Cerca e trova immobili

CINALa popolazione cinese è diminuita. Di nuovo

17.01.24 - 09:16
Pesano una serie di fattori, come la fiammata di Covid-19 e l'economia in difficoltà
keystone-sda.ch / STF (Ng Han Guan)
Fonte Ats Ans
La popolazione cinese è diminuita. Di nuovo
Pesano una serie di fattori, come la fiammata di Covid-19 e l'economia in difficoltà

PECHINO - La popolazione cinese si è contratta nel 2023, per il secondo anno di fila, a causa della brusca fiammata di ritorno del Covid-19 e delle difficoltà accusate su scala nazionale dall'economia.

Secondo i dati diffusi dall'Ufficio nazionale di statistica, la popolazione si è attestata a 1,409 miliardi di persone, con un calo di oltre due milioni di unità rispetto alla fine del 2022, anno del primo calo dal "Grande balzo in avanti" degli inizi degli anni '60 voluto da Mao Zedong, alla base della "grande carestia".

Si muore (e non si nasce)

Dopo aver ceduto lo scorso anno all'India lo scettro di nazione più popolosa al mondo, la Cina ha continuato a registrare un calo demografico accelerato, poiché i decessi sono aumentati dopo che Pechino ha posto fine alle rigide restrizioni anti-pandemiche a dicembre 2022 e le nascite hanno continuato a diminuire.

Si tratta di 11,1 milioni di morti, un numero superiore ai 10,41 milioni dell'anno precedente, secondo i dati dell'Ufficio nazionale di statistica. Il rialzo è dovuto probabilmente all'aumento dei decessi legati al Covid nei mesi successivi all'abbandono della politica della "tolleranza zero" da parte delle autorità cinesi che ha portato a un'esplosione di infezioni senza precedenti su scala nazionale.

«Entro la fine del 2023, la popolazione nazionale era di 1'409,67 miliardi, per un calo di 2,08 milioni rispetto a quella della fine del 2022», ha riferito la nota dell'Ufficio.

Il calo dello scorso anno è stato più del doppio di quello registrato nel 2022, quando il paese perse 850'000 persone a causa della diminuzione della popolazione per la prima volta dagli anni '60.

Il tema della natalità

«Nel 2023, il numero di nascite è stato di 9,02 milioni con un tasso di natalità del 6,39 per mille», ha affermato mercoledì la NBS, in calo rispetto ai 9,56 milioni del 2022.

Nel 2016 la Cina ha posto fine alla rigida "politica del figlio unico", imposta negli anni '80 per paura della sovrappopolazione, e ha iniziato a consentire alle coppie di avere tre figli nel 2021. Ma ciò non è riuscito a invertire il declino demografico di un paese che da tempo fa affidamento sulla sua vasta forza lavoro come motore della crescita economica.

I demografi attribuiscono il calo dei tassi di natalità all'aumento del costo della vita, diventi proibitivi nelle grandi città, così come al crescente numero di donne che entrano nel mondo del lavoro e che cercano un'istruzione superiore.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Vecchio60 6 mesi fa su tio
Oh capirai, una fluttuazione di due milioni si millequattrocentonove milioni, la Cina sta morendo. Increddibbbiiilleeeeeeeee!!

Jomorris81 6 mesi fa su tio
I commenti che fate sulla sovra popolazione della terra non hanno alcun riferimento a questa notizia.

fugu 6 mesi fa su tio
Risposta a Jomorris81
Ma se hai appena contribuito alla questione in maniera così pertinente e ponderata parlandoci del c**** che te ne frega? Che ci fai ancora qui, a commentare i commenti?

Jomorris81 6 mesi fa su tio
Questo articolo spiega molto bene la vastità e l’immensità del che c…. Me ne frega

Dred 6 mesi fa su tio
Bella notizia. La sovrappopolazione mondiale è la madre di tutti i mali (o quasi).

s1 6 mesi fa su tio
Risposta a Dred
il problema della terra non sono la scarsità delle risorse o il sovrapopolamento, ma la corretta suddividisione e l'uso corretto delle risorse. che è tutta un'altra cosa. il resto è propaganda di quella stampa e quelle schiere di persone che traggono vantaggio dal fomentare paure di scarsità di cibo, riscaldamento climatico e pandemie di cui una bella rappresentanza si stà per caso in questi giorni si stanno incontrando a davos

Luigi Bianchi 6 mesi fa su tio
Risposta a Dred
DRED affermare certe cose in modo dogmatico oggi giorno? hai argomenti a sostegno?

