keystone-sda.ch / STF (Mark Lennihan)
STATI UNITI
16.03.2020 - 14:530

Ennesima giornata nerissima a Wall Street, interrotti gli scambi poco dopo l'apertura

È la terza volta in pochi giorni, l'indice era crollato sotto il 7% facendo scattare i 15 minuti di stop

NEW YORK - Wall Street affonda con lo S&P 500 che - nella peggior giornata dal 1987 a oggi - perde oltre il 7% e fa scattare le interruzioni che sospendono le contrattazioni per 15 minuti.

Prima dello stop il Dow Jones perdeva il 9,76% a 20'935,16 punti, il Nasdaq cedeva il 6,12% a 7392,73 punti mentre lo S&P 500 lasciava sul terreno l'8,14% a 2490,47 punti.

Giù anche il petrolio -  Male il greggio le cui quotazioni perdono l'8,9% a 28,90 dollari al barile. Non fa eccezione il brent: scesosotto i 30 dollari al barile per la prima volta dal 2016. Il petrolio di riferimento per l'Europa perde l'11% a 30,11 dollari, dopo aver toccato un minimo di 29,96 dollari al barile.

Disastro anche a Zurigo - È un'altra giornata di crollo per la borsa svizzera, che come tutti gli altri mercati continentali soffre per le conseguenze economiche che si prospettano per la crisi del coronavirus. A poco più di due ore dalla chiusura l'indice SMI perde l'8,01% a 7697,24 punti.

Fra i titoli maggiormente sotto pressione Swiss Life (-17%), Credit Suisse (-14%) e LafargeHolcim (-14%). Una certa resistenza viene mostrata solo da Roche (-4%): tutti gli altri valori SMI fanno peggio.
 
 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-08 12:03:37 | 91.208.130.87