Keystone
Ryanair 10a. La centrale a carbone di Bełchatów (Polonia) 1a
+3
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
ISRAELE
1 ora
Gaza: 139 morti, di cui 39 bambini.
Poco fa decine di razzi su Tel Aviv. Sono 2'300 quelli finora lanciati dall'enclave palestinese verso Israele.
CINA
1 ora
Misure anti-Covid: no alle scalate sull'Everest
Il Governo cinese ha deciso di vietare l'ascesa alla vetta più alta del mondo dal suo territorio.
TAIWAN
2 ore
Impennata di contagi a Taiwan
Sono 180 i nuovi positivi, mai così tanti dall'inizio della pandemia
SPAGNA
2 ore
22 giorni alla deriva, senza acqua e cibo: 17enne salva per miracolo
Lei e due compagni di viaggio sono gli unici superstiti tra quasi 60 persone, alla deriva nell'Atlantico
CINA
4 ore
Il rover Zhurong è su Marte
La riuscita dell'operazione è stata confermata dall'Agenzia spaziale cinese
FOTO
CINA
4 ore
Tornado su Wuhan e Suzhou: 12 morti e 250 feriti
I venti hanno superato i 200 chilometri orari
FOTO
POLONIA
5 ore
Via le mascherine all'aperto in Polonia
Il governo ha avviato una campagna pubblicitaria per convincere coloro che non si vogliono vaccinare
ISRAELE
5 ore
Colpiti altri obiettivi a Gaza City
Presi di mira, secondo l'esercito israeliano, vari «siti di lancio sotterranei».
ISRAELE
14 ore
A Gaza sono in migliaia a fuggire dalle proprie case
Il bilancio delle vittime palestinesi dei raid aerei è salito ad almeno 126 morti
FRANCIA
16 ore
Francia, la caccia all'uomo si è conclusa dopo 3 giorni
L'autore del duplice omicidio delle Cévennes si è consegnato oggi alle autorità
REGNO UNITO
17 ore
Accelerare i richiami per sfuggire alla variante indiana
Il Regno Unito vuole evitare ritardi sulla roadmap. E allarga la campagna vaccinale agli over 40
REGNO UNITO
19 ore
Stop alla reclusione dei cittadini Ue sprovvisti di visto
Nelle ultime settimane si erano alzate diverse polemiche
MONDO
19 ore
Così la finanza islamica sta conquistando il mondo
Niente speculazioni, rischi o astrazioni: le banche musulmane funzionano e convincono anche chi non lo è
UNIONE EUROPEA
02.04.2019 - 22:360

Ryanair come le centrali a carbone: la low cost nella "top ten" di chi inquina di più

È la prima compagnia aerea a entrare nella classifica europea. L'esperto: «Questo settore deve essere rimesso in riga»

BRUXELLES - Con i suoi voli a prezzi stracciati, Ryanair ha permesso a chi 30 anni fa non avrebbe mai preso un aereo di fare weekend a Londra e Stoccolma per pochi soldi. Essere il vettore che - con 119 milioni di passeggeri l’anno - trasporta più persone in Europa ha però un prezzo. La low cost è infatti diventata la prima compagnia aerea a entrare nella “top ten” dei principali inquinatori dell’UE, finora occupata solo da centrali a carbone.

«Per quanto riguarda il clima, Ryanair è il nuovo carbone», afferma l’esperto di aviazione Andrew Murphy della Ong “Transport & Environment”. Con un aumento annuo delle emissioni di biossido di carbonio del 6,9% a 9,9 milioni di tonnellate, la compagnia si attesta al 10° posto della classifica, preceduta solo da nove centrali - sette tedesche, una polacca e una bulgara - che per produrre energia bruciano lignite.

Per l’organizzazione che ha stilato il resoconto - che è basato su dati europei ufficiali -, il triste primato di Ryanair dovrebbe far riflettere sul «fallimento» di Bruxelles nel tenere sotto controllo l’aumento delle emissioni del settore dell’aviazione. Nel complesso, queste ultime sono infatti aumentate del 4,9% nel 2018 contro una riduzione complessiva del 3,9% degli altri settori industriali. Negli ultimi cinque anni l'incremento è stato del 26,3% contro un calo dell'11,6% delle altre industrie. 

