Cerca e trova immobili

RUSSIAPutin nega ogni intenzione di attaccare i Paesi della Nato

17.12.23 - 19:20
Oggi il partito Russia Unita ha confermato il suo appoggio all'attuale presidente russo per la sua ricandidatura alle prossime elezioni
Keystone/PETER KLAUNZER (PETER KLAUNZER)
Fonte Alberto Zanconato, Ansa
Putin nega ogni intenzione di attaccare i Paesi della Nato
Oggi il partito Russia Unita ha confermato il suo appoggio all'attuale presidente russo per la sua ricandidatura alle prossime elezioni

MOSCA - Vladimir Putin ha detto di essere stato un «ingenuo» a non capire in tempo che obiettivo dell'Occidente era di approfittare di una «disintegrazione» anche della Russia dopo il crollo dell'Unione Sovietica. Ma ora assicura di non volere inseguire alcuna rivalsa e nega ogni intenzione di attaccare Paesi della Nato, definendo «fesserie» gli allarmi di questo tipo lanciati dal presidente americano Joe Biden.

Nel giorno in cui il partito Russia Unita, da lui fondato, gli ha dato un appoggio unanime per la sua ricandidatura da 'indipendente' alle elezioni del prossimo marzo, il capo del Cremlino ha ribadito la sfida ai Paesi occidentali chiamando a raccolta «tutte le forze patriottiche», ma allo stesso tempo ha lanciato una sorta di appello alla collaborazione, dicendo che Mosca vuole «sviluppare le relazioni» con i Paesi dell'Alleanza atlantica.

Di sicuro non nutre alcuna intenzione minacciosa verso di loro, ha insistito Putin, respingendo le accuse di Biden che, nel tentativo di convincere il Congresso ad approvare i nuovi finanziamenti per Kiev, ha affermato che se non sarà sconfitta in Ucraina, Mosca poi attaccherà il territorio della Nato. La Russia «non ha nessun interesse a combattere la Nato, né geopolitico, né economico, né militare», ha aggiunto Putin in una intervista alla televisione Rossiya-1, ritenendo che presto o tardi «l'Occidente dovrà trovare un terreno comune con Mosca».

Certo, ha scandito più tardi Putin ringraziando Russia Unita per l'appoggio, «la Russia non può, come altri Paesi, rinunciare alla sua sovranità ed essere il satellite di qualcuno in cambio di qualche salsiccia». Un destino che invece, secondo la sua interpretazione, le era riservato dagli Usa dopo la caduta dell'Urss.

Il presidente russo ha affermato che l'ex consigliere per la sicurezza nazionale americano Zbigniew Brzezinski aveva addirittura un piano per «dividere la Russia in cinque parti e sfruttare le sue risorse». Putin ha poi ammesso che gli anni passati come ufficiale del Kgb e poi capo dei servizi d'intelligence russi Fsb non bastarono a fargli capire quali progetti avesse l'Occidente.

Per il presidente russo, dunque, la sua politica attuale, compreso l'intervento militare in Ucraina, è volta a rimediare a questo errore. E per questo si ricandida per un quinto mandato che lo porterà a guidare la Russia fino al 2030.

Sul risultato del voto non esistono dubbi, non solo perché praticamente tutte le voci critiche tra i politici, gli attivisti e i media sono state messe a tacere, ma anche perché, secondo i sondaggi di istituti non sospetti di connivenza con il Cremlino, la grande maggioranza dei russi condivide la visione del presidente.

Putin è «un leader nazionale che gode della fiducia di decine di milioni di persone e attorno al quale si stringe chiunque voglia vedere il nostro Paese forte, prospero e indipendente», ha assicurato il presidente di Russia Unita ed ex capo dello Stato Dmitry Medvedev aprendo i lavori del congresso.

Putin ha avvertito questa settimana che ci potrà essere pace in Ucraina solo quando Mosca avrà raggiunto i suoi obiettivi. Continuano dunque i bombardamenti russi, con Kiev che ha affermato di aver abbattuto la scorsa notte un missile e 20 droni d'attacco russi. Da parte sua Mosca ha dichiarato di aver distrutto 33 droni ucraini.

Il ministero della Difesa di Mosca ha anche detto che in un attacco delle forze russe è stato distrutto il comando della 47esima Brigata meccanizzata ucraina nell'area di regione di Avdiivka, nella regione orientale di Donetsk. Fonti dei servizi di sicurezza di Kiev affermano invece che gli ucraini hanno compiuto un attacco con droni a un aeroporto nella regione russa di Rostov sul Don infliggendo «danni significativi alle attrezzature del nemico».

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

leobm 6 mesi fa su tio
Clausewitz Per fare la guerra ci vogliono 3 fattori determinati. 1. Vantaggio militare 2. Accompagnamento ideologico 3. Obbiettivo finale Dubito fortemente che questi fattori ci siano veramente, credo che J.B. voglia giocare con le parole ma è un gioco troppo da sciocchi per un presidente degli USA. Ecco dove sta il problema una classe dirigente (politica) in generale concentrata molto sull'immagine e completamente assente nella sostanza.

mastermi 6 mesi fa su tio
l'ipocriisia e' che tutti contro Putin ! pero' compriamo il gas e vendiamo tutto alla Russia spedendo in Turchia che poi consegna...

