keystone-sda.ch (Patrick Semansky)
«Questa è una parte di Israele»
+3
SIRIA
19.11.2020 - 18:210
Aggiornamento : 18:50

Pompeo visita le Alture del Golan: è una prima

Nessun alto funzionario americano era mai stato nel territorio occupato da Israele nel 1967.

Il ministro degli Esteri dello Stato ebraico: «Una visita storica. Siamo più sicuri grazie al sostegno degli Stati Uniti».

MEROM GOLAN - «Questa è una parte di Israele». Lo ha dichiarato il segretario di Stato americano Mike Pompeo in visita sulle Alture del Golan, occupate dallo Stato ebraico dal 1967 ma ritenute parte della Siria dalla comunità internazionale. È la prima visita di un segretario di Stato americano in questo territorio.

«Non puoi stare qui e guardare cosa c'è oltre confine e negare la cosa centrale che il presidente Donald Trump ha riconosciuto...», ha affermato Pompeo citato dai media. «Immaginatevi a che pericoli gli abitanti d'Israele e l'occidente sarebbero stati esposti se il Golan fosse stato restituito alla Siria e Assad governasse qui», ha aggiunto.

Pompeo ha quindi condannato quelli che ha definito gli «appelli dei salotti in Europa e nelle istituzioni di élite negli Stati Uniti» perché Israele restituisca alla Siria le Alture, conquistate durante la Guerra del 1967.

Il ministro degli Esteri israeliano: «Una visita storica» - «La visita del segretario di Stato Mike Pompeo sulle alture del Golan è storica. Si tratta della personalità statunitense più importante che sia mai giunta qua»: lo ha affermato il ministro degli esteri israeliano Gaby Ashkenazi. «In quanto ex capo della Cia (l'agenzia di spionaggio civile degli Usa), lui certamente conosceva tutti i fatti. Eppure ha insistito per venire qua, per toccare con mano, per ascoltare i rapporti dei nostri comandanti militari sull'importanza strategica di queste alture», ha aggiunto Ashkenazi.

In particolare, ha precisato il ministro, Pompeo ha incontrato il generale Avigdor Kahalany, che nel 1973 partecipò alla battaglia in cui i carristi israeliani riuscirono a bloccare l'offensiva a sorpresa lanciata dall'esercito siriano. «Israele è più sicuro grazie al sostegno degli Stati Uniti», ha concluso Ashkenazi.

Non è l'unica prima della giornata - La visita sulle alture del Golan non è stata l'unica prima per Pompeo oggi. In mattinata, il segretario di Stato americano si è infatti recato nell'azienda vinicola di Psagot, un insediamento israeliano in Cisgiordania. È la prima visita ufficiale di un segretario di Stato americano in carica in un insediamento oltre la Linea Verde, ovvero nei Territori palestinesi occupati.

La cantina aveva dedicato una a Pompeo un'etichetta quando gli Stati uniti avevano definito non più illegali gli insediamenti ebraici in Cisgiordania. Pompeo è arrivato in elicottero nei pressi del luogo e poi ha raggiunto l'azienda dove era presente un picchetto di protesta di 'Peace Now', l'ong israeliana contraria agli insediamenti.

A Ramallah - non lontano da Psagot - gruppi di palestinesi hanno manifestato contro la visita, definita nei giorni scorsi dal portavoce di Abu Mazen, Nabil Abu Rudeinah, «una provocazione contro il popolo e la leadership palestinesi». 
 
 

keystone-sda.ch (Patrick Semansky)
Guarda tutte le 7 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-23 02:31:39 | 91.208.130.89