORK - «Non necessario, sostituibile». Così Jeff Bezos ha sempre descritto il lavoratore tipo ideale per rimpolpare lo staff di Amazon. Ma, considerando un rapporto interno dell'azienda, sarà costretto a ricredersi, perché rischia di non riuscire ad assumere abbastanza personale entro il 2024.

Timbrare, imballare, spedire. Per garantire un servizio rapido, nei magazzini di Amazon bisogna tenere un ritmo serrato e garantire turni di lavoro che riescano a coprire le 24 ore di una giornata. Un ritmo che a lungo andare diventa insostenibile. Almeno 31mila persone che hanno lavorato o che lavorano tuttora in uno stabilimento Amazon, affermano che preferirebbero lavorare da Wallmart.

Chi lavora negli stabilimenti dell'e-commerce di Jeff Bezos non è lì per restare, ma sta invece aspettando una migliore opportunità. E soprattutto spera che arrivi in fretta. Nei tentativi di unirsi in sindacato, i lavoratori hanno spesso parlato di un tasso di infortuni elevato, di stress, di sorveglianza computerizzata e di ritmi di lavoro non sostenibili e di compiti ripetitivi. Se fino a oggi i responsabili di azienda non vedevano nel desiderio di andare via un problema, anzi ritenevano necessario un cambio continuo del personale, ora, esattamente come un bosco, si rendono conto di essere vicini a esaurire le risorse.

In un rapporto interno, ottenuto dal portale Recode, vengono analizzati i problemi che si prospettano da qui al 2024. Si affronta in particolare la questione del personale. Perché entro i prossimi due anni Amazon potrebbe non averne da assumere negli Stati Uniti. Il calcolo è stato fatto in base al livello di reddito cittadino e alla vicinanza alle strutture attuali e future dell'azienda.

Le soluzioni ventilate nel foglio sono poche e non fanno la gioia di molti. Viene scritto che bisognerebbe puntare ad abbassare i tassi di licenziamento e a mantenere quindi più a lungo un dipendente in azienda. Sarebbe necessario, per esempio, cambiare alcuni sistemi informatici che licenziano automaticamente il personale e senza preavviso a causa di infrazioni minori. Un'altra soluzione, richiesta da anni dai lavoratori, è l'aumento della retribuzione. Per ogni dollaro in più aggiunto alla paga, si aggiungono il 7% dei lavoratori in più disposti a farsi assumere.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE ECONOMIA