Geremia 6 mesi fa su tio
Che ci provi

SO2 6 mesi fa su tio
Putin nega ogni intenzione di invadere l'Ucraina (2022)....un deviato , la cui parola non vale niente

mastermi 6 mesi fa su tio
Risposta a SO2
bhe' non e' che quelle usa e nato siano piu' attendibili....

SelT 6 mesi fa su tio
La NATO fu creata per arginare i paesi di ideologia comunista, ideologia in totale contrasto con ‘business is business and better if you use dollar’s’. Il comunismo ha prodotto tanti regimi dittatoriali, bello sulla carta ma una fregatura in realtà. La domanda: la NATO una forza di difesa o di attacco? Dipende dalle situazioni. L’URSS non esiste più e molte nazioni anche ex comuniste fanno parte della NATO. Penso che sia lecito pensare che la NATO esista ancora principalmente per difendere il business americano. Per NATO si intende anche a tutte le basi con missili con capacità nucleare disseminate in Europa e rivolte verso la Russia. Non dimentichiamo però che anche i russi hanno lo stesso tipo di missili rivolti in contrapposizione, questa parità nucleare è stata decisa alla creazione delle armi atomiche da certi scienziati. Questa situazione di stallo dovrebbe impedire una guerra aperta tra superpotenze. Per questa realtà storica, il dittatore Russo non può far altro che affermare ovvietà: non attaccare NATO. Ma dall’ altra parte? Siamo sicuri che le forze NATO non tengono gli stessi propositi, non attaccare la Russia? Sarebbe bello che anche i paesi occidentali affermassero anche loro la volontà di non aggressione.

Nikko 6 mesi fa su tio
In passato, neanche troppo lontano, è già successo che Putler nega qualcosa proprio mentre la sta organizzando… negandola spudoratamente in mondovisione davanti a una telecamera, mentre sta scrivendo esattamente il contrario di ciò che ha appena negato…quindi, quando dice una cosa, di solito ne fa un’altra… o almeno la sta valutando… se non, addirittura, già studiando..

Keope1963 6 mesi fa su tio
Risposta a Nikko
Questa volta dice la verità .. fidati. Dove vuoi che vada con il suo esercito di straccioni ora che sta finendo anche le munizioni coreane e gli aquiloni iraniani..

SelT 6 mesi fa su tio
Risposta a Keope1963
Chi pensi che se la cavi meglio tra USA, EU e Russia in un conflitto nucleare? Per me gli USA che sono praticamente sicuri di intercettare tutto quello che arriva dalla Russi. I Russi sono fatti visto la vicinanza delle basi NATO. E i missili Russi verso l’UE? Beh se riescono a farli partire tutte le belle capitali Europee addio.

Articus76 6 mesi fa su tio
Risposta a SelT
Nessuno se la cava meglio, ci va di mezzo tutto il globo

Keope1963 6 mesi fa su tio
Risposta a Articus76
Esatto.. nucleare a parte ribadisco ciò che ho scritto prima

carlo56 6 mesi fa su tio
questa storia della Russia che attacca la nato è la barzelletta dell’anno! figurarsi, non son riusciti a battere l’ucraina ed anzi sono inpantanati e fermi in dombas e divrebbero saper attaccacare il blocco occidentale in blocco?!?? solo la retorica ormai scaduta di Zelebski e quella di Biden potevano partorire un simile timore, secondo me

Fabvan 6 mesi fa su tio
Risposta a carlo56
Sul fatto che "non sono riusciti a battere l'ucraina" ci sarebbe molto da approfondire. In primis cosa vuol dire battere in questo caso. Se le intenzioni erano di stabilizzarsi su quella parte orientale beh, ci stanno stabili da un anno. Poi ci sarebbe da dire che in conflitto non c'è la Russia e l'Ucraina come fai intendere, ma la Russia e l'Ucraina con tutti i soldati mercenari, i soldi e le armi in regalo da tutta l'Europa e dagli USA. Diciamo che oggi tutta l'Europa ha meno armi per via di questo. E fronteggiano tutta questa Alleanza senza l'uso delle loro armi più distruttive... Perché si rifiutano di usarle. Quindi apriamo un attimo gli occhi...

Keope1963 6 mesi fa su tio
Invasato

tschädere 6 mesi fa su tio
lo ha detto anche con la ucraina.

Calimero 6 mesi fa su tio
Forse sta dicendo la verità ed è un messasggio positivo, ma, conoscendolo, fidarsi è bene e non fidarsi è meglio.

Roggino 6 mesi fa su tio
Il pelatino non ha ancora realizzato di aver fatto diventare i suo paese un satellite della Cina… 🤭😂🤣

Keope1963 6 mesi fa su tio
Risposta a Roggino
Ti è BV agli.. un satellite della Corea del Nord 😜😂

Keope1963 6 mesi fa su tio
Risposta a Roggino
Ti sbagli…
NOTIZIE PIÙ LETTE