Dred 6 mesi fa su tio
Risposta a Luigi Bianchi
Luigi Bianchi, secondo me se sulla Terra ci fossero la metà delle persone ci sarebbe anche la metà dell'inquinamento, servirebbero la metà delle risorse e ci sarebbe più spazio per tutti. Il mio forse è un ragionamento un po' semplicistico ma credo che stia in piedi.

fugu 6 mesi fa su tio
Risposta a Dred
Dred: Verissimo, se ci fosse solo la metà della popolazione attuale si ridurrebbe della metà l'inquinamento e avremmo più spazio per i nostri gomiti; chi ci avrebbe mai pensato? 🤔 L'idea è geniale. Ora rimangono solo da trovare 4 miliardi di persone disposte a fare harakiri per gli altri 4 miliardi; piccolo dettaglio trascurabile. Magari potresti cominciare tu, tanto per la coerenza...

Dred 6 mesi fa su tio
Risposta a fugu
Fugu, dimmi dove ho mai detto che bisogna eliminare metà della popolazione. È tutta una tua fantasia. Io auspico piuttosto un lento calo demografico come avviene da noi e come sta avvenendo anche in Cina.

fugu 6 mesi fa su tio
Risposta a Dred
Sì, avevo ben capito che era un'utopia, un ideale. Purtroppo l'evoluzione demografica parla a sfavore della possibilità di un calo della popolazione mondiale. Nel 1975, dunque meno di 50 anni fa, c'erano 4 miliardi di persone nel mondo. Nel 2000 6 miliardi, e oggi siamo 8 miliardi. Ora gli "esperti" fanno proiezioni per i prossimi decenni e secoli, proiezioni che valgono quel che valgono, cioè niente. In questi ultimi decenni, praticamente ogni 25 anni si sono aggiunti 2 miliardi di abitanti. Come per tutto, ci sono delle fluttuazioni qua e là, ma la curva della crescita è alquanto eloquente. Senza rancore spero :-)

Dred 6 mesi fa su tio
Risposta a fugu
👍

Dred 6 mesi fa su tio
Risposta a s1
S1, non direi che è propaganda anzi mi sembra di andare controcorrente. I governi parlano sempre di aumentare le nascite e non il contrario. Credi che ci sia spazio infinito sul pianeta Terra?

s1 6 mesi fa su tio
Risposta a Dred
viaggia un poco e vedrai quanto spazio c'è sulla terra ancora inutilizzato... fatto salvo delle parti inospitali c'è tanto spazio quanto ne vuoi per più popolazione , per più coltivazioni e più produzione di mezzi di sostegno. il problema è che ci vendono una situazione di crisi alimentari, crisi climatiche, crisi sanitarie... e se ci si crede allora sulla terra non c'è abbastanza di niente. neanche accenno al fatto che la ricchezza -sintomo dello sfruttamento delle risorse in modo scriteriato- è distribuita in modo assurdo

fugu 6 mesi fa su tio
T'è vöia, 2 milioni in meno su un miliardo e mezzo, chi se ne accorge... Tanto ne hai visto uno, li hai visti tutti. "Papà, ma pelché tutti dile che noi Cinesi essele tutti uguali? / Io non sapele, io comunque essele tuo zio." Poi "se perdono il figlioletto alla spiaggia non stanno nemmeno a cercarlo, ne rifanno uno" 🤭 Ne restano a sufficienza, dai, non è ancora il caso di parlare di via d'estinzione...

Johnnybravo 6 mesi fa su tio
Risposta a fugu
🤣🤣🤣👍

s1 6 mesi fa su tio
nessuna correlazione
NOTIZIE PIÙ LETTE