keystone-sda.ch (Nicolo' Campo)
ITALIA
10.11.2020 - 15:340
Aggiornamento : 22:15

L'Italia interamente "zona rossa"? Il governo attende il 15 novembre

Gli esperti premono per un nuovo confinamento. Ma il "premier" Conte vuole attendere l'effetto delle nuove misure

ROMA - Un nuovo lockdown sull'intero territorio italiano. L'ipotesi - come anticipato oggi dal Corriere della Sera - sarebbe nuovamente sul tavolo del governo Conte, a una sola settimana di distanza dall'ultimo decreto del Consiglio dei ministri (DPCM) che ha suddiviso la vicina Penisola in tre zone "cromatiche", determinate dalla loro situazione epidemiologica: gialla, arancione o rossa.

La data cerchiata sul calendario per prendere una decisione sarebbe quella del 15 novembre prossimo, che permetterebbe di avere un'istantanea sulla situazione del paese che consenta di valutare l'efficacia delle misure in vigore.

Gli esperti premono verso un nuovo confinamento, che spezzi la catena dei contagi, e lo stesso fanno i medici in prima linea. Ma l'ipotesi raccoglie consensi anche tra le fila dell'esecutivo italiano, con i ministri Roberto Speranza e Dario Franceschini - rispettivamente responsabili della Salute e della Cultura - favorevoli a una stretta più decisa. Non è di questo avviso invece il "premier" Giuseppe Conte, che predilige la cautela e vuole «aspettare gli effetti delle misure».

Da qui l'intenzione di arrivare almeno al 15 di novembre prima di procedere - qualora la curva dei nuovi contagi non avesse invertito il proprio andamento - a un giro di vite che, di fatto, trasformerebbe l'intera Italia in una "zona rossa". Se così sarà, sarà necessario un nuovo - l'ennesimo - DPCM, che potrebbe essere discusso dal governo con i rappresentanti delle Regioni e il Comitato tecnico scientifico già prima del prossimo fine settimana.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-02-24 20:49:36 | 91.208.130.85