Cerca e trova immobili

ITALIAG7 al via: 50 miliardi all'Ucraina (con soldi russi) e l'aborto è un caso

13.06.24 - 09:48
Polemiche sul diritto all'aborto, tema "scomparso" dalla bozza della dichiarazione finale del vertice, che comincia oggi in Puglia.
Imago
Un elicottero dei Carabinieri in pattuglia su Borgo Egnazia (Brindisi), dove si svolge il vertice del G7, dal 13 al 15 giugno 2024.
Un elicottero dei Carabinieri in pattuglia su Borgo Egnazia (Brindisi), dove si svolge il vertice del G7, dal 13 al 15 giugno 2024.
Fonte sda/dpa/ans
G7 al via: 50 miliardi all'Ucraina (con soldi russi) e l'aborto è un caso
Polemiche sul diritto all'aborto, tema "scomparso" dalla bozza della dichiarazione finale del vertice, che comincia oggi in Puglia.

BARI - Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden è atterrato ieri sera all'aeroporto di Brindisi. E da questa mattina prenderà parte ai lavori del G7 a Borgo Egnazia - resort a cinque stelle vicino Fasano in Puglia -, organizzati dalla presidenza italiana.
Presenti - da oggi a sabato 15 giugno - i capi di Stato e di Governo dei sette Stati membri (Canada, Francia, Germania, Giappone, Italia, Regno Unito, Stati Uniti), il presidente del Consiglio Europeo e la presidente della Commissione Europea, oltre ad alcuni Stati e organizzazioni internazionali invitati dall’Italia. Imponente il dispiegamento delle forze di sicurezza, tra queste gli specialisti della Polizia di Stato: tiratori scelti, artificieri, cinofili ed acqua scooter.

Soldi russi per armi ucraine - I capi di Stato e di governo discuteranno anzitutto come rendere possibile l'utilizzo dei soldi russi per finanziare armi ucraine. Il governo degli Stati Uniti ritiene che le trattative sull'utilizzo dei proventi dei beni statali russi congelati siano sulla strada giusta e che una decisione in merito potrebbe essere presa durante l'incontro dei sette principali paesi industriali occidentali.

50 miliardi - In mattinata, secondo le prime indiscrezioni giornalistiche, sarebbe stato raggiunto un accordo per un prestito da 50 miliardi di dollari all'Ucraina, per farlo i Sette useranno gli asset russi congelati. «Altri 50 miliardi di dollari per l'Ucraina. Per questo utilizziamo gli interessi dei beni congelati», ha scritto su X il ministro delle Finanze tedesco Christian Lindner.

Si prevede poi certamente che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il suo omologo ucraino Volodymyr Zelenskyj firmeranno un accordo bilaterale sulla sicurezza a margine del primo giorno del vertice.

Gli altri temi - La guerra di aggressione russa è uno dei temi centrali del vertice di tre giorni presso l'hotel di lusso “Borgo Egnazia”. All’ordine del giorno ci sono anche la guerra di Gaza, i difficili rapporti commerciali con la Cina e l’immigrazione. Oltre a Zelenskyj e altri, al vertice viene invitato per la prima volta anche il Papa. Sono in servizio circa 5.000 agenti di sicurezza.

Il tema dell'aborto è un caso - Scompiglio intanto è sorto tra le cancellerie a partire da subito. Nell'ultima bozza della dichiarazione finale del vertice di Borgo Egnazia sarebbe infatti scomparso il punto nel quale i Sette sottolineavano l'importanza di garantire «un accesso effettivo e sicuro all'aborto». Come spiega un'agenzia Ansa, il riferimento doveva rafforzare - come chiesto da Francia e Canada - il comunicato finale del G7 di Hiroshima di un anno fa, che parlava invece di «accesso legale e sicuro». Le trattative e i negoziati sono in corso e nessuno dei sette, hanno sottolineato fonti italiane, ha chiesto di «eliminare» il punto sull'aborto dalla bozza, nel quale resta invece il riferimento all'uguaglianza di genere. «È prematuro fare analisi e inutile fare previsioni ora. Si vedrà alla fine quale sarà l'accordo» sul tema aborto, ha detto oggi il vicepremier italiano Tajani.

Biden e Zelenskyj: l'accordo sulla sicurezza - Sul fronte dell'aggressione russa, se l'Ucraina ha già concluso a febbraio accordi di sicurezza bilaterali con diversi Stati, tra cui la Germania, ora Biden e Zelenskyj vogliono firmare un accordo simile a margine del vertice. Lo ha annunciato ieri (mercoledì) il consigliere per la sicurezza nazionale del presidente americano Biden, Jake Sullivan.

Sullivan non ha fornito dettagli specifici. Ma ha sottolineato che l’accordo non includerà alcun obbligo di utilizzare le forze americane per difendere l’Ucraina. «È un impegno, garantiremo che l'Ucraina possa difendersi». Il consigliere di Biden ha definito l'accordo un «ponte» verso una possibile adesione dell'Ucraina alla NATO.

Gli Stati Uniti stanno preparando un altro sistema antiaereo Patriot? - Sullivan ha rifiutato di commentare la notizia secondo cui gli Stati Uniti intendono fornire all'Ucraina un altro sistema di difesa aerea Patriot per rafforzare la sua difesa contro gli attacchi aerei russi. Tuttavia, una delle massime priorità di Biden è fornire all’Ucraina più sistemi di difesa aerea.

Il Papa sarà l'ospite d'onore - Il primo ministro italiano di destra Giorgia Meloni accoglie i suoi ospiti nel resort di lusso "Borgo Egnazia", ​​che dispone di 28 ville e 63 suite o camere in stile tradizionale pugliese. Lì venerdì è atteso anche il Papa. Per la prima volta un pontefice partecipa a un vertice del G7. «Parleremo di intelligenza artificiale e anche di pace. Farò incontri bilaterali, ci sono le richieste di sette capi di Stato. Li incontrerò tutti», aveva anticipato pochi giorni fa il Papa.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE