Cerca e trova immobili

LIBANOLe basi e l'arsenale di Hezbollah, il "Partito di Dio" libanese

03.11.23 - 14:10
Nato negli anni '80, il partito armato è parte delle istituzioni libanesi da un ventennio
keystone-sda.ch (WAEL HAMZEH)
Fonte ats
Le basi e l'arsenale di Hezbollah, il "Partito di Dio" libanese
Nato negli anni '80, il partito armato è parte delle istituzioni libanesi da un ventennio

BEIRUT - Hezbollah, letteralmente il Partito di Dio, è un partito armato libanese filo-iraniano nato negli anni '80 del secolo scorso come resistenza islamica all'occupazione israeliana del sud del Libano (1978-2000). È da due decenni parte integrante delle istituzioni centrali e locali libanesi, con ministri nel governo di Beirut, decine di sindaci e consiglieri comunali nel Paese, migliaia di impiegati nel settore pubblico.

Le basi in Libano e in Siria
Il quartier generale di Hezbollah è alla periferia sud di Beirut, quasi del tutto ricostruita dopo la distruzione causata dagli intensi bombardamenti aerei israeliani durante l'ultima guerra del 2006.

La forza principale di Hezbollah è il sostegno di gran parte della comunità musulmana sciita libanese, circa un milione di persone presenti per lo più nel sud del Paese - nelle prime e nelle seconde linee del fronte con Israele - e nella valle orientale della Bekaa, che costituisce la base logistica del Partito di Dio al confine con la Siria.

Sul terreno, Hezbollah afferma di poter contare su 100mila combattenti attivi in Libano. Il Partito di Dio è da più di un decennio presente anche nella Siria in guerra a fianco dei Pasdaran iraniani e di jihadisti sciiti iracheni filo-Teheran. Sulle Alture siriane del Golan Hezbollah può contare su una forza di migliaia di combattenti e forze ausiliarie.

L'arsenale
Questo ampio schieramento ha un arsenale stimato come tre volte maggiore di quello di Hamas a Gaza. Secondo analisti, quasi tutta la popolazione israeliana è minacciata dai missili di corta, media e lunga gittata dei jihadisti sciiti libanesi. I suoi missili possono infatti colpire fino ai confini israeliani con il Sinai egiziano.

In particolare gli Hezbollah dispongono di 150 mila tra proiettili di artiglieria, razzi di corta gittata (Falaq 1 e 2, Shahin, Katiyuscia, Fajr 3), capaci di raggiungere l'Alta Galilea e di colpire fino a 40 km nella profondità territoriale israeliana a partire dal sud del Libano.

Il Partito di Dio è anche in possesso di 65 mila missili di media gittata (Fajr 5, Khaibar 1, M303, Zilzal 1) che possono raggiungere il Lago di Tiberiade e la Cisgiordania (75 km), Tel Aviv (120 km), Ashdod (165 km) e Gaza (215 km).

A questi si aggiungono circa 5 mila missili di lunga gittata (Fateh 110 e SCUD C), tra i 260 e 500 km, in grado di raggiungere il confine col Sinai, e duemila droni e centinaia tra missili anti-nave (C802, Yakhont) di lunga gittata (200-300 km) e mini-sottomarini. L'arsenale di Hezbollah si completa con migliaia di missili terra aria SAM anti-aereo e migliaia di razzi anti-carro teleguidati.

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Arcadia7494 7 mesi fa su tio
Tullius, lasciami perdere, ragionare con te è inutile. I tuoi commenti vanno sempre in unica direzione, non hai aperture. Tu vedi le disgrazie di alcuni e non quelle degli altri. Mi accusi sostanzialmente di essere miope, ma il mio consiglio è che faresti meglio a guardarti allo specchio.

Arcadia7494 7 mesi fa su tio
A me sembra che, comunque la si guardi, quell'area è un gran cas.ino e le responsabilità diffuse. Trovo davvero difficile trovare un colpevole principale. Israele ha le sue responsabilità, grandi indubbiamente, soprattutto verso i palestinesi, ma Israele vive da decenni sotto costante minaccia di chi la vuole "annientare". Per qualcuno nascere a Gaza rende quasi naturale diventare terroristi, diciamo allora che nascere israeliani in mezzo a paesi che desiderano la tua eliminazione, forse ti fa crescere un po' paranoico, aggressivo e poco conciliante. Se da parte dei paesi Arabi (e Iran) ci fosse stato un atteggiamento meno minaccioso e più inclusivo, forse, dico forse, oggi la situazione israelo-palestinese vivrebbe una stagione differente. Tra l'altro dice molto il fatto che negli ultimi decenni gli aiuti, finanziari e non, più grossi per la Palestina sono arrivati da... Europa e Usa e non dai sedicenti "amici".

