Immobili
Veicoli

ITALIAUna casa di cura «come un lager nazista», diversi arresti

17.12.21 - 09:00
Percosse e insulti ai disabili in un istituto di cura: 35 persone sotto accusa
Archivio Deposit
Fonte ats ans
Una casa di cura «come un lager nazista», diversi arresti
Percosse e insulti ai disabili in un istituto di cura: 35 persone sotto accusa

PALERMO - I militari della Guardia di finanza del comando provinciale di Palermo (Sicilia) hanno scoperto gravissimi episodi di maltrattamenti di disabili assistiti nella casa di cura Suor Rosina La Grua di Castelbuono, nel palermitano, ed hanno eseguito un'ordinanza cautelare nei confronti di 35 persone accusate, a vario titolo, di tortura, maltrattamenti, sequestro di persona, corruzione, truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, malversazione e frode nelle pubbliche forniture.

Il giudice per le indagini preliminari (gip) ha anche disposto il sequestro della casa di cura e di disponibilità finanziarie per un valore di oltre 6,7 milioni di euro (oltre 7 milioni di franchi).

Le indagini degli uomini del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Palermo hanno riguardato una Organizzazione non lucrativa di utilità sociale (onlus) che gestisce, in regime di convenzione pubblica «a ciclo continuo», servizi di riabilitazione per 23 pazienti con disabilità grave.

Dieci indagati sono stati portati in carcere, per sette sono scattati gli arresti domiciliari, cinque sono stati sottoposti all'obbligo di dimora nel comune di residenza e tredici sono destinatari della misura interdittiva del divieto di esercitare attività professionali per un anno.

«Un lager nazista»
È drammatico quel che emerge dalle intercettazioni effettuate nella casa di cura. Nella sala "relax" venivano portati di peso, rinchiusi anche per ore e presi a calci e pugni, senza poter accedere ad acqua e cibo. 

«È un manicomio, un lager nazista», commentavano, non sapendo di essere intercettate, alcune operatrici del centro mentre uno dei pazienti urlava: «Dottoressa mi faccia uscire. Avevamo detto cinque minuti, si mantengono i patti, i patti si mantengono».

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO