keystone-sda.ch / STR (Anna Ogorodnik)
+2
RUSSIA
21.04.2021 - 18:500
Aggiornamento : 19:11

Nella giornata delle proteste, si teme per la vita di Navalny

L'allarme lanciato dall'Onu che chiede il ricovero all'estero, in stato di fermo anche la portavoce Yarmish

MOSCA - Si starebbero aggravando in maniera ancora più preoccupante le condizione dell'attivista politico russo Alexei Navalny, ricoverato lunedì dopo quasi 3 settimane di sciopero della fame.

A dare l'allarme, l'Onu che chiede l'immediato trasferimento all'estero in quanto, la sua vita sarebbe in grave pericolo.

Una triste notizia in una giornata che in Russia, come promesso dai suoi sostenitori, è stata di moti di piazza e di manifestazioni contro il governo Putin. Cortei non autorizzati, secondo Mosca, che hanno portato al fermo di almeno 400 persone, riporta l'Ong Ovd-Info.

In mattinata, invece, sono finite in stato di fermo Lyubov Sobol - giurista anti-corruzione e alleata politica di Navalny - e la sua portavoce Kira Yarmish.

keystone-sda.ch / STF (Alexander Zemlianichenko)
Guarda tutte le 6 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-07 07:14:58 | 91.208.130.86