STATI UNITIEletto Jeffries: è il primo afroamericano alla guida della Camera

30.11.22 - 17:59
Il 52enne prende il posto di Nancy Pelosi
Keystone/AP/J. SCOTT APPLEWHITE / STF (J. SCOTT APPLEWHITE)
Fonte Ats Ans
Eletto Jeffries: è il primo afroamericano alla guida della Camera
Il 52enne prende il posto di Nancy Pelosi

WASHINGTON - I democratici della Camera dei rappresentanti americana hanno eletto all'unanimità Hakeem Jeffries come loro leader. Lo riporta la CNN. Si tratta del primo afroamericano a ricoprire questo ruolo. Jeffries, 52 anni, deputato di New York, prende il posto di Nancy Pelosi.

È una svolta storica per il partito dell'Asinello che con l'elezione di Jeffries dà inizio ad un profondo cambio generazionale nella speranza di riconquistare il controllo della Camera nel 2024. Ex avvocato con la passione per il rap e l'hip hop di cui è solito citare versi durante i suoi comizi, è un esponente progressista ma ha buoni rapporti con la business community, in particolare con Wall Street.

Nato a Brooklyn, entrato al Congresso nel 2013, Jeffries si è fatto subito notare per il suo stile tagliente ma mai avventato. Un politico carismatico che «sa aspettare il momento giusto», come lo ha descritto il leader dei diritti civili Al Sharpton che lo conobbe da giovane deputato vent'anni fa. «Ha sempre dato l'idea di essere destinato a grandi cose ma senza fretta. Ho incontrato tante persone ambiziose, disposte a tutto pur di arrivare. Hakeem non è una di queste», ha raccontato il reverendo.

È stato eletto leader dei democratici alla Camera all'unanimità e senza rivali, ma nell'ala più a sinistra del partito c'è chi lo considera troppo moderato e vicino alle grandi corporazioni e a Wall Street. Ed è probabilmente in questa sua capacità di muoversi tra correnti più liberal e l'establishment che risiede il segreto dell'ascesa politica di Jeffries.

In un'intervista all'Atlantic dell'anno scorso si è definito «un democratico nero progressista preoccupato per l'ingiustizia razziale, economica e sociale che non si piegherà mai al socialismo di estrema sinistra».

Quando ha annunciato la sua corsa per leadership democratica alla Camera ha promesso un maggiore impegno nella lotta all'inflazione, nella battaglia per i diritti riproduttivi, nella difesa della democrazia. Ha anche insistito sull'importanza di «accogliere i nuovi americani, promuovere l'uguaglianza di tutti di fronte alla legge e migliorare la sicurezza delle città in tutti gli Stati Uniti».

Sposato con Kennisandra, due figli maschi, il nuovo leader dei democratici è un esponente della generazione X che prende in mano uno scettro tenuto per quasi vent'anni dall'ottuagenaria "Speaker emerita" e sarà affiancato da una numero due e un numero tre altrettanto giovani, Katherine M. Clark e Pete Aguilar, di 59 e 43 anni. Nei prossimi mesi bisognerà vedere se sarà in grado di mantenere questa ritrovata unità all'interno del partito e di gestire le differenze con i repubblicani.

In passato è stato in prima linea contro Donald Trump ed in un celebre discorso al Senato nel 2020 chiedendone l'impeachment ha persino citato la frase di uno dei suoi rapper preferiti, Notorious B.I.G. "And if you don't know, now you know" ("E se non lo sapevi, ora lo sai"). Il verso che qualcuno ha urlato in segno di gioia alla Camera dopo la sua elezione.

COMMENTI
 
Alessandro Fornera 1 mese fa su tio
…yyesss🎧
NOTIZIE PIÙ LETTE