Peter Parker 7 mesi fa su tio
Risposta a Arcadia7494
La vedo come te.

tulliusdetritus 7 mesi fa su tio
Risposta a Arcadia7494
“Naturale diventare terr0 r i s t i”? Hai provato a chiederti perché? O pensi che per qualcuno sia una scelta professionale come un’altra? Ho fiducia che ci puoi arrivare

tulliusdetritus 7 mesi fa su tio
Risposta a Arcadia7494
Poi magari la stratosferica intelligenza artificiale di TiO potrebbe spiegare perché lo stesso termine che usi tu a me viene censurato

tulliusdetritus 7 mesi fa su tio
Risposta a Arcadia7494
Quando ti b0mbardan0 ambulanze, ospedali, scuole, moschee, quando ti radono al suolo la tua casa e tutta la tua città, quando ti tolgono il cibo l’acqua il lavoro le medicine l’energia la libertà, quando ti fanno tutto questo, tu cosa faresti? Li inviteresti per un tè coi biscotti?

Peter Parker 7 mesi fa su tio
Risposta a tulliusdetritus
Tullius. Quindi la mossa giusta è stata quella di attaccare con razzi, uccidere e rapire israeliani? Davvero questa soluzione era da considerare? E magari la soluzione di Hamas di deporre le armi e non essere più una minaccia di Israele non è più logica? Così che poi anche i palestinesi possono ricevere tutti i miliardi in aiuti, per loro e non per Hamas? E poi, finché Hamas usa ospedali e scuole come scudi per le proprie azioni, questo è il prezzo da pagare. Domanda: essendo Hamas l’autorità governante di Gaza (da 18 anni), non dovrebbe essere responsabile alla protezione dei propri cittadini civili? Proteggendoli ed evacuandoli da zone di guerra? Mantenendo le distanze da ospedali e scuole? No? Non lo fa…..di proposito, per coinvolgere e creare più danni collaterali possibili.

medioman 7 mesi fa su tio
Risposta a tulliusdetritus
Perché lui è TIO 🤷🏻‍♂️

Peter Parker 7 mesi fa su tio
Risposta a tulliusdetritus
Tullius. Forse perché fin dalla nascita i bambini palestinesi vengono cresciuti con il motto di annientare ogni ebreo ed Israele (e lo sai che sta scritto nero su bianco)? Forse perché vengono cresciuti con la glorificazione del martirio e i soldi che le loro famiglie ricevono da Hamas come ringraziamento per il proprio martirio? Forse perché è più facile dare tutta la colpa ad Israele…e non prendersi nessuna responsabilità? Vedi…i soldi per pagare queste azioni ce li hanno (d’altronde Hamas ha i propri leaders miliardari, letteralmente).

tulliusdetritus 7 mesi fa su tio
Risposta a Peter Parker
La tua si chiama “dissonanza cognitiva”. Purtroppo non so fino a che punto sia curabile

Marcello detto Marcello 7 mesi fa su tio
Se Israele non avesse invaso il Libano nel 1982 dopo un un tentativo di invasione del Libano nel 78 questo gruppo nemmeno esisterebbe. Nato nel 82 con il supporto dell'Iran per contrastare Israele.

Gemelli57 7 mesi fa su tio
Risposta a Marcello detto Marcello
👍👍👍

Peter Parker 7 mesi fa su tio
Risposta a Marcello detto Marcello
Ah! Quindi la nascita di Hezbollah non ha niente a che vedere con la guerra civile in Libano?…. Movimento nato principalmente per proteggere gli sciiti libanesi e poi per contrastare qualsiasi influenza ed interferenza da parte degli occidentali (USA) ed Israele (in questo caso con il loro motto di: m o r t e a Israele). Precisiamo o no? Che se no poi la gente va a pensare che dato che Israele ha invaso il Libano nel 1982 (così….magari senza motivi….) allora è nato il movimento Hezbollah.

W.Bernasconi 7 mesi fa su tio
Risposta a Peter Parker
Fossi Benj l’assumerei come portavoce.. e portatore della sola e indiscutibile verità, ovviamente….

Peter Parker 7 mesi fa su tio
Risposta a W.Bernasconi
Direi che accetterei l’incarico. D’altronde di candidati portavoce di Hamas (ed ora anche Hezbollah) qui su TIO ce ne sono già davvero tantissimi….so che non riuscirei mai a battere certa concorrenza….non sono qualificato…

W.Bernasconi 7 mesi fa su tio
Risposta a Peter Parker
.. mai arrendersi..si faccia coraggio.

Peter Parker 7 mesi fa su tio
Risposta a W.Bernasconi
Eh no…su questo mi arrendo, e pure con molto piacere….

W.Bernasconi 7 mesi fa su tio
Risposta a Peter Parker
Secondo me è quasi arrivato a un punto impareggiabile… ma sarà il suo buon Benja a confermarglielo semmai ..

Peter Parker 7 mesi fa su tio
Risposta a W.Bernasconi
Incrociamo le dita…... Poi appena ho la risposta sarà il primo che informerò.

W.Bernasconi 7 mesi fa su tio
Risposta a Peter Parker
Ah guardi, non sono così curioso.. l’importante è che lei sia felice.. sono fatto così..
NOTIZIE PIÙ LETTE