«Questo trend non potrà che continuare se l’Europa non comprende che questo settore sottotassato e sottoregolato deve essere rimesso in riga», denuncia Murphy. Secondo “Transport & Environment”, in particolare, è necessario che vengano introdotte delle tasse sul cherosene e che le compagnie siano obbligate a pagare l’IVA sui biglietti aerei. I vettori dovrebbero inoltre essere spinti a passare al cherosene sintetico a zero emissioni e non dovrebbero più beneficiare dell’assegnazione di quote di emissione a titolo gratuito.

In un rapporto diffuso lo scorso anno, Ryanair si definiva tuttavia «la compagnia aerea più verde e pulita d’Europa» e assicurava che le sue emissioni di CO2 per passeggero e chilometro percorso erano «più basse di quelle di qualsiasi altro vettore». Contestualmente, la low cost lanciava un programma che permette ai suoi clienti di compensare le emissioni di CO2 causate dal loro viaggio con una donazione a un progetto ambientale.

L'aviazione è responsabile del 3% dei gas serra emessi nell'UE, di oltre il 2% di quelli emessi a livello globale. Come ricorda Bruxelles, se il settore dell'aviazione mondiale fosse un Paese sarebbe tra i primi 10 che inquinano di più. Inoltre, l'aviazione cresce molto velocemente: nel 2020 produrrà il 70% di gas serra in più rispetto al 2005.

In programma l'Organizzazione mondiale dell'aviazione civile (ICAO) ha un progetto di compensazione e riduzione delle emissioni chiamato "Corsia" che, in estrema sintesi, prevede tuttavia solo di compensare le emissioni eccedenti un certo valore attraverso l'acquisto di quote. Uno schema simile è già in vigore nell'Ue (EU ETS), dove però le compagnie continueranno a ricevere almeno fino al 2020 la maggior parte delle loro quote a titolo gratuito.

«La cosa peggiore che possiamo fare è riporre tutte le nostre speranze in uno schema di compensazione che conferisca alle compagnie la licenza di crescere indefinitamente», sostiene Andrew Murphy criticando il piano dell'agenzia Onu.    

Keystone
Guarda tutte le 7 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Mattiatr 2 anni fa su tio
Mah, non saprei. Sarà che più voli fai e più inquini? Scommetto che se mettessimo nella classifica il traffico di una qualche città magicamente le centrali a carbone e gli aerei sembrerebbero delle strisce di polvere per terra.
moma 2 anni fa su tio
so che tanti verdi rossi volano con questi aerei. E' tutto dire.
gabola 2 anni fa su tio
Sembra dai commenti che a nessuno piaccia la comodita(perche al giorno d'oggi tutti e per qualsiasi cosa la vogliono) o non ne hanno mai giovato di un viaggio in qualche citta europea per un week end a basso costo,ma se invece della Ryanair prendo un alta compagnia,pagando il doppio inquino meno?
miba 2 anni fa su tio
Primo pensiero a caldo: Ryanair ed altre compagnie low cost danno sicuramente fastidio ad altre compagnie con prezzi enormemente maggiori.....
lecchino 2 anni fa su tio
caro giornalista, fammi capire: Ryanair è al decimo posto ma non ha aerei più vecchi di altre compagnie. Quindi si parla della somma delle emissioni.... Se fosse splittata in due compagnie non avrebbe la stessa posizione in classifica ma la somma delle emissioni e del bilancio energetico sarebbe superiore in quanto i processi e le tratte sarebbero meno efficienti. Il signore che propone tasse e disincentivi sembra avercela più con Ryanair che con le sue concorrenti. Il tutto mi pare piuttosto tendenzioso. E poi , suvvia, come è possibile paragonare l'efficienza di una centrale a carbone con una compagnia aerea? Sarebbe come misurare una catena di supermercati con la teleferica di Cardada. Un'analisi delle notizie prima di ripeterle supinamente no?!?!?!
comp61 2 anni fa su tio
benessere.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-15 13:22:53 | 91.208.130.87