Immobili
Veicoli

REGNO UNITOUn centesimo qua, un centesimo là: ecco come il pollo diventa caro come il manzo

25.05.22 - 08:00
I fast food hanno già rivisto il prezzo verso l'alto e nei supermercati è necessario spendere 50 centesimi in più
Depositphotos (bhofack2)
REGNO UNITO
25.05.22 - 08:00
Un centesimo qua, un centesimo là: ecco come il pollo diventa caro come il manzo
I fast food hanno già rivisto il prezzo verso l'alto e nei supermercati è necessario spendere 50 centesimi in più

LONDRA - Il pollo come il manzo. Perlomeno nel prezzo. È quanto potrebbe succedere nel Regno Unito a causa dell'aumento globale dei prezzi e della carenza di materia prima dovuta a siccità, raccolti infausti e guerra in Ucraina. Ma ecco come e dove cambiano i costi.

Il pollo rappresenta il 50% della carne consumata dai britannici. Per soddisfare la domanda è necessario allevare ogni anno un miliardo di polli, che vengono tenuti in vita fino a un massimo di 39 giorni. Perché il mercato sia costante, gli allevamenti vengono riforniti sette volte all'anno con 215mila pulcini nati nelle 24 ore precedenti.

Su il costo pro capite - In un solo anno, l'industria ha visto aumentare il costo per l'acquisto di ogni animale di 0,05 sterline, portandolo a 0,4. In confronto al 2021, quindi, per riempire sette volte gli allevamenti vengono spese 75'250 sterline in più.

L'energia, il carburante - La maggior parte degli allevamenti sono al chiuso, normalmente in dei capannoni illuminati con luci Led e scaldati al Gpl. Nonostante in molti utilizzino i pannelli solari, il costo per kilowatt è comunque raddoppiato. E in soli due anni il prezzo di un litro di Gpl è passato da 0,15 sterline a 0,4.

Cibo e acqua - Gli uccelli vanno inoltre abbeverati e nutriti. Ma, nel caso in cui l'acqua utilizzata sia di pozzo, va disinfettata e il prezzo dei prodotti chimici necessari è salito del 30%. Il mangime costa a tutta l'industria due milioni di sterline all'anno, un prezzo in aumento e che nei prossimi anni non promette di stabilizzarsi, visti i raccolti infausti della scorsa estate, la siccità e la guerra in Ucraina.

Per sopprimere i polli prima di arrivare nei banchi frigo di macellerie e supermercati, normalmente si adopera l'anidride carbonica, il cui costo è quasi quadruplicato. Poi vengono spennati, spellati e tagliati e quindi messi in confezioni il cui materiale è aumentato del 20%. Quindi vengono trasportati e la storia recente del Regno Unito con il gasolio non è delle più felici, anche a causa della Brexit.

Il risultato, come riferisce la Bbc, è che catene come Kfc hanno già rivisito i loro prezzi al rialzo e nei supermercati un pollo refrigerato pronto per la cottura ora costa tre sterline, invece di 2,50.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE ECONOMIA