KEYSTONE
Fontana ribadisce: «La Lombardia deve essere collocata in zona arancione».
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
MONDO
28 min
USA e UE concordi: al via le sanzioni alla Russia
Al centro della contesa il caso di Alexey Navalny
STATI UNITI
1 ora
Prima di lasciare Trump e signora si sarebbero fatti vaccinare
E lo avrebbero fatto lontano dai riflettori, mentre Pence e Biden lo facevano in pubblico
UNIONE EUROPEA
2 ore
Vaccini, l'Ue non tira le orecchie ad Austria e Danimarca. Anzi
«È sempre bene imparare dalle pratiche di altri Paesi» ha dichiarato un portavoce della Commissione europea
MONDO
3 ore
Entro il 2050, una persona su 4 avrà problemi d'udito
L'allarme lanciato dall'OMS, con il primo rapporto mondiale sull'udito
GERMANIA
4 ore
La Germania allunga (di nuovo) il lockdown?
Il governo tedesco pensa a una nuova proroga del confinamento, fino alla fine di marzo
MONDO
4 ore
Lo stalkerware, quando il partner spia il cellulare: più di 50'000 casi nel 2020
Il fenomeno è piuttosto diffuso soprattutto in Russia e Brasile, ma anche in Italia.
STATI UNITI
5 ore
I cartellini gialli (e rossi) di Twitter contro le bufale sul Covid
I vertici del social che cinguetta hanno annunciato una nuova stretta contro le fake news
STATI UNITI
6 ore
Manager di Nike lascia, il figlio usava la sua carta per fare "resell" di scarpe
Ann Hebert ha annunciato ieri le dimissioni immediate. Lavorava per il colosso sportivo da un quarto di secolo
AUSTRIA
7 ore
Unione Europea «troppo lenta»: per i vaccini l'Austria si allea con Israele
Kurz contro l'EMA: «Avevamo concordato che i preparati sarebbero stati autorizzati velocemente».
ITALIA
22.01.2021 - 16:460
Aggiornamento : 18:15

«La Lombardia deve essere collocata in zona arancione»

Il presidente Attilio Fontana afferma: «Credo che il ricorso abbia avuto sicuramente un suo effetto»

MILANO - «La Lombardia deve essere collocata in zona arancione. Lo evidenziano i dati all'esame della Cabina di regia, ancora riunita». Lo dichiara il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana.

«Abbiamo sempre fornito informazioni corrette. A Roma devono smetterla di calunniare la Lombardia per coprire le proprie mancanze», aggiunge.

La questione dati - La Lombardia sarebbe finita in zona rossa sulla base dei dati che la Regione ha inviato alla Cabina di Regia la settimana scorsa e che nelle ultime ore avrebbe rettificato. È quanto si apprende da due diverse fonti qualificate secondo le quali i dati della scorsa settimana, una volta analizzati dall'Istituto superiore di sanità italiano (Iss) sono stati validati dalla stessa Regione.

Con una nota nella giornata di ieri, la Regione aveva fatto sapere di aver inviato una serie di «dati aggiuntivi» per «ampliare e rafforzare i dati standard trasmessi nella settimana precedente». In base all'ultimo monitoraggio, la Lombardia ha un Rt medio a 0,82 (0,78-0,87).

Salvini critico - «Se 10 milioni di cittadini lombardi sono stati rinchiusi in casa per mesi in base a dati e valutazioni sbagliate del governo, saremmo di fronte a danni morali ed economici enormi, un vero e proprio sequestro di massa»: così sui social il segretario della Lega Matteo Salvini ha commentato la collocazione in zona rossa la scorsa settimana della Lombardia, che ora dovrebbe tornare arancione.

«Chi ha sbagliato paghi, chieda scusa e ripari al danno causato» ha concluso, aggiungendo poi che la «Regione Lombardia ha sempre fornito informazioni corrette».

Ricorso accolto? - «Dai rumors che ci arrivano la Lombardia entrerà in zona arancione. Quindi io credo che il ricorso abbia avuto sicuramente un suo effetto», ha detto Fontana alla trasmissione Pomeriggio 5 dopo la riunione di oggi per il monitoraggio dei dati da parte dell'Istituto superiore di sanità (Iss) italiano. Il ricorso al Tar «ha evidenziato un problema che oggettivamente noi avevamo chiarito fin da settimana scorsa, avevamo evidenziato che c'era qualcosa che non funzionava».

I dati italiani - Sono 13.633 i nuovi positivi in Italia nelle ultime 24 ore, per un totale dall'inizio dell'emergenza di 2.441.854. L'incremento delle vittime, invece, è di 472, che porta il numero complessivo a 84.674.

In base ai dati del ministero della Salute italiano, gli attualmente positivi in Italia sono 502.053, con un calo di 14.515 rispetto a ieri. Dall'inizio dell'epidemia sono invece 1.855.127 i pazienti dimessi o guariti, con un incremento nelle ultime 24 ore di 27.676.

Nelle ultime 24 ore sono 264.728 i test per il coronavirus (molecolari e antigenici) effettuati in Italia. Ieri, secondo i dati del ministero della Salute, erano stati 267.567. Il tasso di positività è al 5,1% (ieri era al 5,2%). Sono 2.390 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, in calo di 23 nel saldo tra entrate e uscite rispetto a ieri. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 144. Nei reparti ordinari sono invece ricoverati 21.691 pazienti, in calo di 354 unità rispetto a mercoledì.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-03-02 17:06:15 | 91.208.130.85