Keystone
STATI UNITI
05.03.2021 - 19:040

Nuovi guai per McAfee, è accusato di aver "pompato" il valore delle sue criptovalute

Con messaggi entusiastici sui social, dopodiché ha venduto tutto il portafoglio. Rischia (altri) 20 anni di carcere

NEW YORK - Ha incalzato i suoi follower su Twitter ad acquistare criptovalute, dopodiché ha venduto tutto il suo portafoglio che - nel frattempo - era considerevolmente lievitato. E no, non è una cosa legale

È finito di nuovo nei guai John McAffe, che è stato formalmente accusato dalle autorità Usa, di aver messo in piedi uno schema fraudolento. Co-accusato con lui anche la sua guardia del corpo Jimmy Watson.

Fra il 2017 e il 2018 i due avevano - falsamente - dichiarato di aver guadagnato 2 milioni di dollari grazie all'acquisto di criptovalute come Dogecoin e Reddcoin, invitando i loro seguaci social a fare altrettanto.

«McAfee e Watson hanno sfruttato le loro piattaforme convincendo, attraverso bugie e raggiri, i loro follower che con le valute digitali era possibile fare milioni», riporta l'atto federale d'accusa.

7 le imputazioni a loro carico per un totale di 20 anni di detenzione. McAfee si trova già in carcere, dopo essere stato arrestato per evasione fiscale nel 2020.

 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-17 13:30:15 | 91.208.130.89